close

Iniciar sesión

Iniciar sesión con OpenID

CATALOGO PRODOTTI 2015 - BASF Crop Protection Italia

IncrustarDescargar
CATALOGO
PRODOTTI
2015
Protezione delle Colture
CATALOGO
PRODOTTI
2015
Protezione delle Colture
EDITORIALE
L’AGRICOLTORE, IL PIÙ GRANDE
LAVORO SULLA TERRA
Il nuovo anno, ormai alle porte, sarà caratterizzato da un appuntamento
globale, che accenderà i riflettori sui professionisti della produzione
agricola, ovvero Expo Milano 2015. Per una fortuita coincidenza, l’anno
prossimo si festeggerà anche il 150esimo anniversario di BASF.
Sebbene differenti, i due eventi condividono comunque caratteristiche
inedite ed innovative. In entrambi i casi, infatti, si superano i tradizionali
confini della mostra celebrativa, per muoversi verso un processo di
partecipazione attiva. Inoltre, alimentati dalla co-creazione e orientati
al coinvolgimento di diversi attori, tanto Expo, quanto una parte del
150esimo anniversario di BASF ruotano intorno a temi di importanza
primaria: Nutrire il Pianeta e Sicurezza Alimentare.
Personalmente, ritengo che Expo Milano 2015 possa rappresentare un
momento di riflessione e di dialogo attivo. Nutrire il Pianeta, Energia per
la Vita è, sì, un tema globale ma - se ci pensiamo bene - è soprattutto una
sfida alla quale nessun cittadino del ventunesimo secolo potrà sottrarsi.
L’auspicio è che Expo 2015 si riveli anche l’inizio di un percorso, volto a
confermare il ruolo indispensabile dell’agricoltura nel contesto globale.
Ovviamente, il fatto che si tenga nel nostro Paese, mi auguro possa
servire anche da volano per rimarcare le peculiarità del made in Italy,
caratterizzata da cibo e territorio famosi in tutto il mondo.
In questo vivace scenario, si inserisce anche il 150esimo compleanno
della nostra Azienda. Una ricorrenza importante, che intendiamo onorare
con i nostri partner di business coinvolgendoli, attraverso modalità
innovative, ad anticipare le esigenze di un’agricoltura in costante
evoluzione che mira a produrre di più, con meno.
In qualità di azienda chimica leader, BASF accetta la sfida e rilancia.
Da 150 anni, infatti, siamo al fianco degli agricoltori e ne valorizziamo il
lavoro, attraverso la proposta di una costante innovazione e mettendo
in luce il ruolo primario svolto da questi professionisti della terra, nel
dar forma al futuro di tutti noi. Per raggiungere questi ambiziosi obiettivi
collaboriamo con i nostri clienti condividendo la nostra innovazione
presente, fatta di prodotti, processi e servizi e lavorando su quella futura,
alimentata anche dall’ascolto attivo delle esigenze di chi produce. Fieri
e consapevoli di contribuire al successo dell’agricoltura di oggi e di
domani.
Alberto Ancora
Country Manager Divisione Agro Italia
Alberto Ancora
Country Manager Divisione Agro Italia
INTRODUZIONE
IL MONDO BASF
WE CREATE CHEMISTRY, LA NOSTRA STRATEGIA
In BASF creiamo chimica. E lo facciamo da 150 anni.
La nostra ampia offerta comprende:
-Prodotti chimici
-Materie plastiche
-Prodotti di nobilitazione
-Agrofarmaci
-Petrolio e Gas
Come azienda chimica leader al mondo, uniamo al successo
economico la tutela dell’ambiente e la responsabilità sociale.
Attraverso ricerca scientifica e innovazione aiutiamo i nostri clienti di
ogni settore industriale a soddisfare, oggi e in futuro, i bisogni della
società. I nostri prodotti e le nostre soluzioni contribuiscono alla
salvaguardia delle risorse, ad assicurare un’alimentazione sana e a
migliorare la qualità della vita. Abbiamo riassunto il nostro contributo
nell’obiettivo strategico: “We create chemistry for a sustainable
future”.
Nel 2013 BASF ha registrato un fatturato complessivo di
74 miliardi di euro con un organico di oltre 112.000 collaboratori.
BASF è quotata alle Borse di Francoforte (BAS), Londra (BFA)
e Zurigo (AN). Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo
internet www.basf.com.
DA 150 ANNI CREIAMO CHIMICA PER
UN FUTURO SOSTENIBILE
Nel 2015 BASF compie 150 anni. La nostra storia è un esempio
di come la chimica abbia contribuito con nuove idee e soluzioni
allo sviluppo della società. Il nostro anniversario costituisce
un'occasione in più per affrontare le sfide del futuro.
Per questo invitiamo tutti, clienti, partner, mondo scientifico e
persone interessate, a collaborare nella nostra piattaforma web
Creator Space™ online (www.creator-space.basf.com), per
ricercare insieme nuove soluzioni e idee che possano rispondere
alle sfide globali in tema di urban living, energia intelligente e
nutrizione.
INTRODUZIONE
L'IMPEGNO DI BASF
IN AGRICOLTURA
BASF CROP PROTECTION
Con un fatturato pari a 5,2 miliardi di euro nel 2013, la Divisione
Crop Protection offre soluzioni innovative, sia chimiche che biologiche,
per la protezione delle colture e la concia delle sementi, nonché
prodotti per la gestione delle risorse idriche, dei nutrienti e dello
stress a cui le piante vengono sottoposte.
L’offerta include anche prodotti dedicati a:
-Tappeti erbosi
-Floricole
-Salute pubblica
-Controllo Animali nocivi in edifici pubblici e privati
DARE VALORE AD OGNI SEME
La Divisione Crop Protection di BASF è leader nell’innovazione,
sostiene l’agricoltore e l’ottimizzazione delle produzioni agricole, ne
sostiene l’efficienza in termini di business e migliora la qualità
della vita di una popolazione mondiale in costante crescita.
Per maggiori informazioni, consulta il sito
www.agro.basf.it o seguici sui social media.
INTRODUZIONE
LAVORARE IN AGRICOLTURA,
RESPONSABILMENTE
In qualità di socio di Agrofarma, Associazione nazionale imprese
agrofarmaci che fa parte di Federchimica, la Divisione Agro di
BASF si impegna attivamente per sostenere una serie di progetti ed
iniziative, curando in particolar modo tutti gli aspetti connessi alla
sicurezza sia degli operatori di settore, sia del consumatore finale,
senza ovviamente dimenticare l’ambiente.
I PROGETTI TOPPS E SOFT E LE INIZIATIVE
Alcuni esempi delle attività che la Divisione Agro porta avanti insieme
ad Agrofarma sono rappresentati dai progetti TOPPS, TOPPS
PROWADIS e SOFT, dall’iniziativa “Lotta agli agrofarmaci illegali”,
senza dimenticare il premio giornalistico scientifico "Alimentiamo il
nostro futuro, nutriamo il mondo. Verso Expo 2015".
TOPPS e TOPPS PROWADIS sono due progetti che mirano a
divulgare praticamente le Migliori Pratiche per una corretta gestione
degli agrofarmaci sia in azienda che in campo in modo da ridurre al
minimo la contaminazione puntiforme e diffusa delle risorse idriche.
L’iniziativa SOFT è, invece, finalizzata alla formazione sul corretto
impiego di agrofarmaci e macchine operatrici per favorire la sicurezza
dell’operatore, dell’ambiente e del consumatore.
TOPPS, TOPPS PROWADIS e SOFT hanno come destinatari
operatori e tecnici del settore, in particolare gli addetti all’assistenza
tecnica ed alla formazione degli operatori agricoli, nonché il
personale preposto alla vendita di agrofarmaci e macchine irroratrici.
Come già in passato, l’iniziativa “Lotta agli agrofarmaci illegali”
mette a disposizione di tutti un numero verde per segnalare in maniera
anonima ogni caso sospetto di furti, contraffazioni o importazioni
illegali.
La terza edizione del premio “Alimentiamo il nostro futuro, nutriamo
il mondo. Verso Expo 2015” è stata invece organizzata per diffondere
una maggiore cultura e consapevolezza sulle possibili soluzioni
innovative per la lotta alla fame del mondo.
INTRODUZIONE
IL REGOLAMENTO (CE) 1272/2008 - CLP:
LE PRINCIPALI NOVITÀ PER IL SETTORE
DEGLI AGROFARMACI
INTRODUZIONE
Il CLP è il nuovo regolamento Europeo su classificazione,
etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele;
è entrato in vigore nell’Unione Europea il 20 gennaio 2009; è rivolto
a tutti coloro che fabbricano, importano, fanno uso o distribuiscono
sostanze chimiche o miscele, inclusi i biocidi e gli agrofarmaci,
indipendentemente dal loro quantitativo; sostituisce gradualmente le
attuali normative di riferimento per la classificazione e l’etichettatura
delle sostanze e delle miscele, abrogandole completamente a partire
dal 1 giugno 2015.
Il CLP recepisce nell’Unione Europea quanto previsto dal Sistema
Globale Armonizzato GHS - Globally Harmonized System of
Classification and Labelling of Chemicals, voluto dalle Nazioni Unite
con lo scopo di armonizzare i criteri di classificazione ed etichettatura,
favorendo così la libera circolazione delle merci e garantendo, al
contempo, un elevato livello di protezione per l’uomo e l’ambiente.
Fatte salve alcune eccezioni (farmaci, dispositivi medici, alimenti,
cosmetici, etc) per le quali esistono normative specifiche, il CLP si
applica a tutte le sostanze chimiche e le miscele; a queste ultime
appartengono anche i biocidi e gli agrofarmaci, nella loro forma
commerciale (confezione di vendita).
NOVITÀ PER GLI AGROFARMACI
L’applicazione del CLP comporta cambiamenti significativi per
la classificazione e l’etichettatura degli agrofarmaci e introduce
importanti novità:
-nuovi criteri di classificazione per i pericoli fisici, per la salute
e per l’ambiente;
-avvertenze che indicano il grado relativo del pericolo
(‘Pericolo’ o ‘Attenzione’);
-nuovi Pittogrammi
(simboli riquadrati a forma di diamante o rombo);
-nuova codifica delle indicazioni di pericolo (Frasi H) e dei consigli
di prudenza (Frasi P) che andranno a sostituire rispettivamente
le attuali Frasi R e Frasi S;
-introduzione di informazioni supplementari (Frasi EUH).
INTRODUZIONE
Esempio di etichetta DPD ed
etichetta CLP di un medesimo
prodotto:
Con il Regolamento CLP cambia la modalità con la quale viene
espresso il pericolo.
È opportuno sottolineare che la classificazione e l’etichettatura dei
prodotti riflettono il tipo e la gravità dei pericoli intrinseci di una
sostanza o di una miscela, mentre la registrazione degli agrofarmaci
è fondata sulla valutazione del rischio, che ha lo scopo di stabilire in
quali condizioni questi possono essere impiegati senza rischi per la
salute e l’ambiente.
TEMPISTICHE DI APPLICAZIONE
Il CLP prevede tempistiche di applicazione differenti per sostanze
e miscele; mentre le prime devono essere obbligatoriamente
classificate secondo il CLP già dal 1 dicembre 2010, sono ormai
prossime anche le scadenze che riguardano le miscele, e quindi gli
agrofarmaci:
-i titolari di registrazione devono immettere sul mercato prodotti
con etichetta CLP obbligatoriamente a partire dal 1 giugno 2015;
-è possibile commercializzare prodotti con etichetta CLP prima di
tale data;
-gli agrofarmaci già immessi in commercio (allo scaffale) entro
il 1 giugno 2015 con etichetta DPD potranno essere commercializ zati dai rivenditori ed utilizzati dagli agricoltori senza necessità di
ri-etichettatura fino al 31 maggio 2017; entro la stessa data sarà,
dunque, possibile la presenza sul mercato di uno stesso prodotto
con etichetta DPD e CLP;
-il 31 maggio 2017 rappresenta il termine ultimo per lo ‘smaltimento
scorte’ al commercio e all’impiego degli agrofarmaci con
etichetta DPD; dal 1 giugno 2017 potranno essere commercializ zati ed impiegati solo agrofarmaci con etichetta CLP.
Le etichette DPD e CLP saranno entrambe disponibili sulla banca
dati del Ministero della Salute fino al 31 maggio 2017.
È opportuno precisare che, benché la classificazione e l’etichettatura
secondo il CLP costituiscono un obbligo per il produttore (titolare
di registrazione), sono comunque previste verifiche sia preventive
sia successive all’immissione in commercio da parte delle Autorità
Competenti.
LE SCHEDE DI SICUREZZA (SDS)
L’applicazione del CLP non modifica gli obblighi di fornitura della
scheda dati di sicurezza (SDS), che rimangono invariati; a partire dal
1 giugno 2015 la SDS dovrà essere compilata con i riferimenti e le
classificazioni previsti dal CLP; per gli agrofarmaci già immessi sul
mercato prima del 1 giugno 2015, è previsto un periodo transitorio
di 2 anni (fino al 31 Maggio 2017) in cui il vecchio formato - dove
compare ancora la classificazione anche secondo la DPD - potrà
essere comunque utilizzato, a patto che non vi intervengano
modifiche registrative che prevedono l’obbligo di etichettatura e
reimballaggio o revisioni.
INTRODUZIONE
ACQUISTO DI AGROFARMACI
L’attuale normativa in materia di acquisto di agrofarmaci (art. 25
del DPR 29072001) prevede che i prodotti classificati molto tossici,
tossici o nocivi possano essere venduti per l’impiego diretto, per sé
o conto terzi, soltanto a soggetti muniti dell’apposita autorizzazione
(patentino).
Considerando che:
- non è sempre possibile una conversione diretta tra la classificazione
DPD e la nuova classificazione CLP;
- il patentino diventerà obbligatorio per tutti gli utilizzatori professionali
solo a partire dal 26 novembre 2015 (in base a quanto previstodal
D.L. 150/2012, attuazione della direttiva sull’uso sostenibile
degli agrofarmaci);
-la Scheda Dati di Sicurezza fino al 31 maggio 2015 riporterà la
doppia classificazione (DPD e CLP);
-non esiste una specifica previsione normativa;
la posizione di Agrofarma, in attesa di un opportuno e risolutivo
chiarimento da parte delle Autorità Competenti, è che fino alla
data del 31 maggio 2015 (salvo l’esaurimento delle scorte dei
prodotti già immessi sul mercato), in caso di commercializzazione
di prodotti con etichetta CLP, si faccia riferimento alla Scheda Dati
di Sicurezza (SDS) per la gestione delle attività di vendita/acquisto
e stoccaggio.
IMPATTO SU ALTRE NORMATIVE CORRELATE
Le nuove disposizioni introdotte dal CLP vedono una ricaduta
su ulteriori normative correlate che fanno riferimento ai criteri di
classificazione ed etichettatura; ed in particolare: Seveso (D. Lgs.
334/199 e s.m.i.), Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (D. Lgs.
81/2008), Rifiuti (Allegati D e I alla Parte Quarta del D. Lgs. 152/2006
e s.m.i.), Contributo per la sicurezza alimentare (Circolare Ministero
delle Politiche Agricole Alimentari Forestali del 6 febbraio 2001, n.1),
Archivio Preparati Pericolosi (art. 45 CLP e D. Lgs. 65/2003).
PUBBLICAZIONE AGROFARMA
Al fine di garantire un adeguato supporto alla filiera e rendere disponibile uno strumento di facile lettura sulle principali caratteristiche e
sugli adempimenti derivanti dall'applicazione del Regolamento CLP
e dall’impatto sulle normative correlate, Agrofarma ha pubblicato
il libretto “La classificazione e l’etichettatura degli Agrofarmaci. Le
nuove regole”, indirizzato ai rivenditori e distributori di agrofarmaci,
tecnici e consulenti, vari interlocutori di filiera.
Il documento è disponibile sul sito www.agrofarma.it
INTRODUZIONE
IL NUOVO
REGOLAMENTO CLP
COME CAMBIA LA CLASSIFICAZIONE
DEI NOSTRI PRODOTTI
La classificazione e l’etichettatura degli agrofarmaci secondo il
nuovo regolamento CLP sarà obbligatoria a partire dal 1 giugno
2015; BASF, in qualità di titolare di registrazione, a partire da tale
data potrà commercializzare solo agrofarmaci etichettati in base alla
nuova normativa.
Al fine di garantire la disponibilità dei propri prodotti nel corso
della campagna 2015, BASF inizierà ad introdurre sul mercato
alcuni agrofarmaci con la nuova etichettatura CLP già nel corso dei
prossimi mesi, in funzione del periodo di maggior consumo e delle
proprie esigenze produttive.
Gli agrofarmaci acquistati con etichetta DPD entro il 31 maggio
2015 potranno essere commercializzati ed impiegati fino al
31 maggio 2017, senza necessità di procedere a ri-etichettatura.
Al fine di fornire una corretta e tempestiva informazione, le nuove
avvertenze e i nuovi pittogrammi di pericolo in base al Regolamento
CLP di tutti i nostri prodotti sono già riportati nell’appendice del
nostro catalogo; inoltre le schede di sicurezza (SDS) che saranno
consegnate con le nuove forniture riportano già le indicazioni
complete sulla classificazione ed etichettatura CLP.
Le etichette aggiornate dei nostri prodotti saranno sempre
disponibili sul nostro sito web www.agro.basf.it.
Occorre comunque prestare sempre la massima attenzione a quanto
riportato sull’etichetta apposta sulle confezioni.
Per comodità di consultazione, l’elenco dei nuovi pittogrammi di
pericolo, delle nuove indicazioni di pericolo e dei nuovi consigli di
prudenza previsti dal regolamento CLP sono riportati nella sezione
tecnica del nostro catalogo.
INTRODUZIONE
NOVITÀ 2015
2015: UN SENTIERO TRACCIATO E SOSTENIBILE
Il 2015 è un anno di grandi cambiamenti per l’Agricoltura.
Le nuove normative in tema di Agricoltura e di prodotti fitosanitari
premieranno la capacità di evoluzione e di ammodernamento del
comparto, nel pieno rispetto di un valore come la sostenibilità,
quale imprescindibile patrimonio di chi vorrà essere protagonista
del proprio futuro.
BASF ribadisce il proprio impegno nel condividere con gli agricoltori
il sentiero di crescita ed evoluzione già tracciato in passato, forte di
un 2014 di grandi soddisfazioni, riscosse sia con le nuove soluzioni di
difesa fungicida ed insetticida, che attraverso le numerose iniziative
di promozione e divulgazione.
PORTAFOGLIO PRODOTTI
Negli ultimi anni BASF ha fortemente rinnovato ed arricchito il
proprio catalogo, offrendo soluzioni alle esigenze degli Agricoltori,
che permettono di produrre di più, meglio e con minori risorse,
come i prodotti ad effetto AgCelence®; prodotti innovativi, come le
formulazioni a base di Initium® appartenenti alla famiglia ENERVIN®;
nuove potenzialità di portafoglio, come il fungicida Mais RETENGO®;
prodotti di completamento della propria gamma, come la rinnovata
linea insetticidi.
L'ampia e rinnovata offerta di BASF si arricchisce anche nel 2015.
Ad esempio, LBG 01F34, l’unico Fosfonato di Potassio registrato
in Italia come fitosanitario si presenta come prezioso partner nei
programmi più sofisticati di difesa del vigneto. Mentre nel portafoglio
dedicato al Riso, spicca l’erbicida GULLIVER® che integra e rafforza
la solida offerta già a disposizione della coltura.
Nel corso dell’anno si renderanno inoltre disponibili ulteriori novità
ed estensioni di etichetta di prodotti affermati.
La Ricerca BASF sarà infine impegnata nel 2015 a sviluppare nuove
soluzioni e a migliorare le linee tecniche per il futuro.
INTRODUZIONE
LE PIANTE SONO COME GLI UOMINI,
TUTTO DIPENDE DA COME SI FANNO
CRESCERE
ASPETTATI DI PIÙ
AgCelence® è il marchio globale BASF per i prodotti che inducono
effetti fisiologici positivi, atti a massimizzare le potenzialità produttive
della pianta.
AgCelence® supera la tradizionale soglia della protezione delle
colture in campo e facilitando l'incremento di qualità e quantità dei
raccolti crea valore incrementale a vantaggio dell’intera filiera.
L'ESSENZIALE DIFFERENZA
L'effetto AgCelence® migliora la commerciabilità delle produzioni
operando simultaneamente su più fronti.
1. Efficiente sviluppo della pianta: attraverso l'incremento del
bilancio foto sintetico e dell’attività della nitrato riduttasi.
2.Maggior tolleranza allo stress: aumento di vitalità e resistenza
a stress idrici e termici.
3.Raccolto ottimizzato: attraverso l'aumento della resa.
4.Miglioramento della qualità: espresso da parametri quali grado
Brix, proteine, conservabilità, colore, durezza.
Il marchio AgCelence® è alimentato da risultati di prove scientifiche
e di campo, in Italia e nel mondo con milioni di ettari trattati con
successo.
IL PORTAFOGLIO
In Italia, il portafoglio di prodotti ad effetto AgCelence® comprende
diversi marchi destinati a numerose colture:
-BELLIS®, BELLIS® DRUPACEE - Frutta
-CABRIO® DUO, CABRIO® TOP, SIGNUM® - Orticole
-COMET®, OPERA®, SYSTIVA® - Cereali
-RETENGO® NEW - Mais
AgCelence® rappresenta un’ottima sintesi dei valori essenziali della
strategia BASF in Agricoltura:
Innovazione, Soluzioni oltre la difesa delle colture, Sostenibilità.
INTRODUZIONE
NOVITÀ 2015
IMPORTANTI INIZIATIVE
Quest’anno, non mancheranno importanti iniziative di supporto al
territorio, quali:
-BASF PRO esperienze in campo, utili occasioni di aggiornamento
e di vivace scambio tra gli operatori;
-AgCelence® Ambassadors, il programma che si propone di
diffondere la conoscenza sui vantaggi per l’agricoltore offerti
dal portafoglio prodotti ad effetto AgCelence®;
-Programmi di training rivolti ai tecnici del settore, dai
contenuti modulati sulle diverse esigenze territoriali;
-Campagne di informazione veicolate attraverso i mezzi
di comunicazione più consultati nel settore.
Con partner selezionati sono stati, inoltre, avviati importanti servizi
a supporto dell’Agricoltore, sia da un punto di vista finanziario che
tecnico.
Si amplia e si rafforza la campagna a favore de Il più grande
lavoro sulla terra, con l’obiettivo di puntare i riflettori sul ruolo
dell’Agricoltura nel nostro mondo e dare spazio ai volti, alle voci e alle
testimonianze degli Agricoltori (www.ilpiugrandelavorosullaterra.it)
WEB
Nel 2015 BASF rinnova la propria piattaforma online www.agro.basf.it
arricchendola di contenuti dinamici ed utilità per i diversi attori della
filiera, che saranno costantemente aggiornati con le notizie e le
novità più interessanti nel corso dell’anno.
BASF 2015: proseguiamo con fiducia su un sentiero tracciato
e sostenibile.
La popolazione mondiale è in
crescita e, con essa, crescono
anche le sue aspettative e le sue
esigenze alimentari. Agli Agricoltori
viene richiesto di produrre raccolti
di qualità caratterizzati da valori
nutrizionali elevati, sapore gustoso
e aspetto invitante.
Frutta e verdura che non rispettino
gli standard da aziende e
consumatori, verranno scartati.
Per questo BASF lavora con gli
Agricoltori proponendo soluzioni
sostenibili che aiutino le colture
a crescere sane e in quantità
adeguata a nutrire il mondo intero.
BASF sostiene gli Agricoltori,
perchè siamo tutti nelle loro mani.
INDICE GENERALE
SEZIONE
PAG
CONTENUTO
ERBICIDI
20
22
26
INDICE SOLUZIONI
NOME SCIENTIFICO INFESTANTI
SCHEDE PRODOTTO
FUNGICIDI
66
70
72
INDICE SOLUZIONI
NOME SCIENTIFICO PATOGENI
SCHEDE PRODOTTO
PRODOTTI
PER LA CONCIA
69
70
156
INDICE SOLUZIONI
NOME SCIENTIFICO PATOGENI
SCHEDE PRODOTTO
INSETTICIDI
162
164
168
INDICE SOLUZIONI
NOME SCIENTIFICO PARASSITI
SCHEDE PRODOTTO
SPECIALI
208
210
INDICE SOLUZIONI
SCHEDE PRODOTTO
SEZIONE
TECNICA
217
INDICE
INTERVALLI DI SICUREZZA
ELENCO CENTRI ANTIVELENI
CLASSIFICAZIONE PREPARATI PERICOLOSI
REGOLAMENTO CLP
CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF SECONDO CLP E DPD
TRASPORTO E STOCCAGGIO
APPUNTI
254
ERBICIDI
ERBICIDI SOLUZIONI
INDICE
PRODOTTO
20
PAG
DESCRIZIONE
AKRIS
Dimethamid-p +
Terbutilazina
26
Erbicida di pre e post-emergenza precoce
del Mais
ALGEDI
Tritosulfuron +
Dicamba
28
Erbicida di post-emergenza per le infestanti
Dicotiledoni di Frumento, Orzo e Mais
ALTOREX
Imazamox
30
Erbicida di post-emergenza di Erba medica,
Fagiolino, Fagiolo, Fava, Favino e Pisello
ARAMO 50
Tepraloxidim
32
Erbicida di post-emergenza per Barbabietola da
zucchero, Pisello e Soia
AURA
Profoxydim
34
Erbicida di post-emergenza selettivo per Riso
BASAGRAN SG
Bentazone
36
Erbicida di post-emergenza selettivo per
Fagiolino, Fagiolo, Fava, Favino, Frumento,
Mais, Pisello, Soia e Sorgo
BUTISAN S
Metazaclor
38
Erbicida di pre e post-emergenza selettivo per
Aglio, Carciofo, Cavoli, Colza e Patata
CORUM
Imazamox +
Bentazone
40
Erbicida di post-emergenza per Fagiolino,
Fagiolo, Pisello e Soia
GULLIVER
Azimsulfuron
42
Erbicida solfonilureico di post-emergenza
selettivo per il Riso
ERBICIDI SOLUZIONI
PRODOTTO
PAG
DESCRIZIONE
KELVIN DUO
Nicosulfuron +
Rimsulfuron
44
Erbicida di post-emergenza del Mais
NAAK 480
Dicamba
46
Erbicida di post-emergenza per le infestanti
Dicotiledoni di Asparago, Cereali, Mais, Pascoli,
Prati ornamentali e Sorgo da granella
OKLAHOMA
Imazamox +
Pendimethalin
48
Erbicida di pre-emergenza per Fava e Favino
SPECTRUM
Dimethamid-p
50
Erbicida graminicida di pre e post-emergenza
precoce selettivo per Mais con azione
complementare su Dicotiledoni
STOMP AQUA
Pendimethalin
52
Erbicida per il controllo di infestanti
Dicotiledoni e Graminacee annuali per tutte
le colture Estensive, Frutticole, Orticole e
per la Vite
STRATOS
Cycloxydim
56
Erbicida graminicida di post-emergenza per
colture Frutticole, Oleaginose, Orticole e Vite
STRATOS
ULTRA
Cycloxydim
58
Erbicida graminicida di post-emergenza per
colture Frutticole, Oleaginose, Orticole, Riso
e Vite
TOOLER
Tritosulfuron
62
Erbicida di post-emergenza per le infestanti
Dicotiledoni di Frumento, Mais e Orzo
21
ERBICIDI NOME SCIENTIFICO
INFESTANTI
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
Acalifa
Acalypha virginica
Carota selvatica
Daucus carota
Agrotide annuale
o Cappellini
dei campi
Apera spica-venti
Cardamine
Cardamine hirsuta
Cencio molle
Abutilon teophrasti
Amaranto
- comune
Amaranthus spp.
Amaranthus retroflexus
Centonchio dei campi
Anagallide
Cerastio cespitoso
Cerastium
Cipollino comune
Scirpus maritimus
Coda cavallina
Equisetum spp.
Correggiola
Polygonum aviculare
Crisantemo
Chrysanthemum
morifolium
Eliotropio
Heliotropium
Erba codina
o Coda di topo
Alopecurus
myosuroides
Erba morella
Solanum nigrum
Aspraggine
Picris spp.
Assenzio selvatico
Artemisia vulgaris
Atriplice
Atriplex patula
Attaccamani
Galium aparine
Attaccaveste
Galium spp.
Avena
- fatua
Avena spp.
Avena selvatica
Borsapastore
comune o
Borsa del pastore
Capsella
bursa-pastoris
Caglio
Galium aparine
Erba ruota
Lamium spp.
Lamium amplexicaule
Camomilla
- comune
Matricaria spp.
Matricaria chamomilla
Erba storna
Thlapsi arvense
Canapa selvatica
Galeopsis tetrahit
Euforbia calenzuola
Euphorbia helioscopia
Canapetta
Galeopsis segetum
22
ERBICIDI NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
Farinello
-comune
o Farinaccio
Chenopodium spp.
Chenopodium album
Leptocloa
Leptochloa
Linaria
Linaria abetiforme
Falsa gramigna
Agropyron repens
Lisca dei prati
Scirpus mucronatus
Fienarola annua
Poa
Lisca maggiore
Typha latifolia
Fiordaliso
Centaurea cyanus
Logli
Lolium spp.
Fitolacca (Uva turca)
Phytolacca americana
Mercorella comune
Mercurialis annua
Forasacco
Bromus spp.
Miagro
- liscio
- peloso
Myagrum perfoliatum
Rapistrum rugosum
Forbicina
Bidens spp.
Bidens tripartita
Morso di gallina
o Centocchio
comune
Stellaria media
Nappole
Xanthium spp.
Echinochloa crus galli
Panicum
dichotomiflorum
Nontiscordardimè
Myosotis arvensis
Ortica
Urtica spp.
Girasole
Helianthus annuus
Pabbio
Setaria spp.
Gramigna comune
Cynodon dactylon
Panico delle risaie
Panicum
dichotomiflorum
Grespino dei campi
Sonchus oleraceus
Piantaggine
maggiore
Plantago spp.
Fumaria comune
Fumaria officinalis
Galinsoga comune
Galinsoga parviflora
Giavone
- comune
- americano
Iva comune (Bugula)
Ajuga
23
ERBICIDI NOME SCIENTIFICO
INFESTANTI
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
Poligoni
- convolvolo
- nodoso
Senecione comune
Senecio vulgaris
Silene
Silene spp.
- persicaria
Polygonum spp.
Polygonum convolvulus
Polygonum
lapathifolium
Polygonum persicaria
Sorghetta
Sorghum halepense
Porcellana comune
Portulaca oleracea
Spergola delle messi
Spergula
Stramonio comune
Datura stramonium
Stregona annuale
Stachys annua
Veccia
Vicia spp.
Veronica dei campi
Veronica spp.
Villucchio
- bianco
- comune
Calystegia sepium
Convolvulus arvensis
Viola
- dei campi
Viola arvensis
Visnaga maggiore
Ammi majus
Zucchino
americano
Sicyos angulatus
Ranuncolo
- dei campi
- strisciante
Ranunculus spp.
Ranunculus repens
Ravanelli
- selvatico
Raphanus spp.
Raphanus raphanistrum
Riso crodo
Oryza rufipogon
Romice crespo
Rumex crispus
Rosolaccio o
Papavero
Papaver rhoeas
Ruchetta
Sanguinella
Diplotaxis spp.
Digitaria sanguinalis
Scagliola
Phalaris spp.
Senape
- selvatica
Sinapis spp.
Sinapis arvensis
24
ERBICIDI AKRIS®
AKRIS®
ERBICIDA DI PRE E POST-EMERGENZA PRECOCE DEL MAIS
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 25,2 g
di Dimethenamid-p
(pari a 280 g/l)
e 22,5 g di
Terbutilazina
(pari a 250 g/l)
FORMULAZIONE
Suspo
emulsione (SE)
CLASSIFICAZIONE
CARATTERISTICHE
AKRIS® è un erbicida di pre-emergenza per il controllo delle Dicotiledoni e delle
Graminacee del Mais.
MODALITÀ D’USO
Il prodotto si impiega in pre-emergenza o post-emergenza precoce del Mais, con
infestanti allo stadio di 1-2 foglie vere per le Monocotiledoni e 2-3 foglie vere per le
Dicotiledoni.
Impiegare la dose più elevata su terreni di medio-impasto o argillosi
in presenza di forti infestazioni di Echinocloa crus galli o Poligonum convolvolus,
Solanum nigrum, Sorghum halepense e la dose più bassa su terreni con
tessitura sabbiosa.
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
INFESTANTI CONTROLLATE
REG. MIN. SALUTE
Dicotiledoni: Acalifa, Amaranto, Camomilla comune, Centocchio comune,
Convolvolo, Correggiola, Erba morella, Farinello comune, Forbicina, Galinsoga,
Poligono persicaria e Porcellana comune.
N° 9872
del 07-01-1999
Graminacee: Giavone comune, Pabbio, Panico delle risaie, Sanguinella
e Sorghetta da seme.
CONFEZIONE
Tanica da 5 litri
IMBALLO
Cartone
- da 4 taniche
26
ERBICIDI AKRIS® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
INFESTANTI
DOSE
(l/ha)
MAIS
Dicotiledoni,
Monocotiledoni
2-3
EPOCA
D’IMPIEGO
Pre-emergenza
o post-emergenza precoce
VOLUME
ACQUA (l/ha)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
100-400
-
27
ERBICIDI ALGEDI®
ALGEDI®
ERBICIDA DI POST-EMERGENZA PER LE INFESTANTI
DICOTILEDONI DI FRUMENTO, ORZO E MAIS
COMPOSIZIONE
CARATTERISTICHE
100 g di prodotto
contengono 25 g
di Tritosulfuron
puro e 50 g di
Dicamba
ALGEDI® è un erbicida di post-emergenza ad ampio spettro d’azione, ideale per
il controllo delle infestanti Dicotiledoni di Frumento (duro e tenero), Mais e Orzo.
ALGEDI® è assorbito dalle foglie delle malerbe e traslocato velocemente verso i
loro apici meristematici.
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
MODALITÀ D’USO
N, pericoloso per
l’ambiente
Applicare ALGEDI® alle dosi di 120-200 g/ha (Frumento ed Orzo) e 150-200 g/ha
(Mais), disciolti in 200-600 l/ha (Frumento ed Orzo) o 200-400 (Mais).
ALGEDI® deve essere sempre impiegato in miscela con il coadiuvante liquido
DASH® HC, secondo le modalità ed i dosaggi illustrati in tabella. Il momento
ottimale dell’applicazione è quello compreso fra le 2 e le 4 foglie vere delle
infestanti, momento nel quale si mostrano in attiva crescita.
REG. MIN. SALUTE
INFESTANTI CONTROLLATE
CLASSIFICAZIONE
N° 12361
del 03-09-2010
CONFEZIONE
Astuccio:
- 4 flaconi da
0,2 kg di ALGEDI®
- 4 flaconi da
1 litro di DASH® HC
IMBALLO
Cartone
- da 4 astucci
28
Dicotiledoni: Acalifa, Amaranto comune, Atriplice, Borsapastore comune,
Camomilla comune, Centonchio dei campi, Crisantemo, Erba ruota, Erba storna,
Farinello comune, Forbicina, Girasole, Morso di gallina, Nappola italiana,
Ortica minore, Poligono convolvolo, Poligono persicaria, Porcellana comune,
Ravanello selvatico, Romice crespo, Senape, Stramonio comune, Uva turca
e Veccia.
ERBICIDI ALGEDI® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
(g/ha)
EPOCA
D’IMPIEGO
FRUMENTO DURO E
TENERO, ORZO
120-200
Da inizio accestimento a
inizio botticella
MAIS
150-200
Da 2 a 8 foglie della coltura
DOSE DI
DASH HC (l/ha)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
0,5
-
1
-
29
ERBICIDI ALTOREX®
ALTOREX®
ERBICIDA DI POST-EMERGENZA DI ERBA MEDICA, FAGIOLINO,
FAGIOLO, FAVA, FAVINO E PISELLO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 3,7 g
di Imazamox (pari
a 40 g/l)
FORMULAZIONE
Concentrato
solubile (SL)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 10926
del 15-05-2001
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
CARATTERISTICHE
ALTOREX® è un diserbante che agisce sulle infestanti per assorbimento fogliare
e radicale. ALTOREX® penetra velocemente nella pianta e viene traslocato verso
i punti di accrescimento dei germogli e delle radici.
ALTOREX® provoca un rapido arresto della crescita delle malerbe bersaglio, seguito
da un progressivo ingiallimento. Di norma, la morte delle infestanti avviene circa 10
giorni dopo l’applicazione del prodotto.
MODALITÀ D’USO
La migliore efficacia di ALTOREX® si evidenzia su infestanti appena emerse e,
comunque, che non abbiano superato lo stadio di sviluppo di 2-4 foglie vere
per le Dicotiledoni e di 1-3 foglie per le Graminacee. In presenza di elevate
infestazioni di Graminacee si consiglia di aggiungere un erbicida graminicida
specifico (es. STRATOS®).
AVVERTENZE
Nel caso in cui dopo il trattamento con ALTOREX® si debba forzatamente riseminare
l’appezzamento, oltre alle stesse colture autorizzate possono essere impiantati anche
Cece, Insalate, Radicchio e Trifoglio. Lasciar passare, invece, un periodo di almeno
4 mesi prima di seminare Cavoli, Orzo, Patata o Pomodoro, nonché varietà di
Frumento, Girasole e Mais, non dichiaratamente resistenti agli erbicidi imidazolinoni.
Barbabietola da zucchero e Colza (varietà non resistenti) possono essere seminate
solo dopo 6 mesi dal trattamento, previa aratura del terreno. ALTOREX® può essere
miscelato con erbicidi ad azione graminicida specifica. Evitare la miscela con prodotti
a base di aminoacidi.
INFESTANTI CONTROLLATE
Amaranto, Atriplice, Attaccamani, Borsapastore comune, Carota selvatica,
Cencio molle, Erba codina, Erba morella, Logli, Miagro liscio, Nappole, Poligoni,
Ravanelli, Senape, Stramonio comune, Stregona annuale e Visnaga maggiore.
30
ERBICIDI ALTOREX® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(l/ha)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
ERBA MEDICA
0,75-1
Trattamento primaverile:
a 4 cm di altezza della coltura
Trattamento autunnale:
da una settimana dopo l’ultimo sfalcio
dell’anno e, preferibilmente, quando la
Medica inizia a perdere le foglie e con
infestanti non molto sviluppate
40
FAGIOLINO, FAGIOLO
PISELLO
0,75-1
Post-emergenza precoce quando le
colture hanno differenziato le prime 2-4
foglie vere su infestanti appena emerse e
comunque non oltre lo stadio di 2-4 foglie
vere per le Dicotiledoni e di 1-3 foglie per
le Graminacee
35
Trattare in post-emergenza, quando le
colture hanno differenziato le prime 2-4
foglie vere
35
FAVA, FAVINO
0,5-0,75
31
ERBICIDI ARAMO® 50
ARAMO® 50
ERBICIDA DI POST-EMERGENZA PER BARBABIETOLA
DA ZUCCHERO, PISELLO E SOIA
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 5,3 g
di Tepraloxydim
puro (pari a 50 g/l)
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
CARATTERISTICHE
ARAMO® 50 è un erbicida sistemico di post-emergenza per il diserbo di
Barbabietola da zucchero, Pisello e Soia.
ARAMO® 50 è assorbito prevalentemente per via fogliare ed è attivo sulle
infestanti Graminacee annuali e perenni. La sua attività si manifesta con un
progressivo disseccamento della pianta, che si completa in 15-20 giorni.
MODALITÀ D’USO
ARAMO® 50 controlla le infestanti emerse al momento del trattamento. I migliori
risultati si ottengono trattando su infestanti in attiva crescita. Condizioni sfavorevoli
al momento del trattamento, quali freddo, siccità, infestanti in stato di stress, etc.
possono ridurre l’attività del prodotto.
AVVERTENZE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
ARAMO® 50 è miscibile con i principali erbicidi dicotiledonicidi. Trattare su coltura
asciutta. Eventuali precipitazioni cadute a distanza di 1 ora dal trattamento non
compromettono l’efficacia del prodotto. Non trattare colture in evidente stato
di stress. Nel caso di fallimento della coltura attendere due settimane prima di
seminare Graminacee. Alle dosi più elevate ed in particolari condizioni climatiche
(siccità o basse temperature) sono possibili lievi e transitori ingiallimenti fogliari
che scompaiono dopo qualche giorno e non influenzano la produzione.
IMBALLO
INFESTANTI CONTROLLATE
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
Graminacee estive: Cereali spontanei, Giavone comune, Pabbio,
Sanguinella e Sorghetta.
N° 12953
del 11-10-2005
CONFEZIONE
Graminacee invernali: Avena selvatica, Coda di volpe, Fienarola annua,
Forasacco, Logli e Scagliola.
32
ERBICIDI ARAMO® 50 CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
INFESTANTI
DOSE
(l/ha)
BARBABIETOLA
DA ZUCCHERO
PISELLO
Graminacee annuali
1,0-1,5
1,5
Sorghetta da seme
e da rizoma
2,0
Graminacee annuali
1,0-1,5
1,5
SOIA
Sorghetta da seme
e da rizoma
2,0
Graminacee annuali
1,0-1,5
1,5
Sorghetta da seme
e da rizoma
2,0
EPOCA
D’IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Dallo stadio di 3 foglie vere
fino ad inizio accestimento
Dallo stadio d’inizio
accestimento fino a fine
accestimento
56
Con piante infestanti
alte 20-50 cm
56
Dallo stadio di 3 foglie vere
fino ad inizio accestimento
Dallo stadio d’inizio
accestimento fino a fine
accestimento
35
Con piante infestanti
alte 20-50 cm
35
Dallo stadio di 3 foglie vere
fino ad inizio accestimento
Dallo stadio d’inizio
accestimento fino a fine
accestimento
49
Con piante infestanti
alte 20-50 cm
49
33
ERBICIDI AURA®
AURA®
ERBICIDA DI POST-EMERGENZA SELETTIVO PER RISO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 20,8 g
di Profoxydim
(pari a 200 g/l)
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
CARATTERISTICHE
È un erbicida di post-emergenza specifico per la lotta contro i Giavoni ed altre
Malerbe graminacee che infestano la risaia.
AURA® assicura un ottimo controllo su Giavoni bianchi e Giavoni rossi. I Giavoni
bianchi sono controllati fino a metà accestimento ed i Giavoni rossi sino allo
stadio di fine accestimento. AURA®, applicato per il controllo dei Giavoni, risulta
essere efficace anche contro la Leptochloa f. Dotato di attività sistemica, questo
erbicida agisce principalmente per assorbimento fogliare e non presenta attività
residuale. Il formulato viene rapidamente assorbito dalle foglie e traslocato ai
centri di crescita. L’attività di AURA® si esplica inibendo la formazione di sostanze
fondamentali per la crescita delle infestanti, che muoiono in 2-3 settimane.
AURA® può essere applicato su tutti i tipi di terreno, sia su Riso a semina
tradizionale in acqua, che su coltura a semina interrata.
REG. MIN. SALUTE
MODALITÀ D’USO
N° 11012
del 25-09-2001
AURA® deve sempre essere utilizzato in miscela estemporanea con lo specifico
coadiuvante DASH® HC. Coadiuvanti diversi, infatti, possono ridurne o, addirittura,
annullarne l’attività erbicida. La dose di DASH® HC da aggiungere dipende dai
volumi d’acqua utilizzati. Un sovradosaggio può provocare fitotossicità, un
sottodosaggio riduce l’efficacia erbicida.
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
Per preparare la miscela AURA® + DASH® HC si consiglia di agire nel seguente
modo:
1.Agitare le confezioni;
2.Riempire il serbatoio dell’irroratrice con acqua pulita (circa la metà del volume
necessario);
3.Azionare l’agitatore;
4.Aggiungere AURA® e poi DASH® HC, mantenendo l’agitatore in funzione
aggiungere acqua sino al raggiungimento del volume necessario;
5.Distribuire la miscela uniformemente con attrezzature munite di ugelli a ventaglio
e regolate per un’erogazione a bassa pressione (2-4 bar);
6.Impiegare da 200 a 300 litri d’acqua per ettaro evitando sovrapposizioni.
L’intervento va eseguito su risaia sgrondata e con terreno saturo.
Si consiglia di ristabilire il normale livello di acqua dopo 3-5 giorni dall’applicazione.
34
ERBICIDI AURA® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
AVVERTENZE
È necessario trattare con infestanti in attiva crescita e vegetazione asciutta. Non applicare il prodotto
con Riso non ben radicato, sofferente o coltivato in condizioni sfavorevoli quali livelli d’acqua troppo
alti, carenze idriche o nutrizionali, elevate concentrazioni saline. Queste considerazioni valgono in modo
particolare su varietà sensibili: Arborio, Ariete, Baldo, Carnaroli, S. Andrea, Vialone nano e Volano.
Per varietà di Riso di recente introduzione o poco conosciute, si consiglia di effettuare un saggio preliminare
su una piccola superficie e di attendere almeno 7-10 giorni prima di applicare il prodotto a pieno campo in
modo da poter valutare eventuali sintomi di fitotossicità. L’impiego di dosi elevate, specie in giornate con
scarsa luminosità ed in caso di sovrapposizioni, può provocare ingiallimenti fogliari che scompaiono in 3-4
settimane. Condizioni climatiche avverse rischiano di diminuire efficacia e/o selettività di AURA®. Invece,
piogge che cadono dopo un’ora dal trattamento non pregiudicano l’efficacia del prodotto. Si sconsiglia
di concimare nei 10 giorni precedenti e nei primi giorni successivi al trattamento. In caso di risemina o
trapianto di una coltura diversa dal Riso attendere almeno 7 giorni dal trattamento stesso.
INFESTANTI CONTROLLATE
Erba codina, Giavone, Giavone americano, Logli e Sanguinella.
DOSE
AURA (l/ha)
VOLUME
ACQUA (l/ha)
DOSE DASH
HC* (conc.)
Da 3 foglie a 2 culmi
di accestimento, con
massimo di 3 foglie per
culmo di accestimento
0,4
200-300
0,2-0,25%
Inizio accestimento
(1-2 culmi ben formati)
Da 3 foglie a 3-5 culmi
di accestimento, con
massimo di 4 foglie nel
culmo più vecchio
0,5
200-300
0,25-0,3%
Pieno accestimento
Giavoni bianchi: pieno
accestimento Giavoni
rossi: fino a pieno
accestimento
0,6-0,8
200-300
0,3-0,35%
Fine accestimento
Fine accestimento
1,0
200-300
0,3-0,4%
COLTURA
STADIO MINIMO DI
SVILUPPO DEL RISO
STADIO DI SVILUPPO
DEI GIAVONI
RISO
5 foglie (ben radicato)
* DOSE DASH HC (concentrazione)
DASH® HC deve essere usato a concentrazione variabile sulla base del volume d’acqua impiegato (per esempio,
0,3 significa usare 0,3 litri di DASH® HC ogni 100 litri d’acqua, ovvero 0,6 litri in 200 litri di soluzione e 0,9 litri
in 300 litri di soluzione). Per i rispettivi volumi di acqua usare la dose minima di DASH® HC in condizioni di elevata
recettività di infestanti e coltura. È consentita un’applicazione per stagione, entro la fine dell’accestimento.
35
ERBICIDI BASAGRAN® SG
BASAGRAN® SG
ERBICIDA DI POST-EMERGENZA SELETTIVO PER FAGIOLINO,
FAGIOLO, FAVA, FAVINO, FRUMENTO, MAIS, PISELLO, SOIA E
SORGO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 87 g
di Bentazone
CARATTERISTICHE
Granuli
idrosolubili (WG)
BASAGRAN® SG è un erbicida formulato in granuli idrosolubili attivo contro
la maggior parte delle infestanti a foglia larga e sulle Ciperacee.
BASAGRAN® SG viene principalmente assorbito dalle parti verdi della pianta e,
in parte, traslocato. Agisce per contatto.
BASAGRAN® SG è caratterizzato da elevata concentrazione di sostanza attiva
e da rapida dispersibilità nell’acqua della botte; permette di ridurre notevolmente
i dosaggi ed assicura praticità d’impiego.
CLASSIFICAZIONE
MODALITÀ D’USO
FORMULAZIONE
Xn, nocivo
REG. MIN. SALUTE
Su Mais è consigliabile aggiungere a BASAGRAN® SG olio minerale,
alla dose di 2 l/ha. Su Pisello BASAGRAN® SG è miscibile con ALTOREX®.
Su Soia, ridurre la dose di BASAGRAN® SG a 1 l/ha.
N° 9843
del 03-12-1998
AVVERTENZE
CONFEZIONE
Tanica da 5 litri
IMBALLO
Cartone
- da 4 taniche
Non superare la dose massima di 1,0 kg/ha/anno di Bentazone; su Soia,
in presenza di infestanti resistenti ad erbicidi inibitori dell’enzima ALS, per
garantire una gestione adeguata della resistenza, non superare la dose massima
di 1,25 kg/ha/anno di Bentazone. Non trattare in una fascia di rispetto di 5 metri da
corpi idrici superficiali. Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo contenitore.
Per proteggere le piante non bersaglio non trattare in una fascia di rispetto di 5 m
da vegetazione naturale.
INFESTANTI CONTROLLATE
Amaranto comune, Attaccamani, Borsa del pastore, Camomilla comune,
Cencio molle, Centocchio, Erba morella, Erba porcellana, Falsa camomilla,
Farinaccio comune, Forbicina, Girasole, Lisca dei prati, Lisca maggiore,
Nappole, Poligoni, Ravanello selvatico, Senape selvatica e Stramonio comune.
36
ERBICIDI BASAGRAN® SG CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(kg/ha)
FAGIOLO, FAGIOLINO
FAVA, FAVINO
0,6-1,1
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Quando la coltura è allo stadio di 2-3 foglie vere
30
60
FRUMENTO
1,1
A partire dalla 3a foglia del Grano
MAIS
1,1
Con infestanti Dicotiledoni allo stadio di 3-6
foglie vere
-
PISELLO
0,6-1,1
Quando la coltura ha raggiunto l’altezza di almeno
8-10 cm e con infestanti non oltre le 2-4 foglie
30
SOIA
0,6-1,1
Nei primi stadi di sviluppo delle infestanti di
2-3 foglie vere
60
1,1
Quando la coltura è allo stadio di 3-6 foglie
-
SORGO
37
ERBICIDI BUTISAN® S
BUTISAN® S
ERBICIDA DI PRE E POST-EMERGENZA SELETTIVO
PER AGLIO, CARCIOFO, CAVOLI, COLZA E PATATA
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 43,5 g
di Metazaclor
(pari a 500 g/l)
CARATTERISTICHE
BUTISAN® S è un erbicida che può essere utilizzato sia in pre che in postemergenza precoce per il controllo delle infestanti Dicotiledoni e Graminacee.
BUTISAN® S è attivo sia sui semi delle infestanti in fase di germinazione,
sia sulle malerbe nelle prime fasi del loro sviluppo.
FORMULAZIONE
Sospensione
concentrata (SC)
MODALITÀ D’USO
CLASSIFICAZIONE
Preparare finemente il terreno, impiegando la dose più bassa nei terreni più sciolti.
Impiegare il prodotto fitosanitario con un livello massimo di 1 kg/ha di sostanza
attiva ogni 3 anni sullo stesso campo.
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
INFESTANTI CONTROLLATE
REG. MIN. SALUTE
N° 6766
del 30-07-1986
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
38
Dicotiledoni: Amaranto, Borsapastore comune, Camomilla, Camomilla comune,
Erba morella, Erba ruota, Farinello, Grespino dei campi, Mercorella comune,
Morso di gallina, Nontiscordardimé, Ortica, Poligono persicaria, Ranuncolo,
Rosolaccio e Veronica.
Graminacee: Agrostide annuale, Erba codina, Fienarola annua, Giavone, Logli,
Pabbio e Sanguinella.
ERBICIDI BUTISAN® S CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(l/ha)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
AGLIO
1,5-2
Subito dopo la messa a dimora dei bulbilli
o in post-emergenza quando la coltura ha sviluppato
2-4 foglie
-
CARCIOFO
1,5-2
Nuovi impianti: 15-20 gg dopo la messa a dimora
dei carducci. In produzione: dopo le lavorazioni e la
rincalzatura sul terreno privo di infestanti
-
CAVOLO
1,5-2
Dopo il trapianto della coltura
-
Pre-emergenza: entro il 3° giorno dalla semina
Post-emergenza precoce: quando la coltura
ha sviluppato almeno le prime 2 foglie vere
-
Pre-emergenza della coltura
-
COLZA
2
PATATA
1-2
39
ERBICIDI CORUM®
CORUM®
ERBICIDA DI POST-EMERGENZA PER FAGIOLINO, FAGIOLO,
PISELLO E SOIA
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 43,1 g
di Bentazone puro
(pari a 480 g/l), 2 g
di Imazamox puro
(pari a 22,4 g/l),
100 g di
Coformulanti q.b
FORMULAZIONE
Concentrato
solubile (SL)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
REG. MIN. SALUTE
N° 14884
del 14-12-2011
CARATTERISTICHE
CORUM® è la nuova soluzione erbicida completa di post-emergenza per Fagiolino,
Fagiolo, Pisello e Soia.
CORUM®, selettivo e rapidamente assorbibile, è attivo sulla maggior parte delle
infestanti a foglia larga e molte Graminacee. Assorbito sia dalle foglie, sia dalle
radici viene traslocato verso gli apici vegetativi delle malerbe sensibili, causando
dapprima un arresto della crescita, successivamente ingiallimenti e necrosi fogliari.
La morte delle piante sopraggiunge dopo circa 1-2 settimane.
CORUM® è composto da due principi attivi dotati di differente meccanismo
d’azione, fattore che consente un miglior controllo delle Infestanti ALS resistenti.
MODALITÀ D’USO
Su tutte le colture CORUM® va normalmente impiegato in ragione di un'applicazione
all’anno, avendo cura di effettuare una corretta bagnatura delle infestanti. Il volume di
acqua consigliato è compreso fra i 200 ed i 300 l/ha. L’aggiunta di DASH HC®, migliora
l’efficacia di CORUM® su alcune infestanti bersaglio, soprattutto quando si opera in
condizioni sfavorevoli d’intervento. La dose di DASH HC® è variabile in funzione della
coltura: su Fagiolino, Fagiolo, Pisello e Soia è di 0,25-0,3 l/hl, salendo a 0,5 l/hl su
Pisello e Soia in caso di forti infestazioni, oppure in condizioni di stress delle infestanti
o quando queste ultime si trovino nello stadio di sviluppo al limite di sensibilità verso il
prodotto.
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
40
AVVERTENZE
Le dosi d’applicazione riportate in tabella possono essere distribuite anche in due
applicazioni a dosi dimezzate, distanziandole fra loro di 1-2 settimane, a seconda
delle condizioni ambientali. In questo caso si consiglia di anticipare il primo
trattamento ai seguenti stadi fenologici delle colture: 2 foglie intere per il Fagiolo;
prima foglia intera per il Pisello; prima foglia unifogliata per la Soia.
Non superare la dose massima di 1,0 kg/ha/anno di Bentazone; su Soia, in
presenza di infestanti resistenti ad erbicidi inibitori dell’enzima ALS, per garantire una
gestione adeguata della resistenza, non superare la dose massima di 1,25 kg/ha/
anno di Bentazone. Non trattare in una fascia di rispetto di 5 metri da corpi idrici
superficiali.
ERBICIDI CORUM® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
INFESTANTI CONTROLLATE
Amaranto, Attaccamano, Borsa del pastore, Camomilla, Cencio molle, Erba cornacchia, Erba
morella, Erba porcellana, Farinacci, Fumarie, Galinsoga comune, Giavone comune, Grespini,
Ibisco vescicoso, Papavero, Poligoni, Senape nera, Senapi, Stramonio comune, Veronica e
Visnaga maggiore.
COLTURA
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(l/ha)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
FAGIOLINO, FAGIOLO
PISELLO
1,25
Trattare in post-emergenza precoce, quando la
coltura ha raggiunto lo stadio di 2-3 foglie vere
(2° foglia intera - 1° foglia trifogliata) e le infestanti
Dicotiledoni sono nei primi stadi di sviluppo
Non trattare con colture oltre la fase fenologica di
formazione dei germogli laterali. Aggiungere DASH®
HC 0,25-0,30 l/hl salendo a 0,5 l/hl su Pisello
35
SOIA
1,9
Trattare in post-emergenza precoce, quando la
coltura ha raggiunto lo stadio di 1° foglia trifogliata
e le infestanti Dicotiledoni sono nei primi stadi
di sviluppo. Non trattare con colture oltre la fase
fenologica di formazione dei germogli laterali
Aggiungere DASH® HC 0,25-0,5 l/hl
60
41
ERBICIDI GULLIVER®
GULLIVER®
ERBICIDA SOLFONILUREICO DI POST-EMERGENZA
SELETTIVO PER IL RISO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 50 g
di Azimsulfuron
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CARATTERISTICHE
GULLIVER® è un erbicida solfonilureico di post-emergenza attivo nei confronti
delle principali infestanti della risaia, caratterizzato da bassa dose d‘impiego,
buona selettività ed ottimo profilo ecotossicologico.
Poiché GULLIVER® non ha attività residuale, l’effetto erbicida si manifesta solo
sulle infestanti presenti al momento del trattamento.
Nel contesto della tecnologia CLEARFIELD®, l'utilizzo di GULLIVER® permette
un ottimale controllo di Bolboschoenus maritimus e Cyperus difformis
di in caso di infestazioni elevate.
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 9181
del 27-03-1997
CONFEZIONE
Flacone con
dosatore da 0,1 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
NOVITÀ
MODALITÀ D’USO
GULLIVER® deve essere applicato su riso allo stadio compreso tra le 3 foglie e
l'accestimento addizionando un bagnante non ionico.
Il momento ottimale per trattare le infestanti sensibili è il seguente:
Echinochloa spp. (Giavoni) dallo stadio di 1 a 4 foglie, comunque prima dell'inizio
accestimento.
Altre Monocotiledoni non Graminacee e Dicotiledoni:
- Da seme: dallo stadio di 1 a 4/6 foglie;
- Da rizoma: da plantula sino allo stadio che precede l'emissione
dello scapo Fiorale.
AVVERTENZE
Qualora GULLIVER® sia utilizzato a dosaggi eccessivi o miscelato con insetticidi
fosforganici si potrebbe verificare una riduzione della selettività.
INFESTANTI CONTROLLATE
Alga, Ammanta, Cipollino, Cucchiaio, Cucchiaio stretto, Eterantera (Heteranthera
limosa e reniformls), Falso anagallide, Giavoni, Giunco fiorito, Lemna,
Lingua d'acqua, Porro, Quadrettone, Scirpus (Bolboschoenus e Schoenoplectus),
Tifa e Zigolo delle risaie.
42
ERBICIDI GULLIVER® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
(g/ha)
RISO
40
EPOCA
D’IMPIEGO
allo stadio compreso tra
le 3 foglie fino alla fase
di accestimento del Riso
VOLUME
ACQUA (l/ha)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
200-400
-
utilizzando ugelli
a ventaglio e pressioni
di esercizio medio-basse
(1-2 atmosfere)
43
ERBICIDI KELVIN® DUO
KELVIN® DUO
ERBICIDA DI POST-EMERGENZA DEL MAIS
COMPOSIZIONE
CARATTERISTICHE
100 g di prodotto
contengono 42,9 g
di Nicosulfuron
puro e 10,7 g
di Rimsulfuron
puro
KELVIN® DUO è il nuovo erbicida solforinureico di post-emergenza registrato per
il Mais a base di Nicosulfuron e Rimsulfuron che agisce mediante assorbimento
fogliare. Le infestanti colpite già dopo poche ore bloccano la loro crescita e il
successivo disseccamento avviene dopo 2-4 settimane.
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 15422
del 31-07-2012
CONFEZIONE
Flacone da 0,18 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
44
MODALITÀ D’USO
KELVIN® DUO è formulato in granuli idrodispersibili di facile dosaggio e utilizzo
grazie all'unica dose di impiego: 90 g/ha. Per completare lo spettro d'azione sulle
Dicotiledoni si consiglia di applicate KELVIN® DUO in combinazione con ALGEDI®
(o TOOLER® ) + l'additivo DASH® impiegato alla concentrazione dello 0,2%
(0,2 litri ogni 100 litri di acqua).
INFESTANTI CONTROLLATE
Infestanti Graminacee sensibil: Agropiro comune, Avena Selvatica, Coda di Volpe,
Fienarola annuale, Giavone, Loglio, Panico coltivato, Panico delle risaie,
Sanguinella, Setaria e Sorghetta.
Infestanti a foglia larga sensibili: Amaranto comune, Borsapastore, Centocchio
comune, Forbicine, Mercurella, Nappola, Ramolaccio selvatico, Ranuncolo e
Villucchio bianco.
ERBICIDI KELVIN® DUO CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
EPOCA D'IMPIEGO
(g/ha)
MAIS
90
Tra le 2 e le 8 foglie
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
-
45
ERBICIDI NAAK™ 480
NAAK™ 480
ERBICIDA DI POST-EMERGENZA PER LE INFESTANTI
DICOTILEDONI DI ASPARAGO, CEREALI, MAIS, PASCOLI,
PRATI ORNAMENTALI E SORGO DA GRANELLA
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 40,3 g
di Dicamba puro
(pari a 480 g/l)
FORMULAZIONE
CARATTERISTICHE
NAAK™ 480 è un erbicida di post-emergenza ad ampio spettro d’azione, ideale
per il controllo delle infestanti Dicotiledoni di Asparago, Avena, Frumento (duro e
tenero), Mais, Orzo, Prati, Segale e Sorgo da granella.
NAAK™ 480 è assorbito per via fogliare e traslocato velocemente verso gli apici
meristematici delle infestanti sensibili, alterandone il metabolismo enzimatico.
Concentrato
solubile (SL)
MODALITÀ D’USO
CLASSIFICAZIONE
NAAK™ 480 va applicato in presenza di infestanti ai primi stadi di sviluppo, a dosi
comprese fra 200 e 600 ml/ha a seconda della coltura (vedi tabella), utilizzando
volumi di acqua compresi tra i 300 ed i 600 l/ha.
Xi, irritante
REG. MIN. SALUTE
INFESTANTI CONTROLLATE
N° 10936
del 17-05-2001
Dicotiledoni: Stoppione e Vilucchio comune.
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
46
Malerbe annuali: Amaranto comune, Anagallide, Arenaiola, Assenzio selvatico,
Atriplice, Attaccamano, Borsa del pastore, Camomilla comune, Canapa selvatica,
Centocchio comune, Convolvolo nero, Corregiola, Erba calderina,
Erba morella, Erba storna, Farinello comune, Fiordaliso, Fitolacca, Galinsoga,
Iva, Nappola, Ortica minore, Papavero comune, Ranuncolo, Ravanello selvatico,
Romici, Senape selvatica, Sicio o Zucchina selvatica, Stoppione, Stramonio
comune, Veccia e Vilucchio comune e maggiore.
ERBICIDI NAAK™ 480 CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(ml/ha)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
ASPARAGO
100
250
Prima dell’emergenza dei turioni
20
AVENA, FRUMENTO
ORZO, SEGALE
200
250
Dallo stadio di 5-6 foglie fino all’inizio della levata
20
CAMPI DA GOLF
CAMPI SPORTIVI
PRATI ORNAMENTALI
250
500
Distribuire il prodotto sulle chiazze di infestanti
che si vogliono eliminare
MAIS
500
600
Da 2 a 8 foglie della coltura
PASCOLI, PRATI
250
450
Durante la stagione vegetativa almeno 4 giorni
prima dello sfalcio
SORGO DA GRANELLA
350
400
Coltura entro le 5 foglie
-
20
-
130
47
ERBICIDI OKLAHOMA®
OKLAHOMA®
ERBICIDA DI PRE-EMERGENZA PER FAVA E FAVINO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 1,6 g
di Imazamox
(pari a 16,7 g/l)
e 23,5 g di
Pendimethalin
(pari a 250 g/l)
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CARATTERISTICHE
OKLAHOMA® è un erbicida che, applicato in pre-emergenza su Fava e Favino,
svolge la sua attività inibendo la germinazione dei semi e lo sviluppo dei germinelli
delle infestanti.
MODALITÀ D’USO
Diluire OKLAHOMA® in 200-600 litri d’acqua per ettaro, in modo da assicurare una
distribuzione uniforme su tutta la superficie da trattare. Si consiglia di impiegare la
dose più alta su terreni tendenzialmente argillosi. Distribuire il prodotto su campi
ben preparati, assicurandosi, alla semina, un buon interramento del seme
(almeno 3-4 cm).
CLASSIFICAZIONE
Xi, irritante
N, pericoloso per
l’ambiente
AVVERTENZE
Qualora non dovesse piovere entro 10 giorni dal trattamento, è consigliabile irrigare
per assicurare i migliori risultati del diserbo.
REG. MIN. SALUTE
N° 11299
del 24-04-2002
INFESTANTI CONTROLLATE
CONFEZIONE
Dicotiledoni: Amaranto, Atriplice, Borsapastore comune, Carota selvatica, Erba
morella, Farinello, Nappole, Poligoni, Ravanelli, Senape, Stramonio comune
e Stregona annuale.
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
48
Graminacee: Giavone (non oltre le 3 foglie), Logli, Pabbio, Sanguinella
e Sorghetta da seme.
ERBICIDI OKLAHOMA® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(l/ha)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
FAVA
2-3
Pre-emergenza
-
FAVINO
2-3
Pre-emergenza
-
49
ERBICIDI SPECTRUM®
SPECTRUM®
ERBICIDA GRAMINICIDA DI PRE E POST-EMERGENZA
PRECOCE, SELETTIVO PER MAIS CON AZIONE
COMPLEMENTARE SU DICOTILEDONI
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 63,9 g
di Dimethenamid-p
(pari a 720 g/l)
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 12954
del 11-10-2005
CARATTERISTICHE
SPECTRUM® è un erbicida che può essere utilizzato sia in pre sia in
post-emergenza precoce per il controllo delle infestanti Graminacee
ed il contenimento di numerose Dicotiledoni.
SPECTRUM®, nel terreno si diffonde uniformemente. Mantiene la sua efficacia
anche in terreni non perfettamente preparati e/o in ambienti caratterizzati
da scarsa piovosità.
MODALITÀ D’USO
Per completare lo spettro d’azione sulle Dicotiledoni si consiglia la miscela
con STOMP AQUA®, o formulati a base di Isoxaflutolo, o prodotti a base
di Terbutilazina.
AVVERTENZE
Impiegare la dose di SPECTRUM® più bassa per applicazioni su terreni limosi,
sciolti o ricchi di scheletro e quella più alta per applicazioni su terreni con un
elevato contenuto di sostanza organica.
CONFEZIONE
Tanica da 5 litri
INFESTANTI CONTROLLATE
IMBALLO
Dicotiledoni: Amaranto, Camomilla comune, Erba morella, Farinello, Morso di
gallina, Poligono persicaria, Porcellana comune e Senape selvatica.
Cartone
- da 4 taniche
Graminacee: Giavone comune, Giavone americano, Pabbio, Sanguinella e
Sorghetta da seme.
50
ERBICIDI SPECTRUM® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(l/ha)
MAIS
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
1-1,3
Pre-emergenza: intervenire subito o alcuni giorni
dopo la semina, utilizzandolo da solo o in miscela
con un prodotto specifico che ne ampli lo spettro
d’azione sulle Dicotiledoni
-
1-1,3
Post-emergenza precoce: intervenire con presenza
di infestanti già nate al momento del trattamento,
che non abbiano superato lo stadio di sviluppo
di 1-3 foglie
-
51
ERBICIDI STOMP® AQUA
STOMP® AQUA
ERBICIDA PER IL CONTROLLO DI INFESTANTI DICOTILEDONI
E GRAMINACEE ANNUALI PER TUTTE LE COLTURE ESTENSIVE,
FRUTTICOLE, ORTICOLE E PER LA VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 38,72 g
di Pendimethalin
(pari a 455 g/l)
FORMULAZIONE
CARATTERISTICHE
STOMP® AQUA esplica in maniera eccellente la propria attività diserbante.
Si dimostra selettivo verso le colture trattate e perfettamente in grado di inibire la
germinazione dei semi e lo sviluppo dei germinelli delle più importanti infestanti
annuali sia Dicotiledoni, sia Graminacee. STOMP® AQUA controlla le infestanti
anche nello stadio di plantula, purché le Graminacee non abbiano superato lo
stadio di 1-1,5 foglie e le Dicotiledoni lo stadio di 2-3 foglie vere.
Sospensione
acquosa
concentrata
di capsule (CS)
MODALITÀ D’USO
CLASSIFICAZIONE
STOMP® AQUA non deve essere incorporato nel terreno (ad eccezione della
Soia). Si consiglia di impiegare le dosi più alte su terreni argillosi. STOMP® AQUA
è compatibile con gli erbicidi contenenti Clortoluron, Dicamba, Dimetenamide,
Glifosate, Linuron e Terbutilazina.
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 13093
del 10-03-2009
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
Tanica da 10 litri
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
- da 2 taniche
AVVERTENZE
Dal trattamento erbicida far trascorrere almeno 6 mesi prima di seminare nuove
colture. Nessun rischio esiste invece per le successive colture da trapianto.
In caso di forzate risemine su terreni già trattati con STOMP® AQUA, evitare il
contatto dei nuovi semi con il diserbante, riseminando alle profondità suggerite,
senza rimuovere il terreno oppure dopo un’aratura profonda almeno 20 cm.
L’aratura è necessaria se si preferisce seminare Barbabietola da zucchero,
anziché riseminare la coltura trattata.
INFESTANTI CONTROLLATE
Dicotiledoni: Amaranto, Anagallide, Atriplice, Borsapastore comune, Centocchio,
Dentaria, Eliotropio selvatico, Erba morello, Erba storna comune, Erba verdona,
Falsa ortica, Farinello comune, Fumaria, Grespino dei campi, Mercorella,
Nontiscordardimè, Ortica minore, Papavero, Peverina a foglie strette, Poligono
persicaria, Porcellana comune, Ranuncolo strisciante, Renaiola comune,
Stregona annuale, Veronica e Viola dei campi.
Graminacee: Cappellini dei campi, Coda di volpe, Fienarola, Giavone americano,
Giavone comune, Pabbio, Sanguinella e Sorghetta da seme.
52
ERBICIDI STOMP® AQUA CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
75
(l/ha)
AGLIO
2-2,5
Pre o post-emergenza
ALBICOCCO
NETTARINE, PESCO
2-2,5
Inverno ed in pre-emergenza delle infestanti
-
ARACHIDE
2-2,5
Pre-emergenza
-
ASPARAGO
2-2,5
Dopo trapianto
60
CARCIOFO
2-2,5
Pre-emergenza o pre-ricaccio
60
CAROTA
2-2,5
Pre o post-emergenza
60
CAVOLI
2-2,5
Pre-trapianto
100
CECE
1-1,75
Pre-emergenza (dose più bassa nei terreni sciolti)
-
CIPOLLA
1,5-2
Pre-emergenza, pre-trapianto o post-emergenza
75
FAGIOLINO, FAGIOLO
1-1,75
Pre-emergenza (dose più bassa nei terreni sciolti)
60
FAVA, FAVINO
1,5-2
Pre-emergenza (dose più bassa nei terreni sciolti)
-
FINOCCHIO
2-2,5
Pre e post-emergenza e pre e post-trapianto
(non usare su terreni sabbiosi)
75
FRUMENTO,
ORZO, SEGALE
2-2,5
Pre o post-emergenza
90
GIRASOLE
2-2,5
Pre-emergenza
-
Pre-trapianto
-
LATTUGHE E SIMILI ***
WITLOOF
MAIS
1,0-1,5*
1,5-2,5**
2-2,5
MELANZANA
2
MELO, PERO
2-2,5
Pre o post-emergenza
90
Pre-trapianto
75
Inverno ed in pre-emergenza delle infestanti
-
2
Post-trapianto
-
PATATA
2-2,5
Pre-emergenza
-
PEPERONE
1,5-2
Pre-trapianto
75
PIOPPO
2-2,5
Post-trapianto
-
PISELLO
2-2,5
Pre-emergenza (dose più alta per semine autunnali)
-
ORNAMENTALI,
VIVAI
* Per Lattughe ** Per Insalate *** Eccetto Rucola
53
ERBICIDI STOMP® AQUA CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(l/ha)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
POMODORO
1-1,75
Pre-trapianto
75
RISO*
2-2,5
Pre o post-emergenza
90
SOIA
1,5-2
Pre-emergenza
-
TABACCO
1-2,5
2-2,5
1-1,75
Pre-trapianto
su terreni argillosi
su terreni sabbiosi
-
TAPPETI ERBOSI
1,5-2
Post-emergenza
-
VITE
2-2,5
Inverno ed in pre-emergenza delle infestanti
-
* IN ASCIUTTA
54
ERBICIDI STRATOS®
STRATOS®
ERBICIDA GRAMINICIDA DI POST-EMERGENZA PER COLTURE
FRUTTICOLE, OLEAGINOSE, ORTICOLE E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 21 g
di Cycloxydim
(pari a 200 g/l)
CARATTERISTICHE
Concentrato
emulsionabile (EC)
STRATOS® è un erbicida sistemico di post-emergenza, efficace nei confronti
delle principali infestanti Graminacee.
STRATOS® è indicato su Colture arboree e su Colture erbacee non Graminacee.
Le infestanti disseccano completamente dopo 14-21 giorni.
Eventuali precipitazioni cadute a distanza di un’ora dal trattamento non compromettono
l’efficacia del prodotto.
STRATOS® è particolarmente indicato per le miscele con dicotiledonicidi
a base di Imazamox.
CLASSIFICAZIONE
MODALITÀ D’USO
FORMULAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
Le dosi di STRATOS® da impiegare variano in funzione delle infestanti da controllare.
Seguire attentamente le indicazioni riportate in etichetta.
REG. MIN. SALUTE
N° 7984
del 25-07-1991
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
AVVERTENZE
STRATOS® è miscibile con i più comuni dicotiledonicidi presenti in commercio.
Le miscele possono causare lievi ustioni fogliari che, comunque, si risolvono in
breve tempo e senza pregiudicare la produzione. Distribuire il formulato in miscela
con olio minerale (1-2 kg/ha).
INFESTANTI CONTROLLATE
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
56
Avena selvatica, Cappellini dei campi, Coda di topo, Falsa gramigna, Forasacco,
Giavone comune, Gramigna, Logli, Pabbio, Sanguinella, Scagliola e Sorghetta.
ERBICIDI STRATOS® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
(l/ha)
EPOCA
D’IMPIEGO
Falsa gramigna
2,5-3
10-20 cm di altezza
100
Graminacee annuali
0,75-1
1,25
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
100
Sorghetta
2-2,5
20-40 cm di altezza
100
Falsa gramigna
2,5-3
10-20 cm di altezza
80
Graminacee annuali
0,75-1
1,25
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
80
Sorghetta
2-2,5
20-40 cm di altezza
80
CAVOLFIORE
CAVOLO
CAPPUCCIO
CAVOLO VERZA
CIPOLLA, FAGIOLO
Falsa gramigna
2,5-3
10-20 cm di altezza
60
Graminacee annuali
0,75-1
1,25
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
60
Sorghetta
2-2,5
20-40 cm di altezza
60
COTONE
FLOREALI
ORNAMENTALI
Falsa gramigna
2,5-3
10-20 cm di altezza
-
Graminacee annuali
0,75-1
1,25
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
-
Sorghetta
2-2,5
20-40 cm di altezza
-
Falsa gramigna
2,5-3
10-20 cm di altezza
30
Graminacee annuali
0,75-1
1,25
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
30
Sorghetta
2-2,5
20-40 cm di altezza
30
Falsa gramigna
2,5-3
10-20 cm di altezza
60
Graminacee annuali
0,75-1
1,25
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
60
Sorghetta
2-2,5
20-40 cm di altezza
60
Falsa gramigna
2,5-3
10-20 cm di altezza
60
Graminacee annuali
0,75-1
1,25
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
60
Sorghetta
2-2,5
20-40 cm di altezza
60
BARBABIETOLA
DA ZUCCHERO
COLZA, GIRASOLE
PATATA, SOIA
CAROTA
FAGIOLINO,
LATTUGHE E SIMILI,
RUCOLA
MELO, PERO
VITE
PISELLO
POMODORO
PORRO
INFESTANTI
DOSE
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
57
ERBICIDI STRATOS® ULTRA
STRATOS® ULTRA
ERBICIDA GRAMINICIDA DI POST-EMERGENZA PER COLTURE
FRUTTICOLE, OLEAGINOSE, ORTICOLE, RISO E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 10,9 g
di Cycloxydim
(pari a 100 g/l)
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
REG. MIN. SALUTE
N° 10117
del 30-07-1999
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
CARATTERISTICHE
È un erbicida sistemico di post-emergenza, efficace sulle principali infestanti
Graminacee. STRATOS® ULTRA contiene uno specifico attivante che ne ottimizza
l’efficacia e, pertanto, non necessita dell’aggiunta estemporanea di olio minerale.
Il prodotto è indicato per il diserbo selettivo di Colture arboree e Colture erbacee
non Graminacee e nel trattamento di presemina del Riso per la lotta al Riso crodo
con la tecnica della falsa semina. Le infestanti disseccano completamente dopo
14-21 giorni. Eventuali precipitazioni cadute a distanza di un’ora dal trattamento
non compromettono l’efficacia di STRATOS® ULTRA.
STRATOS® ULTRA è particolarmente indicato per le miscele con dicotiledonicidi a
base di Imazamox.
MODALITÀ D’USO
Su Riso effettuare il trattamento con STRATOS® ULTRA con risaia in asciutta e
terreno umido. Su Riso crodo totalmente emerso (tecnica della falsa semina)
attendere 2 giorni prima di immettere acqua nella risaia e farla scorrere per
non meno di 72 ore prima di procedere alla semina del Riso, che deve essere
effettuata in acqua molto bassa (pochi cm per terreni livellati con il laser) ed in
lieve movimento (bocchette di entrata e di scarico aperte). Dopo 5-7 giorni è
indispensabile un’asciutta della durata di 5-7 giorni. Al termine di questa operazione
l’acqua deve essere mantenuta bassa ancora per 7 giorni. Devono essere evitate le
sovrapposizioni di prodotto, in particolar modo in capezzagna.
AVVERTENZE
STRATOS® ULTRA è miscibile con i più comuni dicotiledonicidi presenti in
commercio. Le miscele possono causare lievi ustioni fogliari che, comunque, si
risolvono in breve tempo e senza pregiudicare la produzione.
INFESTANTI CONTROLLATE
Agrostide annuale, Avena selvatica, Erba codina, Falsa gramigna, Forasacco dei
tetti, Giavone, Gramigna comune, Logli, Pabbio, Ricacci di Cereali, Riso crodo,
Sanguinella, Scagliola e Sorghetta (da seme e da rizoma).
58
ERBICIDI STRATOS® ULTRA CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
ALBICOCCO, PESCO
ASPARAGO
CARCIOFO
BARBABIETOLA
DA ZUCCHERO
COLZA, GIRASOLE
PATATA, SOIA
CAROTA
INFESTANTI
Graminacee annuali
(l/ha)
EPOCA
D’IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
1,5-2
2,5
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
30
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
30
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
30
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
20
Graminacee annuali
1,5-2
2,5
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
20
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
20
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
100
Graminacee annuali
1,5-2
2,5
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
100
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
100
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
80
Graminacee annuali
1,5-2
2,5
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
80
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
80
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
60
CAVOLFIORE
CAVOLO
CAPPUCCIO
CAVOLO VERZA
CIPOLLA, FAGIOLO
Graminacee annuali
COTONE
FLOREALI
ORNAMENTALI
Graminacee annuali
FAGIOLINO
FINOCCHIO
TABACCO
DOSE
1,5-2
2,5
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
60
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
60
1,5-2
2,5
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
-
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
-
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
-
Graminacee annuali
1,5-2
2,5
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
30
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
30
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
30
59
ERBICIDI STRATOS® ULTRA CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
LATTUGHE E SIMILI
RUCOLA
MELANZANA
PEPERONE
SPINACIO
PISELLO
POMODORO
PORRO
POMACEE, VITE
RISO
60
INFESTANTI
Graminacee annuali
DOSE
(l/ha)
EPOCA
D’IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
1,5-2
2,5
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
30
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
30
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
30
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
20
Graminacee annuali
1,5-2
2,5
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
20
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
20
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
60
Graminacee annuali
1,5-2
2,5
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
60
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
60
Fino ad inizio accestimento
Da inizio a fine accestimento
60
Graminacee annuali
1,5-2
2,5
Falsa gramigna, Gramigna
5-6
10-20 cm di altezza
60
Sorghetta
4-5
20-40 cm di altezza
60
Riso crodo
4
In presemina, quando
la maggior parte delle
infestanti è emersa
-
ERBICIDI TOOLER®
TOOLER®
ERBICIDA DI POST-EMERGENZA PER LE INFESTANTI
DICOTILEDONI DI FRUMENTO, MAIS E ORZO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 71,4 g
di Tritosulfuron
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 12203
del 03-09-2010
CARATTERISTICHE
TOOLER® è un erbicida di post-emergenza ad ampio spettro d’azione, ideale per
il controllo delle infestanti Dicotiledoni di Frumento (duro e tenero), Mais e Orzo.
TOOLER® è assorbito dalle foglie delle malerbe sensibili e traslocato velocemente
verso i loro apici meristematici, dove ne blocca immediatamente la crescita.
MODALITÀ D’USO
Per massimizzare l’azione di TOOLER®, è necessario che al momento
dell’applicazione le malerbe sensibili siano già emerse, poco sviluppate ed in attiva
crescita. TOOLER® va applicato su Frumento, Mais e Orzo alle dosi di 50-70 g/ha,
disciolti in 200-600 l/ha (Frumento ed Orzo) o 200-400 (Mais). TOOLER® deve
essere sempre impiegato in miscela con il coadiuvante liquido DASH® HC, secondo
le modalità ed i dosaggi illustrati in tabella. Il momento ottimale dell’applicazione
è quello compreso fra le 2 e le 4 foglie vere delle infestanti, momento nel quale si
mostrano in attiva crescita.
INFESTANTI CONTROLLATE
CONFEZIONE
Astuccio:
- 2 flaconi da
0,14 kg di
TOOLER®
- 3 flaconi da
1 litro di DASH® HC
IMBALLO
Cartone
- da 2 astucci
62
Dicotiledoni: Acalifa, Amaranto, Assenzio selvatico, Atriplice, Camomilla,
Centocchio dei campi, Erba ruota, Erba storna, Farinelli, Fitolacca, Forbicina,
Galinsoga comune, Girasole, Grespino comune, Miagro peloso, Morso di gallina,
Nappole, Poligono nodoso, Poligono persicaria, Porcellana comune, Senape,
Silene, Stramonio comune e Zucchino americano.
ERBICIDI TOOLER® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
(g/ha)
EPOCA
D’IMPIEGO
FRUMENTO DURO E
TENERO, ORZO
50-70
Da inizio accestimento
ad inizio botticella
MAIS
50-70
Da 2 a 8 foglie della coltura
DOSE DI
DASH HC (l/ha)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
0,5
-
1
-
63
FUNGICIDI
FUNGICIDI SOLUZIONI
INDICE
PRODOTTO
66
PAG
DESCRIZIONE
BELLIS
Boscalid + F500
72
Fungicida ad ampio spettro autorizzato
su Pomacee
BELLIS
DRUPACEE
Boscalid + F500
74
Fungicida indicato per la lotta contro la
Cladosporiosi, la Moniliosi e l’Oidio di
Albicocco, Ciliegio, Nettarina, Pesco e Susino
CABRIO DUO
F500 +
Dimetomorf
76
Fungicida polivalente autorizzato su Aglio,
Carciofo, Cipolla, Cucurbitacee, Lattuga,
Melanzana, Patata, Pomodoro e Scalogno
CABRIO EC
F500
78
Fungicida di copertura con attività preventiva
autorizzato su Melo e Pero
CABRIO OLIVO
F500
80
Fungicida per la difesa dell'Olivo per la
produzione di Olive da olio
CABRIO TOP
F500 + Metiram
82
Fungicida polivalente autorizzato su Pomodoro
e Vite
CANTUS
Boscalid
84
Fungicida polivalente per Drupacee, Melo, Pero,
Vite e post-raccolta del Kiwi
CARAMBA
Metconazolo
86
Fungicida ad ampio spettro d’azione per il
controllo delle malattie di Colza, Frumento e Orzo
COLLIS
Boscalid +
Kresoxim-metile
88
Fungicida antioidico per Cucurbitacee e Vite
COMET 250 EC
F500
90
Fungicida per la difesa di Frumento ed Orzo
DELAN 70 WG
Ditianon
92
Fungicida ad ampio spettro d’azione per
il controllo di numerose malattie di Melo,
Ornamentali, Ortaggi, Pero, Pesco e Vite
ENERVIN DUO
INITIUM +
Dimetomorf
96
Antiperonosporico per Cetriolo, Lattughe,
Melone, Patata, Pomodoro e Zucchino
ENERVIN PRO
INITIUM +
Fosfonato
di potassio
98
Fungicida antiperonosporico sistemico per
la Vite
FUNGICIDI SOLUZIONI
PRODOTTO
PAG
DESCRIZIONE
ENERVIN TOP
INITIUM +
Metiram
100
Antiperonosporico per Cetriolo, Cocomero,
Lattughe, Melone, Patata, Pomodoro, Vite e
Zucchino
FORUM 50 WP
Dimetomorf
102
Fungicida sistemico locale, attivo contro la
Peronospora di Garofano, Gerbera e Vite
FORUM GOLD
Dimetomorf +
Ditianon
104
Fungicida sistemico locale, attivo contro la
Peronospora della Vite
FORUM MZ WG
Dimetomorf +
Mancozeb
106
Fungicida sistemico locale, attivo contro la
Peronospora di Pomodoro e Vite
FORUM R
Dimetomorf +
Rame
108
Fungicida sistemico locale, attivo contro la
Peronospora di Melone, Patata, Pomodoro
e Vite
FORUM R 3B
Dimetomorf +
Rame
110
Fungicida sistemico locale, attivo contro la
Peronospora di Melone, Patata, Pomodoro
e Vite
FORUM R 3B
FLOW
Dimetomorf +
Rame
112
Fungicida sistemico locale, attivo contro la
Peronospora di Melone, Patata, Pomodoro
e Vite
FORUM STAR
Dimetomorf +
Folpet
114
Fungicida sistemico locale, ad ampio spettro
d’azione per Melone, Pomodoro e Uva da vino
FORUM TEAM
Dimetomorf +
F500
116
Fungicida indicato per la lotta contro l’Oidio e
la Peronospora della Vite
FORUM TOP
Dimetomorf +
Metiram
118
Fungicida antiperonosporico per Patata,
Pomodoro e Vite
FORUM TOP
PACK
Dimetomorf +
Metiram
120
Fungicida sistemico locale ad ampio spettro
d’azione per Vite
67
FUNGICIDI SOLUZIONI
INDICE
68
PRODOTTO
PAG
DESCRIZIONE
KUMULUS
TECNO Zolfo
122
Fungicida antioidico
LBG 01F34
Fosfonato
di Potassio
124
Fungicida sistemico per il controllo della
Peronospora della Vite
MACCANI
Ditianon + F500
126
Fungicida bivalente autorizzato su Melo e Pero
OPERA
F500 +
Epossiconazolo
128
Fungicida ideale per Barbabietola da zucchero,
Frumento duro e tenero
POLYRAM DF
Metiram
130
Fungicida di copertura ad ampio spettro
d’azione
RETENGO NEW
Pyraclostrobin
132
Fungicida ad ampio spettro d’azione per il
controllo delle malattie fogliari del Mais
ROVRAL PLUS
Iprodione
134
Fungicida antibotritico liquido, attivo anche su
Alternaria, Rizoctonia e Sclerotina impiegabile
su Fruttiferi, Ortaggi, Riso, Vite ed altre colture
ROVRAL WG
Iprodione
138
Fungicida antibotritico granulare, attivo anche su
Alternaria, Rizoctonia e Sclerotina impiegabile su
Fruttiferi, Ortaggi, Riso, Vite ed altre colture
SCALA
Pyrimethanil
142
Fungicida translaminare per il controllo di
Botrite e Ticchiolatura
SIGNUM
F500 + Boscalid
144
Fungicida polivalente per la protezione di
Drupacee, Floreali, Ornamentali e Ortive
SPORTAK 45 EW
Procloraz
148
Fungicida endoterapico contro Mal del piede
e Fusariosi della spiga dei Cereali
STROBY WG
Kresoxim-methyl
150
Fungicida ad ampio spettro per la difesa di
Melo, Pero, Vite, Vivai di Quercia e Rosa
TUCANA 25 EC
F500
152
Antioidico per la Vite
VIVANDO
Metrafenone
154
Fungicida antioidico ideale per la protezione
delle colture Ornamentali, Orticole e del Vigneto
FUNGICIDI PRODOTTI PER LA CONCIA SOLUZIONI
INDICE / PRODOTTI PER LA CONCIA
PRODOTTO
PAG
DESCRIZIONE
KINTO
Procloraz +
Triticonazolo
156
Fungicida di contatto e sistemico per la
protezione delle sementi di Frumento, Mais
e Orzo
SYSTIVA
Fluxapyroxad
158
Fungicida per la concia del seme di Avena,
Frumento, Orzo, Segale e Triticale
69
FUNGICIDI NOME SCIENTIFICO
PATOGENI
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
Alternaria
Alternaria spp.
Alternaria solani
Alternaria mali
Alternaria solani
Elmintosporiosi
- concia del Riso
Helminthosporium spp.
Helminthosporium
oryzae
Escoriosi
Phomopsis viticola
Fusariosi
Fusarium spp.
- del Melo
- del Pomodoro
Antracnosi
- del Ciclamino
- del Ficus
- del Pisello
Black rot (Marciume
nero della Vite)
Gleosporium cyclaminis
Colletotrichum
Ascochyta spp.
Guignardia bidwellii
Bolla del Pesco
Taphrina deformans
Botrite (Muffa grigia)
Botrytis cinerea
Bronzatura del
Pioppo
Marssonina brunnea
Cladosporiosi
Cladosporium fulvum
Cancro rameale
- delle Drupacee
- delle Pomacee
Fusicoccum amygdali
Nectaria galligena
Cercospora
Cercospora beticola
Cercosporella
Cercosporella spp.
Cilindrosporiosi
Cylindrosporium spp.
Corineo delle
Drupacee
Coryneum
beijerinkii
70
Maculatura
- bruna del Pero
Mal dello Sclerozio
- dell’Aglio
- della Barbabietola
- della Carota
- delle Cucurbitacee
Stemphylium
versicarium
Sclerotium cepivorum
Corticum rolfsii
Corticum rolfsii
Corticum rolfsii
Marciume
lenticellare
Gloeosporium album
Marciume verde
azzurro
Penicillium spp.
Moniliosi
Monilia laxa
Monilia fructicola
Monilia fructigena
Oidio
- dell’Albicocco
- della Barbabietola
- del Carciofo
Podosphaera tridactyla
Erysiphe betaeMicrosphaera betae
Leveillula taurica
FUNGICIDI NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
- delle Cucurbitacee
Sphaerotheca fuliginea
Erysiphe cichoracearum
Sphaerotheca
macularis
Leveillula taurica
Podosphaera
leucotricha
Leveillula taurica
Sphaerotheca pannosa
Sphaerotheca pannosa
Microsphaera
alphitoides
Uncinula Necator
- dell’Erica
- del Garofano
Pucciniastrum ericae
Uromyces
caryophyllinus
Pucciniastrum ericae
Chrysomixa
rhododendri
Phragmidium
mucronatum
- della Fragola
- del Peperone
- delle Pomacee
- del Pomodoro
- del Pesco
- della Rosa
- della Quercia
- della Vite
Peronospora
- farinosa
- della Lattuga
- delle Cucurbitacee
- della Patata
- del Pomodoro
- del Tabacco
- della Vite
Phytophtora farinosa
Bremia lattucae
Pseudoperonospora
cubensis
Phytophtora infestans
Phytophtora infestans
Peronospora tabacina
Plasmopara viticola
Rincosporiosi
Rhynchosporium spp.
- della Primula
- del Rododendro
- della Rosa
Sclerotinia
Sclerotinia spp.
Sclerotinia sclerotiorum
Septoriosi
- dell’Oleandro
- delle Orticole
Septoria spp.
Septoria oleandrina
Septoria lycopersici
Ticchiolatura
- del Melo
- del Pero
- della Rosa
Venturia inaequalis
Venturia pyrina
Diplocarpon rosae
Vaiolatura
- della Fragola
Verticillosi
Rizoctonia
Ruggine
- bruna
- gialla
- dell’Azalea
Mycosphaerella
fragariae
Verticillium spp.
Rhizoctonia solani
Puccinia recondita f.
sp. tritici
Puccinia striiformis
Chrysomixa
rhododendri
71
FUNGICIDI BELLIS®
BELLIS®
FUNGICIDA AD AMPIO SPETTRO AUTORIZZATO SU POMACEE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 25,2 g
di Boscalid e
12,8 g di F500®
(Pyraclostrobin)
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 12868
del 13-07-2006
CONFEZIONE
Flacone da 1 kg
CARATTERISTICHE
BELLIS® è la soluzione contro le principali avversità fungine delle Pomacee come
Maculatura bruna, Oidio e Ticchiolatura contro funghi emergenti, di sempre
crescente importanza, come l’Alternaria del Melo. BELLIS® fornisce, inoltre, un
contributo notevole per il controllo delle malattie fungine che si sviluppano in
post-raccolta, come Marciume lenticellare e Marciume verde-azzurro, diminuendo
gli scarti di frutta in magazzino.
MODALITÀ D’USO
Grazie al suo doppio meccanismo d’azione che agisce sulla respirazione del
fungo, il prodotto garantisce un’intrinseca strategia antiresistenza contro i funghi
bersaglio. BELLIS® è un prodotto preventivo. Si consiglia di impiegarlo nelle fasi e
nelle condizioni più favorevoli agli attacchi fungini, intervenendo ogni 8-14 giorni in
relazione alla pressione di malattia e 7-14 giorni per le malattie da conservazione.
Con volumi d’acqua inferiori a 1.500 l/ha (es. basso volume), fare riferimento alle
dosi ad ettaro indicate in tabella da intendersi come minime. Con volumi superiori
a 1.500 l/ha, fare riferimento alle dosi per ettolitro. Con alte pressioni delle malattie,
con forti precipitazioni o con rapida crescita della vegetazione, si raccomandano
le dosi più alte e gli intervalli più brevi. Coerentemente con le linee guida fissate
a livello internazionale dal FRAC, il comitato che si occupa di prevenire il rischio
d’insorgenza di patogeni resistenti ai fungicidi, si consiglia di utilizzare BELLIS® :
-su Melo per un massimo di 3 trattamenti a stagione;
-su Pero, in una strategia di alternanza con altri prodotti a diverso meccanismo
d’azione, in blocchi di massimo 2 trattamenti consecutivi.
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
AVVERTENZE
Per favorire la miglior dispersione del prodotto in soluzione acquosa riempire metà
serbatoio con acqua e mettere in moto l’agitatore del serbatoio prima di versarvi la dose
necessaria. Continuare ad agitare la soluzione ed aggiungere acqua sino al volume
previsto per l’applicazione.
Prodotto con effetto:
72
FUNGICIDI BELLIS® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D’IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
MELO
Alternaria del Melo
Oidio, Ticchiolatura
55
0,8
Intervenire nel
periodo di maggior
sensibilità del
patogeno
3
7
PERO
Maculatura bruna
Ticchiolatura
55
0,8
Intervenire nel
periodo di maggior
sensibilità del
patogeno
3
7
PERO E MELO
Malattia
da conservazione
55
0,8
Intervenire nel
periodo di maggior
sensibilità del
patogeno
3*
7
* Trattamenti eseguiti in campo, prima della raccolta
73
FUNGICIDI BELLIS® DRUPACEE
BELLIS® DRUPACEE
FUNGICIDA INDICATO PER LA LOTTA CONTRO
LA CLADOSPORIOSI, LA MONILIOSI E L’OIDIO DI
ALBICOCCO, CILIEGIO, NETTARINA, PESCO E SUSINO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 26,7 g
di Boscalid e
6,7 g di F500®
(Pyraclostrobin)
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
CARATTERISTICHE
BELLIS® DRUPACEE è un fungicida ad ampio spettro d’azione autorizzato su
Albicocco, Ciliegio, Nettarina, Pesco e Susino. L’associazione di Boscalid e
Pyraclostrobin rende BELLIS® DRUPACEE idoneo per il controllo di Cladosporiosi,
Monilia e Oidio. Entrambe le sostanze attive sono caratterizzate da attività
translaminare. Ciò garantisce il pronto assorbimento del formulato nei tessuti della
pianta. BELLIS® DRUPACEE è provvisto di un’intrinseca strategia antiresistenza
in quanto i due principi attivi agiscono su due diversi siti della respirazione
mitocondriale. Se ne consiglia comunque l’uso in alternanza con prodotti a diverso
meccanismo d’azione.
MODALITÀ D’USO
BELLIS® DRUPACEE deve essere applicato preventivamente nei periodi a rischio
per le malattie delle colture autorizzate.
REG. MIN. SALUTE
N° 14872
del 07-05-2010
CONFEZIONE
Tanica da 2,5 kg
AVVERTENZE
Per favorire la miglior dispersione del prodotto in soluzione acquosa si consiglia di
riempire il serbatoio con acqua fino a metà, dopodiché mettere in moto l’agitatore del
serbatoio prima di versarvi la dose necessaria.
Continuare poi ad agitare la soluzione ed aggiungere acqua sino al volume previsto.
IMBALLO
Cartone
- da 4 taniche
Prodotto con effetto:
74
FUNGICIDI BELLIS® DRUPACEE CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
INTERVALLO DI
TRATTAMENTO (gg)
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
ALBICOCCO
CILIEGIO
NETTARINA
PESCO
Monilia, Oidio
60-75
0,60-0,75
7-14
3
3
SUSINO
Cladosporiosi,
Monilia, Oidio
60-75
0,60-0,75
7-14
3
3
75
FUNGICIDI CABRIO® DUO
CABRIO® DUO
FUNGICIDA POLIVALENTE AUTORIZZATO SU AGLIO,
CARCIOFO, CIPOLLA, CUCURBITACEE, LATTUGA, MELANZANA,
PATATA, POMODORO E SCALOGNO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 3,8 g
di F500®
(Pyraclostrobin)
(pari a 40 g/l) e
6,9 g di
Dimetomorf
(pari a 72 g/l)
CARATTERISTICHE
È un fungicida ad ampio spettro d’azione per Aglio, Carciofo, Cipolla,
Cucurbitacee, Lattuga, Melanzana, Scalogno e Solanacee. CABRIO® DUO
nasce dalla combinazione di due sostanze attive che agiscono con modalità
complementari su un ampio spettro di malattie. CABRIO® DUO in parte penetra
rapidamente nei tessuti della pianta ed in parte aderisce tenacemente alle superfici.
MODALITÀ D’USO
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
Per sfruttare pienamente le caratteristiche di CABRIO® DUO se ne consiglia
l’impiego nell’ambito di una strategia preventiva non superando i 3 trattamenti
all’anno. Il dosaggio flessibile (2-2,5 l/ha) consente al prodotto di adattarsi alle reali
necessità della coltura, alle condizioni meteo e quindi, alla pressione del patogeno.
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
AVVERTENZE
REG. MIN. SALUTE
CABRIO® DUO offre risultati costanti quando è inserito in un corretto programma di
difesa. Se ne consiglia pertanto l’impiego nell’ambito di uno schema di trattamenti
che preveda la rotazione di sostanze attive con diverso meccanismo d’azione.
N° 13126
del 21-05-2009
CABRIO® DUO ha un effetto collaterale contro il Cancro gommoso (Didymella
brioniae) delle Cucurbitacee.
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
Prodotto con effetto:
76
FUNGICIDI CABRIO® DUO CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(ml/hl)
(l/ha)
AGLIO*
CIPOLLA*
SCALOGNO*
Peronospora
200-250
2-2,5
CARCIOFO*
Oidio
Peronospora
250
CETRIOLINO***
CETRIOLO***
ZUCCHINO***
Oidio**,
Peronospora
LATTUGA***
EPOCA
D’IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Trattamenti
preventivi
3
14
2,5
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
3
3
200-250
2-2,5
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
3
3
Peronospora
200
2
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
3
3
MELANZANA***
Oidio,
Peronospora
250
2,5
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
3
3
MELONE*
Alternariosi,
Peronospora
200-250
2-2,5
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
3
3
PATATA*
Alternariosi,
Peronospora
200-250
2-2,5
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
3
3
POMODORO***
Alternariosi,
Peronospora
200-250
2-2,5
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
3
3
* PIENO CAMPO ** SERRA *** PIENO CAMPO E SERRA
77
FUNGICIDI CABRIO® EC
CABRIO® EC
FUNGICIDA DI COPERTURA CON ATTIVITÀ PREVENTIVA
AUTORIZZATO SU MELO E PERO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 23,6 g
di F500® puro
(Pyraclostrobin)
(pari a 250 g/l)
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 13314
del 03-04-2012
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
78
CARATTERISTICHE
CABRIO® EC è un fungicida di copertura, particolarmente indicato per il controllo
di Maculatura bruna del Pero e Oidio del Melo. A base di F500® (Pyraclostrobin),
sostanza attiva appartenente al gruppo chimico degli analoghi delle Strobilurine,
è in grado di bloccare la germinazione delle spore, lo sviluppo del micelio e la
sporulazione. Dotato di attività preventiva, CABRIO® EC è direttamente assorbito
dalle foglie, dove esplica attività locosistemica e translaminare.
MODALITÀ D’USO
CABRIO® EC deve essere applicato preventivamente. Si consiglia di impiegarlo
nelle fasi e nelle condizioni favorevoli agli attacchi fungini, nell’ambito di un
programma di difesa che preveda la miscela con sostanze attive a diverso
meccanismo d’azione.
AVVERTENZE
CABRIO® EC è miscibile con i più comuni fungicidi e insetticidi, è comunque
possibile effettuare saggi preliminari su poche piante, prima di estendere
i trattamenti a tutto il frutteto. In caso di miscela con altri formulati, deve
essere rispettato il periodo di carenza più lungo.
FUNGICIDI CABRIO® EC CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
(l/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
MELO
Oidio, Ticchiolatura
0,4
Intervenire da
fioritura a frutto
noce
3
21
PERO
Maculatura Bruna,
Ticchiolatura
0,4
Intervenire da
fioritura a frutto
noce
3
21
79
FUNGICIDI CABRIO® OLIVO
CABRIO® OLIVO
FUNGICIDA PER LA DIFESA DELL'OLIVO PER LA PRODUZIONE
DI OLIVE DA OLIO
COMPOSIZIONE
CARATTERISTICHE
100 g di prodotto
contengono 20 g
di Piraclostrobina
pura (pari a 200 g/kg)
e Coformulanti q.b
a 100 g
CABRIO® OLIVO è un fungicida a base di F500® (Pyraclostrobin) formulato in
granuli idrodispersibili. Rapidamente assorbito dai tessuti vegetali dell’Olivo,
si distribuisce in maniera rapida ed efficiente garantendo ottima resistenza al
dilavamento. Altamente persistente e dal meccanismo d'azione innovativo,
CABRIO® OLIVO permette di proteggere efficacemente la coltura dalla Lebbra.
FORMULAZIONE
Granuli
Idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 16110
del 23-06-2014
CONFEZIONE
Flacone da 1 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
80
MODALITÀ D’USO
CABRIO® OLIVO va impiegato nei periodi critici di sviluppo delle malattie.
Da applicare dalla comparsa delle infiorescenze fino al raggiungimento delle
dimensioni definitive della drupa, assicurando una corretta bagnatura della coltura.
AVVERTENZE
Si raccomanda di effettuare il processo di estrazione dell'olio per spremitura
a freddo.
FUNGICIDI CABRIO® OLIVO CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
(kg/ha)
OLIVO
Per la
produzione
di Olive
da olio
Lebbra dell'Olivo
Colletotrichum acutatum,
Colletotrichum gleosporioides
0,5
EPOCA
D'IMPIEGO
Dalla comparsa
delle infiorescenze
ad ingrossamento
drupe
(per applicazioni
entro il 31 luglio)
N° MAX
trattamenti
annui
1
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
120
81
FUNGICIDI CABRIO® TOP
CABRIO® TOP
FUNGICIDA POLIVALENTE AUTORIZZATO SU POMODORO
E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 5 g
di F500®
(Pyraclostrobin) e
55 g di Metiram
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 12528
del 02-02-2005
CONFEZIONE
Flacone da 1 kg
Sacchetto da 5 kg
CARATTERISTICHE
È un fungicida ad ampio spettro d’azione per Pomodoro e Vite.
CABRIO® TOP nasce dalla combinazione di due sostanze attive che agiscono con
modalità complementari su un ampio spettro di malattie. CABRIO® TOP in parte
penetra rapidamente nei tessuti della pianta ed in parte aderisce tenacemente alle
superfici. Inoltre, non essendo dotato di attività sistemica, non incorre in diluizioni
a carico degli organi più importanti (es. grappoli). Di conseguenza, CABRIO® TOP
offre una protezione continua e duratura delle parti trattate, limitando il rischio di
dilavamento.
MODALITÀ D’USO
Per sfruttare pienamente le caratteristiche di CABRIO® TOP se ne consiglia
l’impiego nell’ambito di una strategia preventiva non superando i 2-3 trattamenti
all’anno. Il dosaggio flessibile (1,5-2 kg/ha) consente al prodotto di adattarsi alle
reali necessità della coltura ed alle condizioni meteo e, quindi, alla pressione del
patogeno.
AVVERTENZE
CABRIO® TOP offre risultati costanti quando è inserito in un corretto programma di
difesa. Se ne consiglia pertanto l’impiego nell’ambito di uno schema di trattamenti
che preveda la rotazione di sostanze attive con diverso meccanismo d’azione
(es. per la lotta alla Peronospora è ideale l’alternanza con FORUM®).
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 2 sacchetti
Prodotto con effetto:
82
FUNGICIDI CABRIO® TOP CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
CONDIZIONI
D'IMPIEGO
POMODORO
Alternariosi,
Cladosporiosi,
Oidio,
Peronospora,
Septoria
In serra e in
pieno campo
VITE
Black rot,
Escoriosi
Oidio,
Peronospora
DOSE
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
1,5-2
Preventivamente
nei periodi critici
di sviluppo delle
malattie ad
intervalli di
7-10 gg
3
7
In condizioni di
elevata
pressione di
Peronospora
2
Preventivamente
nei periodi critici
di sviluppo delle
malattie ad
intervalli di
8-12 gg
3
35
In condizioni di
bassa
pressione di
Peronospora
1,5
Preventivamente
nei periodi critici
di sviluppo delle
malattie ad
intervalli di
8-12 gg
3
35
83
FUNGICIDI CANTUS®
CANTUS®
FUNGICIDA POLIVALENTE PER DRUPACEE, MELO, PERO, VITE
E POST-RACCOLTA DEL KIWI
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 50 g
di Boscalid
CARATTERISTICHE
È un fungicida attivo sull’Alternaria del Melo, sulla Botrite della Vite e del Kiwi,
sulla Maculatura bruna del Pero, sulla Monilia delle Drupacee e sull’Oidio
della Vite.
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 12862
del 12-07-2006
MODALITÀ D’USO
Per Ia Vite i momenti chiave per il controllo della Botrite sono:
- Fine fioritura
- Pre-chiusura grappolo
- Invaiatura
- Pre-raccolta
Per sfruttare a pieno anche l’efficacia antioidica di CANTUS®, la fase più indicata
per intervenire è la pre-chiusura grappolo. Il programma di difesa contro la Botrite
va completato con prodotti a diverso meccanismo d’azione (es. ROVRAL® e/o
SCALA®). Per Drupacee, Melo e Pero si consigliano applicazioni di tipo preventivo,
intervenendo in relazione alla pressione della malattia e all’andamento delle
precipitazioni, mentre per il Kiwi l’applicazione con CANTUS® va eseguita in
post-raccolta.
CONFEZIONE
Flacone da 1 kg
AVVERTENZE
IMBALLO
Su Vite, CANTUS® deve essere applicato preventivamente tenendo sempre
presente che forte umidità (pioggia o nebbia) e ferite, soprattutto degli acini,
provocate da grandine, insetti (Tignola e Tignoletta) o funghi (Oidio), favoriscono lo
sviluppo della Botrite. Si consiglia di impiegare volumi d’acqua che consentano una
completa ed omogenea bagnatura, evitando il gocciolamento della vegetazione.
Nel caso di trattamenti con volumi d’acqua inferiori a 1.000 l/ha su Vite, fare
riferimento alle dosi ad ettaro indicate in tabella e da intendersi come minime.
Per Drupacee, Melo e Pero il prodotto è da inserire in una specifica strategia
di difesa, rispettando le dosi ad ettaro, indipendentemente dai volumi d’acqua
distribuiti.
Cartone
- da 10 flaconi
84
FUNGICIDI CANTUS® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
CONDIZIONI
D'IMPIEGO
DOSE
DOSE
N° MAX
(g/hl)
(kg/ha)
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
ACTINIDIA (KIWI)
Post-raccolta
Botrite
Bagni
75
-
1
60
ALBICOCCO
CILIEGIO
NETTARINA
PESCO
SUSINO
Moniliosi
Fogliare
40
0,4
3
3
MELO
Alternariosi
-
25
0,375
3
7
PERO
Maculatura bruna
Fogliare
27
0,4
3
7
VITE
Botrite, Oidio
Fogliare
100-120
1-1,2
1
28
85
FUNGICIDI CARAMBA®
CARAMBA®
FUNGICIDA AD AMPIO SPETTRO D’AZIONE PER IL CONTROLLO
DELLE MALATTIE DI COLZA, FRUMENTO E ORZO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 8,6 g
di Metconazolo
(pari a 90 g/l) e
100 g di
Coformulanti q.b
CARATTERISTICHE
CARAMBA® è il fungicida per Colza, Frumento duro, Frumento tenero e Orzo.
La sua sostanza attiva appartiene al gruppo chimico dei Triazoli e mostra una
buona sistemia. Il Metconazolo è inoltre dotato di lunga persistenza d’azione e
mostra di possedere attività sia preventiva sia curativa.
CARAMBA®, grazie alla sua attività verso le malattie della spiga dei Cereali,
aiutando a ridurre il livello di micotossine.
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
MODALITÀ D’USO
Su Colza, Frumento e Orzo vanno effettuati non più di 2 trattamenti con
CARAMBA® per stagione, alle dosi riportate in tabella. Le eventuali due applicazioni
devono essere distanziate fra loro di almeno 14 giorni. Sui Cereali è consigliato il
trattamento nel momento di maggior sensibilità alle Fusariosi fra inizio fioritura e
spigatura.
REG. MIN. SALUTE
AVVERTENZE
N° 14101
del 21-12-2011
Si consiglia di usare CARAMBA® nei periodi critici di sviluppo delle malattie
elencate in tabella.
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
86
FUNGICIDI CARAMBA® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
(l/ha)
COLZA
Alternariosi, Cilindrosporiosi,
Oidio, Sclerotinia
FRUMENTO
DURO
E TENERO
Fusariosi, Oidio,
Ruggini, Septoriosi
ORZO
Oidio, Rincosporiosi,
Ruggine bruna
EPOCA
D'IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Iniziare i trattamenti
alla comparsa dei
primi sintomi visibili
sulle foglie o sulle
silique
2
56
1
Intervenire
nel periodo
compreso tra fine
accestimento e la
fine della fioritura
2
35
1
Intervenire
nel periodo
compreso tra fine
accestimento e la
fine della fioritura
2
35
0,8
87
FUNGICIDI COLLIS®
COLLIS®
FUNGICIDA ANTIOIDICO PER CUCURBITACEE E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 18,2 g
di Boscalid (pari a
200 g/l) e 9,1 g di
Kresoxim-metile
(pari a 100 g/l)
FORMULAZIONE
Sospensione
concentrata (SC)
CLASSIFICAZIONE
CARATTERISTICHE
È il vero specialista dell’Oidio, grazie ai due principi attivi che lo compongono.
MODALITÀ D’USO
Si consiglia di impiegare COLLIS® nel periodo critico per l’Oidio, nell’ambito di un
programma di trattamenti che preveda la rotazione con sostanze attive a diverso
meccanismo d’azione. Con alte pressioni della malattia è necessario usare la dose
più alta e l’intervallo tra i trattamenti più breve. COLLIS® offre le migliori prestazioni
sia in apertura dei trattamenti, sia quando la pressione di malattia comincia a
ritenersi pericolosa. È un prodotto da utilizzare preventivamente, che possiede
un’ottima attività stoppante.
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
AVVERTENZE
REG. MIN. SALUTE
Impiegare volumi di soluzione che consentano una completa ed omogenea
bagnatura, evitando lo sgocciolamento della vegetazione. Con volumi d’acqua
inferiori a 1.000 l/ha (es. basso volume), fare riferimento alle dosi ad ettaro indicate
in tabella e da intendersi come minime.
N° 12866
del 28-09-2006
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
88
FUNGICIDI COLLIS® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(ml/hl)
(ml/ha)
INTERVALLO DI
TRATTAMENTO (gg)
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
CETRIOLO*
Oidio
40-50
400-500
7-10
3
3
COCOMERO*
MELONE*
ZUCCA*
Oidio
40-50
400-500
7-10
3
3
VITE
Oidio
30-40
300-400
10-14
3
35
ZUCCHINO*
Oidio
40-50
400-500
7-10
3
3
* PIENO CAMPO E SERRA
89
FUNGICIDI COMET® 250 EC
COMET® 250 EC
FUNGICIDA PER LA DIFESA DI FRUMENTO ED ORZO
COMPOSIZIONE
CARATTERISTICHE
100 g di prodotto
contengono 25 g
di F500® puro
(Pyraclostrobin)
(pari a 250 g/l) e
100 g di
Coformulanti q.b
COMET® 250 EC è un fungicida per Frumento duro, Frumento tenero ed Orzo.
Possiede un’eccellente attività nel controllo di Ruggini e Septoria.
La sua sostanza attiva, l’F500® (Pyraclostrobin), appartiene alla famiglia chimica
delle Strobilurine.
COMET® 250 EC, una volta assorbito dalle foglie, esplica la propria attività
locosistemica e translaminare.
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
MODALITÀ D’USO
In funzione dell’andamento stagionale e della pressione delle malattie è
consigliabile intervenire con il primo intervento in fase di fine accestimento-inizio
levata. Un secondo intervento è possibile nella fase da ultima foglia a botticella:
con questa modalità di intervento si esplica al meglio il potenziale dell’effetto
AgCelence®.
AVVERTENZE
REG. MIN. SALUTE
N° 14769
del 09-09-2011
In caso di alte pressioni delle malattie, oppure con forti precipitazioni o con rapida
crescita della vegetazione, è necessario usare le dosi superiori indicate in tabella.
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
Prodotto con effetto:
90
FUNGICIDI COMET® 250 EC CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
(l/ha)
INTERVALLO DI
TRATTAMENTO (gg)
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
FRUMENTO
Fusariosi, Oidio, Ruggine
bruna, Ruggine gialla,
Septoriosi
0,70-1
21
2
35
ORZO
Maculatura, Oidio,
Rincosporiosi, Ruggine
bruna
0,70-1
21
2
35
91
FUNGICIDI DELAN® 70 WG
DELAN® 70 WG
FUNGICIDA AD AMPIO SPETTRO D’AZIONE PER
IL CONTROLLO DI NUMEROSE MALATTIE DI MELO,
ORNAMENTALI, ORTAGGI, PERO, PESCO E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 70 g
di Ditianon
CARATTERISTICHE
CLASSIFICAZIONE
È un fungicida di contatto, molto efficace contro le principali malattie delle colture
Frutticole ed Orticole, tra cui Bolla, Cancri rameali e Ticchiolatura. Dotato di
spiccata attività preventiva, DELAN® 70 WG assicura prolungata persistenza
d’azione ed elevata resistenza al dilavamento. Caratterizzato da un buon profilo
tossicologico e facile da utilizzare, DELAN® 70 WG non induce l’insorgenza di
ceppi fungini resistenti ed è attivo anche a basse temperature.
Il prodotto si dimostra perfettamente selettivo su tutte le varietà di Melo ed anche
sulle varietà di Pero sensibili ai Ditiocarbammati. Inoltre, rispetta gli insetti utili ed
è innocuo nei confronti delle api. DELAN® 70 WG è ideale per i programmi di lotta
integrata nonché per le strategie antiresistenza.
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
MODALITÀ D’USO
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
REG. MIN. SALUTE
N° 12437
del 27-01-2005
CONFEZIONE
Sacchetto da 1 kg
Sacchetto da 5 kg
DELAN® 70 WG è un prodotto ideale per i trattamenti di tipo preventivo, da
effettuarsi ad intervalli di 7-10 giorni, in funzione dell’andamento meteorologico e
della pressione dei patogeni. Può essere impiegato sia da solo a turni fissi, che in
miscela e/o alternanza con prodotti a diverso meccanismo d’azione.
Per i trattamenti su Melo, si consiglia la dose più elevata per le zone ad alta
virulenza della malattia e quella più bassa per zone-periodi meno favorevoli alla
virulenza dei patogeni. I trattamenti effettuati contro la Ticchiolatura nel periodo
primaverile-estivo risultano efficaci anche contro i Cancri rameali.
AVVERTENZE
IMBALLO
Cartone
- da 10 sacchetti
- da 4 sacchetti
92
DELAN® 70 WG è miscibile con i più comuni fungicidi ed insetticidi. In caso di
miscela con altri formulati, deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo.
FUNGICIDI DELAN® 70 WG CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
CONDIZIONI
D'IMPIEGO
DOSE
(g/hl)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
FLOREALI
ORNAMENTALI*
Antracnosi
del Ciclamino,
Antracnosi del Ficus,
Botrite, Maculatura
fogliare della Primula,
Ruggine del
Garofano, Ruggine
del Rododendro,
Ruggine dell’Azalea
e dell’Erica,
Ruggine della
Rosa, Septoriosi
dell’Oleandro,
Ticchiolatura
-
80-100
Periodi favorevoli
all’infezione
MELO
Marciume
lenticellare,
Ticchiolatura
Zone e periodi
meno favorevoli
alla malattia
80-90
Dalla ripresa
vegetativa fino
al frutto noce
21
Cancri rameali
Zone e periodi
di alta virulenza
100-120
-
21
PATATA
Peronospora
-
150
Periodi favorevoli
all’infezione
21
PEPERONE
Peronospora
-
120
Periodi favorevoli
all’infezione
21
PERO
Cancri rameali
-
150
Trattamento ad
inizio caduta
foglie, in fase
autunnale
Proseguimento a
ripresa vegetativa
21
Ticchiolatura
-
80
Dalla ripresa
vegetativa fino
al frutto noce
21
Bolla, Cancro
rameale, Corineo,
Moniliosi
-
100-150
Alla caduta delle
foglie, alla rottura
delle gemme,
nella fase di
bottoni rosa, alla
caduta dei petali
ed in caso di
grandinate e/o
diradamento
21
PESCO
-
* PIENO CAMPO
93
FUNGICIDI DELAN® 70 WG CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
CONDIZIONI
D'IMPIEGO
DOSE
(g/hl)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
PISELLO
Antracnosi,
Cilindrosporiosi
-
120
Periodi favorevoli
all’infezione
21
POMODORO
Peronospora
-
150
Periodi favorevoli
all’infezione
21
SPINACIO
Peronospora
-
100
Periodi favorevoli
all’infezione
21
VITE
Peronospora
-
100-120
Fase di maggior
suscettibilità al
patogeno
40
94
FUNGICIDI ENERVIN® DUO
ENERVIN® DUO
ANTIPERONOSPORICO PER CETRIOLO, LATTUGHE,
MELONE, PATATA, POMODORO E ZUCCHINO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 27 g
di INITIUM®
(Ametoctradina)
(pari a 300 g/l) e
20,3 g di
Dimetomorf
(pari a 225 g/l)
CARATTERISTICHE
ENERVIN® DUO è un antiperonosporico funzionale alla difesa di Cucurbitacee,
Lattughe, Patata e Pomodoro. Nasce dalla combinazione di due sostanze
attive, INITIUM® (Ametoctradina) e Dimetomorf, che agiscono con modalità
complementari. Ciò offre non solo un’eccellente protezione delle colture
dalla Peronospora, ma qualifica anche ENERVIN® DUO come strumento
ottimale nell’ambito di strategie antiresistenza. ENERVIN® DUO ha un'efficacia
particolarmente alta sulla Peronospora delle Cucurbitacee ed è caratterizzato
da una spiccata resistenza al dilavamento.
FORMULAZIONE
Sospensione
concentrata (SC)
MODALITÀ D’USO
REG. MIN. SALUTE
Inseribile nei più moderni programmi di difesa, ENERVIN® DUO massimizza la
propria efficacia quando è applicato in chiave preventiva nei periodi critici di
sviluppo della Peronospora. Il breve intervallo di carenza ne consente gli impieghi
fino a ridosso della raccolta, assicurando la massima protezione delle produzioni.
ENERVIN® DUO può essere impiegato su Melone e Patata in pieno campo e su
tutte le altre colture in etichetta sia in pieno campo sia in serra.
N° 14697
del 23-01-2012
AVVERTENZE
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
96
Per assicurare la massima esposizione del patogeno all’azione del prodotto si
consiglia di applicare ENERVIN® DUO utilizzando volumi d’acqua che consentano
l’ottimale bagnatura della vegetazione.
FUNGICIDI ENERVIN® DUO CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(ml/ha)
(l/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
CETRIOLO**
Peronospora
80
0,8
Preventivamente
nei periodi critici
di sviluppo della
Peronospora
3
LATTUGHE**
Peronospora
80
0,8
Preventivamente
nei periodi critici
di sviluppo della
Peronospora
7
MELONE*
Peronospora
80
0,8
Preventivamente
nei periodi critici
di sviluppo della
Peronospora
3
PATATA*
Peronospora
80
0,8
Preventivamente
nei periodi critici
di sviluppo della
Peronospora
7
POMODORO**
Peronospora
80
0,8
Preventivamente
nei periodi critici
di sviluppo della
Peronospora
3
ZUCCHINO**
Peronospora
80
0,8
Preventivamente
nei periodi critici
di sviluppo della
Peronospora
3
* PIENO CAMPO ** PIENO CAMPO E SERRA
97
FUNGICIDI ENERVIN® PRO
ENERVIN® PRO
FUNGICIDA ANTIPERONOSPORICO SISTEMICO
PER LA VITE
COMPOSIZIONE
- ENERVIN® SC
100 g di prodotto
contengono 19,2 g
INITIUM® puro
(Ametoctradina)
(pari a 200 g/l)
-LBG 01F34
100 g di prodotto
contengono 51,7 g
di Fosfonato di
potassio puro
(pari a 755 g/l)
FORMULAZIONE
- ENERVIN® SC
Sospensione
concentrata (SC)
-LBG 01F34
Liquido
solubile (SL)
CLASSIFICAZIONE
Nc, non classificato
REG. MIN. SALUTE
- ENERVIN® SC
N° 15264
del 26-08-2013
-LBG 01F34
N° 15008
del 26-08-2013
CONFEZIONE
TWIN PACK
- ENERVIN® SC
1 flacone da 3 litri
-LBG 01F34
1 flacone da 4 litri
IMBALLO
Cartone:
2 TWIN PACK
98
CARATTERISTICHE
ENERVIN® PRO è il fungicida che nasce dalla combinazione di ENERVIN® SC
(INITIUM®) e LBG 01F34 (Fosfonato di potassio) in TWIN PACK, che permette
un ottimale controllo della Peronospora della Vite, esaltando le caratteristiche
dei due principi attivi. Frutto della ricerca BASF, ENERVIN® SC è la prima
molecola della nuova famiglia chimica delle Pirimidilammine. Dotato di
elevata attività specifica contro gli Oomiceti, è ideale per la difesa preventiva
dalla Peronospora. INITIUM® ha un meccanismo d’azione unico. Questo lo
rende lo strumento ideale nella gestione dei programmi di difesa anche in
un'ottica di antiresistenza. LBG 01F34, il fosfonato di potassio registrato
come fungicida sistemico per il controllo della Peronospora, dimostra una
perfetta complementarietà con ENERVIN® SC, essendo caratterizzato da
notevole mobilità nelle piante e da sistemicità. L’attività di LBG 01F34 é più
evidente in presenza di vegetazione giovane ed in attiva crescita permettendo,
grazie alla sua sistemicità, di proteggere anche la vegetazione che si forma
successivamente al trattamento. ENERVIN® PRO si caratterizza per avere
un ottimo profilo tossicologico, un'elevata protezione contro la Peronospora
dei grappoli e della vegetazione, la massima flessibilità di applicazione e
un'eccezionale resistenza al dilavamento.
MODALITÀ D’USO
Nei moderni programmi di difesa e per sfruttare pienamente le caratteristiche di
ENERVIN® PRO se ne consiglia l'impiego nell'ambito di una strategia preventiva,
in alternanza con prodotti a diverso meccanismo d'azione.
Non superare i 3 trattamenti all'anno, con massimo 2 applicazioni consecutive e
intervenendo ogni 10-12 giorni. Si consiglia di impiegare un volume di distribuzione
di 500-600 l/ha. Per differenti volumi d'irrorazione fare riferimento alla dose ettaro.
AVVERTENZE
In caso di miscela con altri formulati, si raccomanda di fare saggi preliminari di
miscibilità e fitotossicità. ENERVIN® PRO non é campatibile con concimi fogliari
contenenti Azoto (nitrico ed ammoniacale). Non effettuare miscele con formulati
oleosi e non irrorare il prodotto su colture precedentemente trattate con formulati
oleosi perchè ostacolererebbero la penetrazione del prodotto nella pianta.
In caso di miscela con altri formulati, deve essere rispettato il periodo di carenza
più lungo.
FUNGICIDI ENERVIN® PRO CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
VITE
* ENERVIN
PATOGENI
Peronospora
®
SC
DOSE
DOSE
(ml/hl)
(l/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
250-300*
330-400**
1,5*
2**
Periodi favorevoli
all’infezione
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
21
** LBG 01F34
99
FUNGICIDI ENERVIN® TOP
ENERVIN® TOP
ANTIPERONOSPORICO PER CETRIOLO, COCOMERO,
LATTUGHE, MELONE, PATATA, POMODORO,
VITE E ZUCCHINO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 12 g
di INITIUM®
(Ametoctradina)
e 44 g di Metiram
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 14812
del 23-01-2012
CONFEZIONE
Flacone da 1 kg
Tanica da 5 kg
CARATTERISTICHE
Indicato per il controllo della Peronospora della Vite e di alcune colture orticole:
ENERVIN® TOP nasce dalla combinazione di due sostanze attive che agiscono con
modalità complementari. È infatti una miscela contenente l'innovativo fungicida
di BASF INITIUM® (Ametoctradina), che appartiene all'innovativa famiglia chimica
delle Pirimidilammine, ed un fungicida ad ampio spettro di comprovata efficacia
qual’è Metiram. ENERVIN® TOP si distingue per l’elevata efficacia contro la
Peronospora con azione specifica per quella delle Cucurbitacee. INITIUM® mostra
eccellenti proprietà di resistenza al dilavamento ed una protezione di lunga durata
alla vegetazione, come pure si distingue per la forte inibizione alla germinazione
delle zoospore. L’unione di INITIUM® con Metiram conferisce infine ad ENERVIN®
TOP una maggiore funzionalità alle strategie antiresistenza.
MODALITÀ D’USO
Su Vite, ENERVIN® TOP esplica al meglio la propria efficacia quando applicato nel
periodo vegetativo della fioritura, ove si massimizzano i benefici della protezione
dei grappoli. Si consiglia di utilizzare il prodotto in maniera preventiva, effettuando
2 applicazioni consecutive a distanza di 8-12 giorni a seconda della pressione del
patogeno e delle condizioni climatiche. Sulle Orticole, per sfruttare pienamente le
caratteristiche di ENERVIN® TOP, si consiglia l’impiego nell’ ambito di una strategia
preventiva non superando i 2 trattamenti all’anno e rispettando un intervallo pari
7-10 giorni.
AVVERTENZE
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 2 taniche
100
ENERVIN® TOP offre risultati costanti quando è inserito in un corretto programma di
difesa. Se ne consiglia pertanto l’impiego nell’ambito di uno schema di trattamenti
che preveda la rotazione di sostanze attive con diverso meccanismo d’azione della
linea FORUM®.
FUNGICIDI ENERVIN® TOP CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
CETRIOLO**
ZUCCHINO**
Peronospora
200
2
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
2
3
COCOMERO*
MELONE*
Peronospora
200
2
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
2
3
LATTUGHE*
Peronospora
200
2
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
2
7
PATATA*
Peronospora
200
2
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
3
7
POMODORO**
Peronospora
200
2
Trattamenti
preventivi in
periodi favorevoli
all’infezione
3
3
VITE
Peronospora
250
2,5
A partire dalla
fioritura
3
35
* PIENO CAMPO ** PIENO CAMPO E SERRA
101
FUNGICIDI FORUM® 50 WP
FORUM® 50 WP
FUNGICIDA SISTEMICO LOCALE, ATTIVO CONTRO
LA PERONOSPORA DI GAROFANO, GERBERA E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 50 g
di Dimetomorf
FORMULAZIONE
Polvere
bagnabile (WP)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
CARATTERISTICHE
È un fungicida che interferisce con i processi biochimici che presiedono alla
formazione della parete cellulare del fungo causando la disgregazione della stessa e
la conseguente morte del patogeno. FORUM® 50 WP viene assorbito rapidamente
dalla foglia (1-2 ore) e si sposta in modo translaminare dalla pagina superiore a
quella inferiore e dal centro verso i margini.
MODALITÀ D’USO
FORUM® 50 WP rappresenta il partner ideale per produrre la miscela più opportuna
per la lotta alla Peronospora della Vite. Oltre alla possibilità di miscele con Folpet,
Mancozeb e Rame, si segnalano le miscele con DELAN® WG e POLYRAM® DF.
Il prodotto può essere applicato in tutte le fasi fenologiche della coltura e va
utilizzato, in funzione della pressione della malattia, ad intervalli di 10-12 giorni.
REG. MIN. SALUTE
N° 8542
del 30-11-1994
AVVERTENZE
CONFEZIONE
Si consiglia di utilizzare sempre FORUM® 50 WP insieme ad un antiperonosporico
di copertura. Il formulato è miscibile con gli insetticidi ed i fungicidi di più comune
impiego, ad eccezione di quelli a reazione alcalina.
Sacchetto da 1 kg
IMBALLO
Cartone
- da 12 sacchetti
102
FUNGICIDI FORUM® 50 WP CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
GAROFANO
GERBERA
VITE
PATOGENI
Peronospora
Peronospora
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
-
2-3 (g/m2)
50-60
40-50
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Trattamento al
terreno subito
dopo il trapianto
-
0,5-0,6
Trattamenti fogliari
ogni 10-12 giorni
-
0,4-0,5
In ogni fase
fenologica
(in miscela
con un partner
di copertura
opportuno)
10
103
FUNGICIDI FORUM® GOLD
FORUM® GOLD
FUNGICIDA SISTEMICO LOCALE, ATTIVO CONTRO
LA PERONOSPORA DELLA VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 15 g
di Dimetomorf e
35 g di Ditianon
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
CARATTERISTICHE
È un fungicida che interferisce con i processi biochimici che presiedono alla
formazione della parete cellulare del fungo, causando la disgregazione della stessa
e la conseguente morte del patogeno. Dimetomorf, una delle due sostanze attive
che compongono il prodotto, viene assorbito rapidamente (1-2 ore) dalle foglie e si
sposta in modo translaminare dalla pagina superiore a quella inferiore e dal centro
verso i margini. Dithianon esercita, invece, attività di copertura. FORUM® GOLD
possiede una triplice azione: preventiva,curativa ed antisporulante.
MODALITÀ D’USO
Si consiglia l’impiego di FORUM® GOLD nell’ambito di un programma di
trattamenti che preveda la rotazione di sostanze attive caratterizzate da un diverso
meccanismo d’azione. Trattare a partire dalla prima pioggia infettante (regola dei
3 dieci) con cadenza di 10-12 gg.
REG. MIN. SALUTE
N° 12285
del 27-10-2006
CONFEZIONE
Sacchetto da 1 kg
Sacco da 10 kg
IMBALLO
Cartone:
- da 10 sacchetti
Sacco singolo
104
AVVERTENZE
FORUM® GOLD è miscibile con gli insetticidi ed i fungicidi di più comune impiego.
Sulle varietà Corvina, Corvinone, Garganega, Lambrusco, Malvasia, Molinara,
Rondinella e Schiava sono possibili fenomeni di fitotossicità, pertanto se ne
consiglia l’uso fino alla fioritura. Sulle varietà locali è comunque buona prassi
effettuare saggi preliminari su poche piante, prima di estendere i trattamenti a tutto
il vigneto.
FUNGICIDI FORUM® GOLD CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
VITE
PATOGENI
Peronospora
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
125-150
1,25-1,5
EPOCA
D'IMPIEGO
Applicare da foglie
distese fino a fine
fioritura
Sospendere i
trattamenti prima
dell'allegagione
N° MAX
trattamenti
annui
3
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
40
105
FUNGICIDI FORUM® MZ WG
FORUM® MZ WG
FUNGICIDA SISTEMICO LOCALE, ATTIVO CONTRO
LA PERONOSPORA DI POMODORO E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 9 g di
Dimetomorf e 60 g
di Mancozeb
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
CARATTERISTICHE
È un fungicida che interferisce con i processi biochimici che presiedono alla
formazione della parete cellulare del fungo, causando la disgregazione della stessa e
la conseguente morte del patogeno. Dimetomorf, una delle due sostanze attive che
compongono il prodotto, viene assorbito rapidamente dalla foglia (1-2 ore) e si sposta
in modo translaminare dalla pagina superiore a quella inferiore e dal centro verso i
margini. Mancozeb esercita, invece, attività di copertura.
FORUM® MZ WG possiede una triplice azione: preventiva, curativa ed antisporulante.
MODALITÀ D’USO
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
Su Vite, effettuare un programma di trattamenti. FORUM® MZ WG deve essere
impiegato alla dose di 2,2 kg/ha adottando intervalli fra le applicazioni che siano
funzionali all’andamento climatico ed alla pressione dell’infezione.
REG. MIN. SALUTE
AVVERTENZE
N° 10329
del 11-02-2000
CONFEZIONE
Sacchetto da 1 kg
Sacco da 10 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 sacchetti
Sacco singolo
106
Non impiegare FORUM® MZ WG su Pomodoro in serra.
FORUM® MZ WG è miscibile con gli insetticidi ed i fungicidi di più comune impiego.
FUNGICIDI FORUM® MZ WG CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Trattamenti
ammessi solo
fino alla prima
fioritura
POMODORO
Peronospora
200-220
2-2,2
Iniziare i
trattamenti a
partire dalla prima
pioggia infettante
(secondo modello
previsionale) con
cadenza di 10-12
giorni fino alla fase
di prefioritura
VITE
Peronospora
200-220
2-2,2
Periodi favorevoli
all’infezione
28
107
FUNGICIDI FORUM® R
FORUM® R
FUNGICIDA SISTEMICO LOCALE, ATTIVO CONTRO
LA PERONOSPORA DI MELONE, PATATA, POMODORO E VITE
COMPOSIZIONE
CARATTERISTICHE
100 g di prodotto
contengono 6 g di
Dimetomorf e
40 g di Rame
(da Ossicloruro)
È un fungicida ideale per il controllo della Peronospora di Melone, Patata, Pomodoro
e Vite. FORUM® R interferisce con la formazione della parete cellulare del fungo e ne
provoca la morte. È un prodotto che si caratterizza per la triplice modalità d’azione:
preventiva, curativa ed antisporulante.
FORMULAZIONE
Polvere
bagnabile (WP)
MODALITÀ D’USO
Su Vite, intervenire con FORUM® R da fine fioritura rispettando una cadenza pari a
10-12 giorni. Su Melone, Patata e Pomodoro, applicare il prodotto ogni 7-10 giorni.
CLASSIFICAZIONE
Xi, irritante
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 8729
del 23-03-1995
CONFEZIONE
Sacchetto da 1 kg
Sacco da 10 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 sacchetti
Sacco singolo
108
AVVERTENZE
FORUM® R è miscibile con gli insetticidi ed i fungicidi di più comune impiego.
FUNGICIDI FORUM® R CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
MELONE*
Peronospora
300-350
3-3,5
Periodi favorevoli
all’infezione
20
PATATA*
POMODORO*
Peronospora
300-350
3-3,5
Periodi favorevoli
all’infezione
20
VITE
Peronospora
350
3,5
Da fine fioritura
20
* PIENO CAMPO E SERRA
109
FUNGICIDI FORUM® R 3B
FORUM® R 3B
FUNGICIDA SISTEMICO LOCALE, ATTIVO CONTRO
LA PERONOSPORA DI MELONE, PATATA, POMODORO E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 6 g di
Dimetomorf e 24 g
di Rame da solfato
tribasico TBCS
FORMULAZIONE
Polvere
bagnabile (WP)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
CARATTERISTICHE
FORUM® R 3B è il fungicida ideale per il controllo della Peronospora di Melone,
Patata, Pomodoro e Vite. Il prodotto prevede la miscela di Dimetomorf con Rame
tribasico. Questa formulazione innovativa permette di avere dei tempi di carenza
ridotti e di apportare una minor quantità di rame all’ambiente, pur mantenendo
inalterata l’efficacia del prodotto formulato e garantendo la consueta rapidità
d’azione, persistenza e selettività. FORUM® R 3B interferisce con la formazione
della parete cellulare del fungo e ne provoca la morte. È un prodotto che si
caratterizza per la triplice modalità d’azione: preventiva, curativa ed antisporulante.
MODALITÀ D’USO
Su Vite, intervenire con FORUM® R 3B da fine fioritura, rispettando una cadenza
pari a 8-12 giorni. Su Melone, Patata e Pomodoro, applicare il prodotto ogni
8-12 giorni.
REG. MIN. SALUTE
N° 14577
del 02-04-2009
CONFEZIONE
Sacchetto da 1 kg
Sacco da 10 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 sacchetti
Sacco singolo
110
AVVERTENZE
FORUM® R 3B è miscibile con gli insetticidi ed i fungicidi di più comune impiego.
FUNGICIDI FORUM® R 3B CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
MELONE**
Peronospora
350
3,5
Periodi favorevoli
all’infezione
7
PATATA*
Peronospora
350
3,5
Periodi favorevoli
all’infezione
7
POMODORO**
Peronospora
350
3,5
Periodi favorevoli
all’infezione
7
VITE
Peronospora
350
3,5
Da fine fioritura
10
* PIENO CAMPO ** PIENO CAMPO E SERRA
111
FUNGICIDI FORUM® R 3B FLOW
FORUM® R 3B FLOW
FUNGICIDA SISTEMICO LOCALE, ATTIVO CONTRO
LA PERONOSPORA DI MELONE, PATATA, POMODORO E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 4,45 g
di Dimetomorf
(pari a 60 g/l)
e 17,8 g di Rame,
da solfato
tribasico TBCS
(pari a 240 g/l)
FORMULAZIONE
Sospensione
concentrata (SC)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
CARATTERISTICHE
FORUM® R 3B FLOW è il fungicida ideale per il controllo della Peronospora di
Melone, Patata, Pomodoro e Vite. Il prodotto prevede la miscela di Dimetomorf
con Rame tribasico. Formulato in sospensione concentrata di alta qualità,
FORUM® R 3B FLOW permette di avere ridotti tempi di carenza, apportando al
contempo una minor quantità di Rame nel rispetto della massima efficacia.
FORUM® R 3B FLOW si evidenzia per rapidità d’azione, persistenza e selettività
verso la coltura. La presenza di sostanze attive aventi modalità d’azione fra loro
complementari innalza la flessibilità d’impiego del prodotto ed assicura un’elevata
costanza nel tempo dei risultati.
MODALITÀ D’USO
Su Vite, intervenire con FORUM® R 3B FLOW a partire da fine fioritura, rispettando
un intervallo pari a 10-12 giorni. Intervallo che scende a 7-10 giorni su Melone,
Patata e Pomodoro. La finestra temporale più breve va adottata in caso di elevata
pressione della malattia, sospendendo i trattamenti 10 giorni prima della raccolta
per la Vite e 7 giorni prima della raccolta per Melone, Patata e Pomodoro.
REG. MIN. SALUTE
N° 15256
del 18-10-2011
AVVERTENZE
CONFEZIONE
FORUM® R 3B FLOW è miscibile con gli insetticidi ed i fungicidi di più comune
impiego. Si consiglia di non utilizzare FORUM® R 3B FLOW durante la fase della
fioritura della Vite.
Flacone da 1 litro
Tanica da 10 litri
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 2 taniche
112
FUNGICIDI FORUM® R 3B FLOW CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(ml/hl)
(l/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
MELONE*
Peronospora
350
3,5
Periodi favorevoli
all’infezione
7
PATATA*
Peronospora
350
3,5
Periodi favorevoli
all’infezione
7
POMODORO**
Peronospora
350
3,5
Periodi favorevoli
all’infezione
7
VITE
Peronospora
350
3,5
Da fine fioritura
10
* PIENO CAMPO ** PIENO CAMPO E SERRA
113
FUNGICIDI FORUM® STAR
FORUM® STAR
FUNGICIDA SISTEMICO LOCALE, AD AMPIO SPETTRO
D’AZIONE PER MELONE, POMODORO E UVA DA VINO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 11,3 g
di Dimetomorf e
60 g di Folpet
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 11762
del 08-06-2006
CONFEZIONE
Sacchetto da 5 kg
IMBALLO
Cartone
- da 4 sacchetti
114
CARATTERISTICHE
È un fungicida che interferisce con i processi biochimici che presiedono alla
formazione della parete cellulare del fungo, causando la disgregazione della stessa
e la conseguente morte del patogeno. I suoi principi attivi, Dimetomorf e Folpet,
rispettivamente una Morfolina ed una Tioftalimide, possiedono meccanismi
d’azione diversi che si completano. FORUM® STAR blocca la germinazione delle
spore, lo sviluppo del micelio e la sporulazione. Una volta assorbito dalle foglie
esplica attività locosistemica e translaminare. FORUM® STAR possiede una triplice
azione: preventiva, curativa ed antisporulante. FORUM® STAR è un fungicida
indicato per il controllo della Peronospora di Melone, Pomodoro e Vite nonché
di altre numerose malattie di queste stesse colture (vedi tabella).
MODALITÀ D’USO
Si consiglia l’impiego di FORUM® STAR nell’ambito di un programma di trattamenti
che preveda la rotazione di sostanze attive caratterizzate da un diverso meccanismo
d’azione.
AVVERTENZE
Su Vite applicare FORUM® STAR alle seguenti fasi fenologiche: grappoli formati,
inizio fioritura, fine fioritura-allegagione. Su Melone e Pomodoro si consiglia di
usare il prodotto in applicazione preventiva. FORUM® STAR non è miscibile con
preparati a reazione alcalina e con olii.
FUNGICIDI FORUM® STAR CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
MELONE*
Antracnosi, Muffa grigia,
Peronospora
160-200
1,6-2
-
21
POMODORO*
Alternariosi, Cladosporiosi,
Muffa grigia, Peronospora,
Septoriosi
160-200
1,6-2
Periodi favorevoli
all’infezione
7
VITE
Uva da vino
Botrite, Oidio, Peronospora
180-200
1,8-2
Grappoli formati,
inizio fioritura,
fine fiorituraallegagione
-
* PIENO CAMPO E SERRA
115
FUNGICIDI FORUM® TEAM
FORUM® TEAM
FUNGICIDA INDICATO PER LA LOTTA CONTRO L’OIDIO
E LA PERONOSPORA DELLA VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 12 g
di Dimetomorf e
6,7 g di F500®
(Pyraclostrobin)
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 15423
del 10-09-2012
CONFEZIONE
Flacone da 1 kg
Flacone da 5 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 2 flaconi
116
CARATTERISTICHE
È un fungicida ad ampio spettro d'azione per Vite. FORUM® TEAM nasce dalla
combinazione di due sostanze attive che agiscono con modalità complementari.
L'associazione di Dimetomorf e Pyraclostrobin rende FORUM® TEAM idoneo
per il controllo di Oidio e Peronospora. Dimetomorf viene assorbito rapidamente
dalle foglie e si sposta in modo translaminare dalla pagina superiore a quella
inferiore e dal centro verso i margini, mentre Pyraclostrobin una volta assorbito
dalle foglie esplica attività locosistemica e translaminare.
MODALITÀ D’USO
Per sfruttare pienamente le caratteristiche di FORUM® TEAM se ne consiglia
l'impiego nell'ambito di una strategia preventiva non superando i 3 trattamenti
all'anno. FORUM® TEAM deve essere applicato alla dose di 1,5 kg/ha adottando
intervalli fra le applicazioni che siano funzionali all'andamento climatico ed alla
pressione delle infezioni. Inoltre, si consiglia di trattare con FORUM® TEAM
con volumi di soluzione che consentano una completa ed omogenea bagnatura,
evitando lo sgocciolamento della vegetazione.
AVVERTENZE
Si consiglia l’impiego di FORUM® TEAM nell’ambito di un programma di trattamenti
che preveda la rotazione di sostanze attive con diverso meccanismo d’azione.
FORUM® TEAM, applicato da solo, non ha mai causato danni alle diverse varietà
sin qui saggiate e in caso di miscela con altri prodotti, è buona prassi effettuare
saggi preliminari su un numero limitato di piante, prima di estendere i trattamenti a
tutta la coltura.
FUNGICIDI FORUM® TEAM CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
VITE
PATOGENI
Oidio, Peronospora
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
150
1,5
EPOCA
D'IMPIEGO
Periodi favorevoli
all’infezione
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
35
117
FUNGICIDI FORUM® TOP
FORUM® TOP
FUNGICIDA ANTIPERONOSPORICO PER PATATA, POMODORO
E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 9 g di
Dimetomorf e 44 g
di Metiram
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CARATTERISTICHE
FORUM® TOP è l'unica formulazione pronta a base di Dimetomorf e Metiram
ideale per combattere la Peronospora di Patata, Pomodoro e Vite. FORUM® TOP
blocca la germinazione delle spore, lo sviluppo del micelio e la sporulazione.
Una volta assorbito dalle foglie esplica anche attività locosistemica e translaminare.
FORUM® TOP è l'esempio concreto di un'evoluzione continua, nata dall'ascolto
attivo delle esigenze di chi produce e in risposta alle esigenze di un'agricoltura
moderna e in continuo sviluppo. Dedicato a chi si occupa di proteggere il frutto
del proprio lavoro, FORUM® TOP offre: elevata efficacia su Peronospora, praticità
d’utilizzo, azione collaterale su Black-Rot e gestione ottimale del lavoro in campo.
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 13160
del 14-12-2011
CONFEZIONE
Sacchetto da 1 kg
Sacco da 10 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 sacchetti
Sacco singolo
118
MODALITÀ D’USO
FORUM® TOP deve essere impiegato alla dose di 2,5 kg/ha adottando intervalli
fra le applicazioni che siano funzionali all’andamento climatico ed alla pressione
dell’infezione. Si consiglia di impiegare FORUM® TOP preventivamente, nel periodo
critico per lo sviluppo della Peronospora, utilizzando volumi di soluzione che
consentano una completa ed omogenea bagnatura della coltura.
AVVERTENZE
FORUM® TOP è miscibile con gli insetticidi ed i fungicidi di più comune impiego.
FUNGICIDI FORUM® TOP CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
(kg/ha)
INTERVALLO DI
TRATTAMENTO (gg)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
PATATA
Peronospora
2,5
7-10
Periodi favorevoli
all'infezione
14
POMODORO*
Peronospora
2,5
7-10
Periodi favorevoli
all'infezione
7
VITE
Peronospora
2,5
10-12
Periodi favorevoli
all'infezione
35
* PIENO CAMPO
119
FUNGICIDI FORUM® TOP PACK
FORUM® TOP PACK
FUNGICIDA SISTEMICO LOCALE AD AMPIO SPETTRO
D’AZIONE PER VITE
COMPOSIZIONE
- FORUM® 50 WP
100 g di prodotto
contengono 50 g
di Dimetomorf
-POLYRAM® DF
100 g di prodotto
contengono 71,2 g
di Metiram puro
FORMULAZIONE
-FORUM® 50 WP
Polvere bagnabile
(WP)
-POLYRAM® DF
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Xi, irritante
N, pericoloso per
l’ambiente
CARATTERISTICHE
È il fungicida che nasce dalla combinazione di FORUM® 50 WP (Dimetomorf)
e POLYRAM® DF (Metiram) in Combi Pack. La combinazione in miscela
estemporanea permette un ottimale controllo della Peronospora della Vite.
Grazie a diversi anni di esperienza, FORUM® 50 WP e POLYRAM® DF si sono
guadagnati l’apprezzamento di tecnici ed operatori, ottenendo sul campo la fama
di specialisti indiscussi per la difesa dell’Uva. FORUM® TOP PACK sfrutta l’ideale
sinergia tra FORUM® 50 WP e POLYRAM® DF, esaltando le caratteristiche dei due
principi attivi. FORUM® TOP PACK viene rapidamente assorbito e ridistribuito
all’interno della foglia. L’attività di copertura è garantita da Metiram che, a differenza
degli altri Ditiocarbammati, possiede una catena ramificata e vanta la presenza di
Zinco. Grazie a questa particolare struttura, oltre a garantire protezione contro la
Peronospora, Metiram contribuisce all’apporto di mesoelementi nutritivi.
MODALITÀ D’USO
Si consiglia l’impiego di FORUM® TOP PACK nell’ambito di un programma di
trattamenti preventivi che preveda la rotazione di formulati a base di sostanze attive
caratterizzate da un diverso meccanismo d’azione.
AVVERTENZE
REG. MIN. SALUTE
-FORUM® 50 WP
N° 8542
del 30-11-1994
-POLYRAM® DF
N° 7916
del 30-04-1990
CONFEZIONE
E IMBALLO
COFANETTO
COMBI PACK
- FORUM® 50 WP
1 Sacchetto da
1,2 kg
-POLYRAM® DF
3 Sacchetti da 2 kg
120
Il prodotto è miscibile con i formulati ad azione fungicida o insetticida ad eccezione
di quelli a reazione alcalina (polisolfuri, poltiglia bordolese, ecc.). Si consiglia di
distanziare le applicazioni con olii di almeno tre settimane.
FUNGICIDI FORUM® TOP PACK CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
VITE
* FORUM
PATOGENI
Escoriosi, Peronospora
®
50 WP
** POLYRAM
®
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
40-50*
150-200**
0,4-0,5*
1,5-2**
EPOCA
D'IMPIEGO
Periodi favorevoli
all’infezione
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
28
DF
121
FUNGICIDI KUMULUS® TECNO
KUMULUS® TECNO
FUNGICIDA ANTIOIDICO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 80 g di
Zolfo (esente da
Selenio)
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Xi, irritante
REG. MIN. SALUTE
N° 10048
del 26-05-1999
CARATTERISTICHE
È un fungicida a base di Zolfo micronizzato che agisce per contatto, con azione
preventiva ed eradicante, sull’Oidio di numerose colture ed è indicato anche nei
programmi di lotta biologica. Grazie alla originale formulazione che lo caratterizza,
KUMULUS® TECNO si distribuisce sui tessuti della pianta garantendo una
copertura omogenea. Inoltre, le dimensioni ottimali dei microgranuli garantiscono
la massima superficie di contatto con la vegetazione, evitano scottature anche a
temperature elevate ed assicurano prolungata persistenza d’azione.
MODALITÀ D’USO
Su Vite, i trattamenti vanno effettuati in modo da garantire una copertura ottimale,
soprattutto per quanto riguarda i grappoli. Su Orticole si consiglia di intervenire
con KUMULUS® TECNO alla prima comparsa della malattia ripetendo il trattamento
ogni 7-10 giorni. Su varietà Frutticole particolarmente sensibili alle infezioni di Oidio
effettuare trattamenti ripetuti per mantenere la pianta protetta per l’intero periodo.
AVVERTENZE
CONFEZIONE
Sacco da 25 kg
IMBALLO
Sacco singolo
122
KUMULUS® TECNO deve essere utilizzato a distanza di almeno tre settimane
dall’impiego di olii minerali e captano. Inoltre, è meglio evitare di trattare nelle ore
più calde della giornata.
FUNGICIDI KUMULUS® TECNO CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
ALTRI
FRUTTIFERI
Oidio, Oidio dell'Albicocco,
del Melo, del Pesco
500-600*
200-300**
5-6*
2-3**
Periodi favorevoli
all’infezione
5
COLTURE
ORTICOLE
E FLOREALI
Oidio, Oidio del Carciofo,
delle Cucurbitacee, della
Fragola, del Peperone,
del Pomodoro, della Rosa
150-500
1,5-5
Periodi favorevoli
all’infezione
5
VITE
Oidio
(zone a bassa pressione)
200-400
2-4
Periodi favorevoli
all’infezione
5
Oidio
(zone ad alta pressione)
600-800
6-8
Periodi favorevoli
all’infezione
5
* Trattamenti pre-fiorali ** Trattamenti post-fiorali
123
FUNGICIDI LBG 01F34
LBG 01F34
FUNGICIDA SISTEMICO PER IL CONTROLLO
DELLA PERONOSPORA DELLA VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 51,7 g
Fosfonato di
potassio puro
(pari a 755 g/l)
FORMULAZIONE
Liquido
solubile (SL)
CLASSIFICAZIONE
Nc, non classificato
REG. MIN. SALUTE
N° 15008
del 26-08-2013
CARATTERISTICHE
LBG 01F34 è un fungicida sistemico attivo nei confronti dei Ficomiceti,
in particolare contro quelli appartenenti alla famiglia delle peronosporacee.
Il suo principio attivo é caratterizzato da una notevole mobilità nelle piante e la sua
sistemicità si manifesta sia in modo ascendente sia in modo discendente.
L’attività del formulato é più evidente in presenza di vegetazione giovane ed in
attiva crescita permettendo, grazie alla sua sistemicità, di proteggere anche la
vegetazione che si forma successivamente al trattamento.
MODALITÀ D’USO
Vite: contro Peronospora (Plasmopora viticola) in trattamenti preventivi alla dose
di 300-400 ml/hl (max 4 l/ha) ad intervalli di 10 giorni.
Si consiglia l’uso di LBG 01F34 nell’ambito di un programma di trattamenti che
preveda l’utilizzo di fungicidi di contatto, quali ftalimidi, carbammati o prodotti a
base di Rame. In tal caso si consiglia di impiegare la dose minima con intervallo
fra le applicazioni di 12-14 giorni, in funzione della pressione di malattia.
Impiegare preferibilmente il prodotto dalla ripresa vegetativa alla pre-chiusura
grappolo, e comunque non effettuare più di 5 trattamenti all’anno.
CONFEZIONE
Tanica da 5 litri
IMBALLO
Cartone
- da 4 taniche
NOVITÀ
124
AVVERTENZE
In caso di miscela con altri formulati si raccomanda di fare saggi preliminari
di miscibilità e fitotossicità. LBG 01F34 non é compatibile con concimi fogliari
contenenti azoto (nitrico ed ammoniacale). Non effettuare miscele con formulati
oleosi e non irrorare il prodotto su colture precedentemente trattate con formulati
oleosi perchè ostacolerebbero la penetrazione del prodotto nella pianta.
In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza
più lungo. Devono essere inoltre osservate le norme precauzionali prescritte
per i prodotti più tossici; qualora si verificassero casi di intossicazione informare
il medico della miscelazione compiuta.
FUNGICIDI LBG 01F34 CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
(ml/hl)
VITE
Peronospora
300-400
EPOCA
D'IMPIEGO
Impiegare preferibilmente
il prodotto dalla ripresa
vegetativa alla pre-chiusura
grappolo
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
14
125
FUNGICIDI MACCANI®
MACCANI®
FUNGICIDA BIVALENTE AUTORIZZATO
SU MELO E PERO
CARATTERISTICHE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 4 g
di F500®
(Pyraclostrobin) e
12 g di Ditianon
MACCANI® è un fungicida di contatto efficace contro le principali malattie
fungine delle Pomacee. Grazie al suo doppio meccanismo d’azione, il prodotto
si caratterizza per un’intriseca strategia antiresistenza e per il controllo
contemporaneo di più malattie fungine, come Oidio e Ticchiolatura del Melo e di
Maculatura e Ticchiolatura del Pero. Dotato di spiccata attività translaminare ed
elevata resistenza al dilavamento, MACCANI® agisce anche a basse temperature e
si dimostra selettivo su tutte le varietà di Melo e di Pero.
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
MODALITÀ D’USO
CLASSIFICAZIONE
MACCANI® deve essere applicato preventivamente, si consiglia di impiegarlo nelle
fasi e nelle condizioni favorevoli agli attacchi fungini, intervenendo in relazione alla
pressione della malattia e all’andamento delle precipitazioni. Coerentemente con
le linee guida fissate a livello internazionale dal FRAC, il comitato che si occupa di
prevenire il rischio di insorgenza di patogeni resistenti ai fungicidi, si consiglia di
utilizzare MACCANI®:
-Su Melo per un massimo di 3 trattamenti a stagione.
-Su Pero, in una strategia di alternanza con altri prodotti a diverso meccanismo
d’azione, in blocchi di massimo 2 trattamenti consecutivi.
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 15114
del 19-12-2012
CONFEZIONE
AVVERTENZE
Flacone da 1 kg*
Tanica da 5 kg
MACCANI® è miscibile con i più comuni fungicidi ed insetticidi. In caso di miscela
con altri formulati, deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo.
Per favorire una migliore dispersione del prodotto in soluzione acquosa, riempire
metà serbatoio con acqua e mettere in moto l’agitatore del serbatoio prima di
versarvi la dose necessaria. Continuare ad agitare la soluzione ed aggiungere
acqua sino al volume previsto per l’applicazione.
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 2 taniche
126
*
FUNGICIDI MACCANI® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
MELO
Oidio,
Ticchiolatura
167
2,5
Intervenire da
fioritura a frutto
noce
3-4*
35
PERO
Maculatura
bruna,
Ticchiolatura
167
2,5
Intervenire da
fioritura a frutto
noce
3-4*
35
* Se si eseguono 12 o più trattamenti all’anno contro la difesa della Ticchiolatura
127
FUNGICIDI OPERA®
OPERA®
FUNGICIDA IDEALE PER BARBABIETOLA DA ZUCCHERO,
FRUMENTO DURO E TENERO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 12,5 g
di F500®
(Pyraclostrobin)
(pari a 133 g/l)
e 4,7 g di
Epossiconazolo
(pari a 50 g/l)
FORMULAZIONE
Sospensione
emulsionabile (SE)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
CARATTERISTICHE
OPERA® è il fungicida BASF per Frumento duro e tenero con un’eccellente attività
nel contollo di Ruggini e Septoria, attivo anche su Fusariosi e Oidio, che consente
di ottenere raccolti migliori.
OPERA® è composto dai due migliori principi attivi, Epossiconazolo e F500®
(Pyraclostrobin), appartenenti alle due famiglie chimiche più efficaci per il controllo
delle malattie fungine: Triazoli e Strobilurine.
OPERA® è efficace nei confronti di funghi patogeni in diverse fasi del loro sviluppo,
esplica la sua attività principalmente in fase preventiva, ma è in grado di bloccare
infezioni già in corso. Ciò è possibile grazie alle modalità d’azione integrate e
sinergiche dei due componenti del prodotto. Il duplice meccanismo d'azione di
Epossiconazolo e di F500® (Pyraclostrobin), riduce il rischio di insorgenza di
fenomeni di resistenza.
MODALITÀ D’USO
In funzione dell’andamento stagionale e della pressione delle malattie è consigliabile
intervenire con il primo intervento in fase di fine accestimento-levata.
Un secondo intervento può essere posizionato da ultima foglia a fioritura.
REG. MIN. SALUTE
N° 12832
del 24-02-2009
AVVERTENZE
CONFEZIONE
Utilizzare le dosi maggiori nel caso di forte pressione della malattia. Non effettuare
più di 2 trattamenti a stagione. Miscelare il prodotto alla dose indicata con 100-400
litri d’acqua ad ha.
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
Prodotto con effetto:
128
FUNGICIDI OPERA® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
(l/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
BARBABIETOLA
DA ZUCCHERO
Cercospora, Oidio
0,75-1
Alla comparsa delle pustole,
con intervallo di 21 giorni tra
un trattamento e l’altro
2
35
FRUMENTO
DURO
E TENERO
Fusarium, Oidio,
Ruggini, Septoria
1-1,25
Tra l’inizio della levata e la
fase della fioritura
2
35
129
FUNGICIDI POLYRAM® DF
POLYRAM® DF
FUNGICIDA DI COPERTURA AD AMPIO SPETTRO D’AZIONE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 71,2 g
di Metiram puro
CARATTERISTICHE
È un fungicida che agisce con modalità preventiva nel controllo di numerosi
patogeni quali Alternaria, Peronospora, Ticchiolatura e altri che colpiscono
colture Arboree, Ornamentali ed Orticole.
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Xi, irritante
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 7916
del 30-04-1990
CONFEZIONE
Sacco da 10 kg
Sacco da 25 kg
IMBALLO
Sacco singolo
130
MODALITÀ D’USO
Utilizzare POLYRAM® DF preventivamente, ovvero iniziare i trattamenti quando
vi siano le condizioni climatiche predisponenti la malattia e prima che questa si
sia manifestata. Ripetere i trattamenti ogni 5-7 giorni e, in ogni caso, a seguito di
piogge. Per l’utilizzo in serra su Pomodoro usare guanti durante la miscelazione,
tuta e guanti durante l’applicazione.
AVVERTENZE
Per ridurre la caduta anticipata delle foglie (specialmente su Golden Delicious) è
opportuno impiegare POLYRAM® DF ogni 20 giorni, anche nei mesi di luglio ed
agosto. Le seguenti varietà di Pero possono risultare sensibili al POLYRAM® DF:
Butirra d’estate, Conference, Coscia, Gentilbianca, S. Maria, Spadona.
FUNGICIDI POLYRAM® DF CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
GAROFANO*
Ruggine
150-200
-
-
-
PIOPPO
Bronzatura del Pioppo
400-500
-
Fase di sensibilità
ai patogeni, prima
che questi si siano
manifestati
-
POMACEE
Maculatura bruna del Pero
150-200
-
-
28
Ticchiolatura del Melo
200
-
Trattamenti
pre-fiorali
28
Ticchiolatura del Pero
150-200
-
Trattamenti
post-fiorali
28
-
1,5-2
Fase di sensibilità
ai patogeni prima
che questi si siano
manifestati
7
POMODORO**
Alternaria, Cladosporiosi,
Peronospora, Septoriosi
TABACCO
Peronospora
150
-
Trattamenti
preventivi
28
Peronospora
400
-
Con attacchi
in atto
28
Escoriosi
400
-
Fase di sensibilità
ai patogeni prima
che questi si siano
manifestati
28
150-200
-
Fase di sensibilità
ai patogeni prima
che questi si siano
manifestati
28
VITE
Peronospora
* PIENO CAMPO ** PIENO CAMPO E SERRA
131
FUNGICIDI RETENGO® NEW
RETENGO® NEW
FUNGICIDA AD AMPIO SPETTRO D’AZIONE PER
IL CONTROLLO DELLE MALATTIE FOGLIARI DEL MAIS
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 20 g
Pyraclostrobin
(pari a 200 g/l)
CARATTERISTICHE
Emulsione
concentrata (EC)
RETENGO® NEW è il fungicida per il Mais che oltre al controllo delle malattie
fungine quali Elmintosporiosi e Ruggini apporta benefici fisiologici alla coltura.
RETENGO® NEW assicura un ottimo livello di protezione potendo contare
sull'efficacia e la translaminarità della strobilurina F500®.
RETENGO® NEW ha un’azione fisiologica sulla pianta, che può determinare
incrementi di resa, anche in assenza di sintomi visibili di malattia.
RETENGO® NEW interferisce positivamente nel ciclo dell'azoto e favorisce
una maggiore tolleranza agli stress ambientali.
CLASSIFICAZIONE
MODALITÀ D’USO
FORMULAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
RETENGO® NEW va applicato al Mais in chiave preventiva nelle fasi di suscettibilità
della malattia. Garantire un'idonea bagnatura della coltura in funzione dello stadio
vegetativo.
REG. MIN. SALUTE
N° 15961
del 19-12-2013
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
AVVERTENZE
RETENGO® NEW applicato da solo non ha causato danni ai diversi ibridi di Mais
sin qui saggiati. In caso di miscela con altri prodotti fitosanitari si raccomanda
di fare saggi preliminari di miscibilità. Il prodotto è stato testato con i più comuni
insetticidi presenti sul mercato per la lotta a Diabrotica e Piralide.
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
Prodotto con effetto:
132
FUNGICIDI RETENGO® NEW CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
MAIS
PATOGENI
Elmintosporiosi
DOSE
(l/ha)
VOLUME
ACQUA (l/ha)
1
300-400
EPOCA
D'IMPIEGO
Trattare alla
primissima
comparsa delle
patologie quando
la coltura è in fase
di attivo sviluppo
ed è pertanto
esposta anche a
potenziali stress
fisiologici
N° MAX
trattamenti
annui
1
MODALITÀ DI
APPLICAZIONE
Applicare
il prodotto
nel periodo
compreso fra la
levata e la piena
fioritura
133
FUNGICIDI ROVRAL® PLUS
ROVRAL® PLUS
FUNGICIDA ANTIBOTRITICO LIQUIDO, ATTIVO ANCHE SU
ALTERNARIA, RIZOCTONIA E SCLEROTINA IMPIEGABILE SU
FRUTTIFERI, ORTAGGI, RISO, VITE ED ALTRE COLTURE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 43,18 g
di Iprodione
(pari a 500 g/l)
CARATTERISTICHE
Sospensione
concentrata (SC)
ROVRAL® PLUS è un fungicida caratterizzato da una formulazione innovativa.
Agisce per contatto e si dimostra efficace contro Muffa grigia della Vite e di altre
colture Ortofrutticole. ROVRAL® PLUS agisce anche contro Alternaria, Rizoctonia,
Sclerotinia ed alcuni agenti di Marciumi secondari. Molto selettivo sulle colture,
ROVRAL® PLUS non imbratta. Inoltre, è uno dei fungicidi ad attività antibotritica
dotato del maggior numero di omologazioni nel mondo.
ROVRAL® PLUS può essere impiegato sia per trattamenti fogliari sia per trattamenti
in post-raccolta, a semi o ad altri organi di riproduzione ed al terreno.
CLASSIFICAZIONE
MODALITÀ D’USO
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
Assicurare una distribuzione uniforme di ROVRAL® PLUS seguendo dosi e tempi
indicati in tabella.
REG. MIN. SALUTE
AVVERTENZE
N° 7957
del 11-02-1991
Non impiegare ROVRAL® PLUS sulla cultivar Decana del Comizio.
FORMULAZIONE
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
134
FUNGICIDI ROVRAL® PLUS CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
AL TERRENO
PATOGENI
LATTUGHE
E SIMILI
DOSE
(ml/m2)
MODALITÀ DI
TRATTAMENTO
EPOCA
D'IMPIEGO
Rizottoniosi,
Sclerotinia
1,5-2
Al terreno
-
FRUTTA
RACCOLTA
PATOGENI
DOSE
MODALITÀ DI
TRATTAMENTO
EPOCA
D'IMPIEGO
LIMONI
Alternariosi,
Penicillosi
100-150
Immersione
-
30
MELO, PERO
Alternariosi,
Botrite,
Penicillosi
150-200
Immersione
-
10
SEMI, ORGANI
DI RIPRODUZIONE
PATOGENI
DOSE
MODALITÀ DI
TRATTAMENTO
EPOCA
D'IMPIEGO
AGLIO
Marciume
bianco,
Sclerotinia,
Penicillosi
Immersione
In pre-semina
o pre-trapianto
-
Concia
-
-
Immersione
In pre-trapianto
-
Concia
-
-
Immersione (10")
Irrorazione (5')
In pre-semina
o pre-trapianto
-
Concia
-
-
(ml/hl)
(ml/q)
BARBABIETOLA
DA ZUCCHERO
Alternariosi,
Foma
CAVOLI*
Alternariosi,
Botrite,
Rizottoniosi,
Sclerotinia
FINOCCHIO,
SEDANO
Alternariosi,
Stemphylium
PATATA
Rizottoniosi
300
(di bulbilli)
400
Elmintosporiosi
-
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
(di seme)
500
(di piantine)
1 l/q
(di seme)
20
(di tuberi)
RISO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
200
(di seme)
* PIENO CAMPO E SERRA
135
FUNGICIDI ROVRAL® PLUS CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
TRATTAMENTI
FOGLIARI
PATOGENI
DOSE
DOSE
(ml/hl)
(l/ha)
ALBICOCCO
NETTARINA
PESCO
Moniliosi
150
1,5-2,25
Durante la fioritura
e prima della
raccolta
3
ACTINIDIA
(KIWI)
Alternariosi, Botrite,
Rizottoniosi, Sclerotinia
150
1,5
Durante la fioritura
15
AGLIO
CIPOLLA
Botrite, Marciume bianco,
Sclerotinia
50-150
0,5-1,5
Ai primi sintomi
21
BULBOSE
DA FIORE***
Botrite, Rizottoniosi
50-100
0,5
All’emergenza
CAROTA
Alternariosi, Botrite,
Sclerotinia, Stemphylium
150
1,5
Ai primi sintomi
27
CAVOLFIORE
CAVOLO
BROCCOLO
Alternariosi, Botrite,
Rizottoniosi, Sclerotinia
150
1,5
Post-trapianto
21
CAVOLO
CAPPUCCIO
Alternariosi, Botrite,
Rizottoniosi, Sclerotinia
100
1
Post-trapianto
14
CETRIOLINO***
CETRIOLO
Botrite, Rizottoniosi,
Sclerotinia
150-200
1,5-2
Post-trapianto
3
CILIEGIO
Moniliosi
150
1,5
Prima, durante
e dopo la fioritura
3
CIPOLLINE
Botrite, Marciume bianco
110
1,1
Ai primi sintomi
7
COCOMERO***
MELONE***
Botrite, Rizottoniosi,
Sclerotinia
150
1,5
Da fioritura
a carenza
7
COLTURE
FLOREALI
ORNAMENTALI***
Alternariosi, Botrite,
Elmintosporiosi, Rizottoniosi
150-200
1,5-2
Ai primi sintomi
-
ERBE
FRESCHE*** •
LATTUGHE
E SIMILI***
Alternariosi, Botrite,
Colletotrichum, Rizottoniosi
Sclerotinia
100-150
1-1,5*
1,2**
Da 2-3 foglie
a carenza
14**
21*
FAGIOLINO***
Botrite, Sclerotinia
100-150
1-1,5
Durante la fioritura
14*
3**
FRAGOLA***
Botrite, Micosferella,
Rizottoniosi
150-200
1,5-2
Durante la fioritura
2
MANDORLO
Moniliosi
150
1,5
Durante la fioritura
150
136
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
-
FUNGICIDI ROVRAL® PLUS CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
TRATTAMENTI
FOGLIARI
PATOGENI
DOSE
DOSE
(ml/hl)
(l/ha)
MELANZANA***
POMODORO***
Alternariosi, Botrite,
Sclerotinia
MELO
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
100-220
1,5-2,20
Da fioritura
a carenza
3
Alternariosi
150
1,5-2,25
Da fioritura
a carenza
21
NOCCIOLO
Moniliosi
150
1,5
Ad inizio
maturazione
7
PEPERONE***
Alternariosi, Botrite,
Sclerotinia
100-220
1,5-2,20
Da fioritura
a carenza
15
PERO
Maculatura bruna
150
1,5-2,25
Da fioritura
a carenza
21
PISELLO
Da essiccare
Botrite, Sclerotinia
100-150
1-1,5
Durante la fioritura
45
RAVANELLO
Botrite
150
1,5
Ai primi sintomi
14
RISO
Elmintosporiosi, Rizottoniosi,
Septoriosi
100
1
Ai primi sintomi
28
SUSINO
Moniliosi
150
1,5
Prima, durante
e dopo la fioritura
14
VITE
Botrite
150
1,5
Sfioritura,
pre-chiusura
grappoli, invaiatura,
carenza
21
ZUCCHINO***
Botrite, Rizottoniosi,
Sclerotinia
150*
150-200**
1,5*
1,5-2**
Da fioritura
a carenza
3
* PIENO CAMPO ** SERRA *** PIENO CAMPO E SERRA
• Leggasi Erbe aromatiche ai sensi del Reg. (UE) n° 212/2013
137
FUNGICIDI ROVRAL® WG
ROVRAL® WG
FUNGICIDA ANTIBOTRITICO GRANULARE, ATTIVO ANCHE SU
ALTERNARIA, RIZOCTONIA E SCLEROTINA IMPIEGABILE SU
FRUTTIFERI, ORTAGGI, RISO, VITE ED ALTRE COLTURE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 75 g
di Iprodione
(pari a 700 g/kg)
CARATTERISTICHE
Granuli
idrodispersibili (WG)
ROVRAL® WG è il fungicida a base di iprodione caratterizzato da nuova
formulazione granulare idrodispersibile. Agisce per contatto e si dimostra efficace
contro Muffa grigia della Vite e di altre colture Ortofrutticole. ROVRAL® WG è
indicato anche per il controllo di Alternaria, Rizoctonia, Sclerotinia ed alcuni agenti
dei Marciumi secondari. Molto selettivo sulle colture, ROVRAL® WG si disperde
velocemente in acqua ed è ampiamente miscibile con una vasta gamma di prodotti.
Tali caratteristiche fanno di ROVRAL® WG un prodotto di grande flessibilità e
praticità di utilizzo.
CLASSIFICAZIONE
MODALITÀ D’USO
FORMULAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 3771
del 16-06-1980
CONFEZIONE
Flacone da 1 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
138
ROVRAL® WG va applicato nelle fasi di sensibilità colturale verso i diversi patogeni
controllati, assicurando una distribuzione uniforme della soluzione e seguendo
tempi e dosi indicati in tabella. I trattamenti in post-raccolta possono essere
effettuati per aspersione o per immersione in una sospensione di prodotto.
AVVERTENZE
Non impiegare ROVRAL® WG sulla cultivar Decana del Comizio.
Per il gran numero di varietà disponibili e le differenti condizioni ambientali possibili,
è consigliabile effettuare saggi preliminari d’impiego. Per evitare l’insorgenza di
resistenza è consigliabile alternare ROVRAL® WG con fungicidi aventi diverso
meccanismo d’azione.
FUNGICIDI ROVRAL® WG CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
EPOCA
D'IMPIEGO
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
ACTINIDIA
(KIWI)
Botrite, Sclerotinia
70
1
Durante La Fioritura
AGLIO
Marciume bianco,
Sclerotinia
200 g/q
-
Immersione bulbilli nella
soluzione
-
(di bulbilli)
100
1-1,5
Fioritura e pre-raccolta
3
135-200
1
Ai primi sintomi
27
Post-trapianto
21
15
ALBICOCCO
NETTARINA
PESCO
Monilia
CAROTA
Alternaria,
Stemphylium
spp.
CAVOLFIORE
CAVOLO
BROCCOLO
Alternaria, Botrite,
Rhizoctonia
solani, Sclerotinia
100
1
CAVOLO
CAPPUCCIO
Alternaria, Botrite,
Rhizoctonia
solani
70-100
0,7-1
Da formazione testa
a carenza
14
CETRIOLO***
Botrite,
Rhizoctonia
solani, Sclerotinia
70-270
1-1,35
Post-trapianto
3
CILIEGIO
Monilia
100
1
Prima, durante e dopo
la fioritura
3
CIPOLLA
Botrite, Marciume
bianco, Sclerotinia
135-335
0,35-1
Ai primi sintomi
21
COCOMERO***
MELONE***
Botrite,
Rhizoctonia
solani, Sclerotinia
100-135
1
Da formazione testa
a carenza
7
FAGIOLINO***
FAGIOLO***
Botrite, Sclerotinia
35-100
0,7-1
Durante la fioritura
FLOREALI***
ORNAMENTALI***
Botrite,
Elmintosporiosi,
Fusariosi
100-135
1-1,35
Ai primi sintomi
-
FRAGOLA***
Botrite
70-100
1-1,35
Da inizio fioritura,
ogni 8-12 giorni
2
LATTUGHE
E SIMILI***
Botrite, Sclerotinia
70-200
0,8**
0,7-1*
Da 2-3 foglie a carenza
-
1-1,3
Pre-semina
Rizoctonia,
Sclerotinia
* PIENO CAMPO ** SERRA *** PIENO CAMPO E SERRA
3**
14*
14**
21*
-
(g/m2)
139
FUNGICIDI ROVRAL® WG CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
EPOCA
D'IMPIEGO
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
LIMONI
Alternaria spp.,
Penicilium spp.
70-100
-
Trattamenti in post-raccolta
MANDORLO
Monilia
100
1
Durante la fioritura
150
MELANZANA***
POMODORO***
Alternaria, Botrite
100*
35-70**
1-1,5*
0,7-1,5**
Fasi sensibili alla patologia
3**
15*
MELE, PERE
Alternaria, Botrite,
Penicilium spp.
100-135
-
Trattamenti in post-raccolta
10****
MELO
Alternaria
100
1-1,5
Da fioritura a carenza
21
NOCCIOLO
Botrite, Sclerotinia
100
1
Ad inizio maturazione
7
PEPERONE**
Alternaria, Botrite,
Sclerotinia
35-70
0,7-1,5
Da fioritura a carenza
3
PERO
Maculatura
100
1-1,5
Da fioritura a carenza
21
PISELLO
Botrite, Sclerotinia
70-100
0,7-1
Durante la fioritura
35
RAVANELLO**
Botrite
135-270
2,7
Ai primi sintomi
14
RISO
Elmintosporiosi
135-335
0,7
Durante la fioritura
28
SUSINO
Monilia
100
1
Prima, durante e dopo
la fioritura
14
VITE
Botrite
100
1
Momenti chiave:
sfioritura, pre-chiusura
grappoli, inizio invaiatura,
post-invaiatura.
Per varietà sensibili alla
Botrite del peduncolo,
trattare anche in
pre-fioritura
21
ZUCCHINO***
Botrite, Rhizoctonia
Solani, Sclerotinia
70-270
70-100
1,5*
1,5-2**
Da fioritura a carenza
3
* PIENO CAMPO ** SERRA *** PIENO CAMPO E SERRA **** Prima dell'immisione in commercio
140
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
30****
FUNGICIDI SCALA®
SCALA®
FUNGICIDA TRANSLAMINARE PER IL CONTROLLO
DI BOTRITE E TICCHIOLATURA
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 37,4 g
di Pyrimethanil
(pari a 400 g/l)
FORMULAZIONE
Sospensione
concentrata (SC)
CARATTERISTICHE
SCALA® è un fungicida che controlla sia la Botrite di Orticole e Vite, sia la
Ticchiolatura delle Pomacee. SCALA® impedisce alla Botrite di dare origine
all’infezione e blocca negli stadi iniziali lo sviluppo del micelio fungino della
Ticchiolatura. La sua attività translaminare gli permette di essere assorbito
velocemente dalle foglie (Ticchiolatura) sfuggendo al dilavamento.
SCALA® non ritarda la maturazione dell’Uva, non esercita alcuna influenza sui
processi fermentativi del mosto e non altera le caratteristiche organolettiche del
vino. Il suo favorevole profilo ecotossicologico, unito al rispetto di insetti utili
e fitoseidi, lo rende indicato all’impiego nei programmi di lotta integrata.
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 8934
del 01-10-1996
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
MODALITÀ D’USO
Assicurare una distribuzione uniforme di SCALA®, nelle dosi e nei tempi indicati in
tabella. Pur risultando efficace in ogni momento di intervento per il controllo della
Botrite, in una strategia cautelativa antiresistenza si consiglia di utilizzare SCALA®
una volta per ciclo colturale, in alternanza ad altri prodotti antibotritici aventi diverso
meccanismo d’azione, come CANTUS® (in pre-chiusura grappolo). Dove vengono
effettuati 4 o più trattamenti, come nel Pomodoro in serra o per la Vite da tavola
coperta, si consigliano 2 trattamenti con SCALA® sempre alternati ad altri prodotti
(es. ROVRAL®). Per la Ticchiolatura si consigliano al massimo 4 trattamenti, 5 se in
miscela con partner efficaci.
AVVERTENZE
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
142
SCALA® non è miscibile con prodotti fitosanitari a reazione alcalina, o contenenti
Alluminio (fungicidi con Fosetil-Al) né con preparati contenenti Calcio o Magnesio.
In serra e su colture protette, per evitare la possibile comparsa di fenomeni di
fitotossicità, è necessario ventilare l’ambiente di coltivazione quando il prodotto
viene impiegato con umidità relativa (U.R.) superiore all’80%.
FUNGICIDI SCALA® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
(ml/hl)
BULBI TULIPANO
Botrite
CAROTA
Alternaria, Botrite
CETRIOLO**
FRAGOLA
PEPERONE**
POMODORO
Botrite
CICLAMINO
Botrite
CIPOLLA
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Immergere i bulbi per
20 minuti nella soluzione
-
200
A partire da 8-10 foglie,
con intervallo 12-14 giorni
Max 2 trattamenti
7
150-200
Dalla pre-fioritura fino a
3 giorni dalla raccolta con
intervalli di 10-14 giorni
3
100-150
Prima della comparsa
della malattia
-
Botrite
150-200
A partire da 4-6 foglie,
con intervallo 10-14 giorni
Max 2 trattamenti
14
FAGIOLINO**
Botrite
150-200
Dalla pre-fioritura fino a
14 giorni dalla raccolta con
intervalli di 10-14 giorni
14
LATTUGA*
Botrite
150-200
Dalle prime fasi vegetative
fino a 14 giorni dalla
raccolta con intervalli
di 10-14 giorni
14
Da orecchiette di topo a
fine fioritura
14
Da inizio fioritura al frutto
noce
Turni fissi: intervalli di
6-7 giorni a seconda
dell’andamento climatico
o pressione malattia
Turni biologici: in funzione
delle piogge, considerando
l’attività preventiva di
4 giorni e curativa di
2-3 giorni
14
Fine fioritura, pre-chiusura
grappolo, invaiatura, tre
settimane dalla raccolta
21
0,5-1%
(min. 2 l/ha)
(min. 2 l/ha)
MELO, PERO
Ticchiolatura del Melo
75
(min. 1 l/ha)
Ticchiolatura del Pero
100
(min.1,5 l/ha)
VITE
Botrite
200
* PIENO CAMPO ** SERRA
143
FUNGICIDI SIGNUM®
SIGNUM®
FUNGICIDA POLIVALENTE PER LA PROTEZIONE
DI DRUPACEE, FLOREALI, ORNAMENTALI E ORTIVE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 6,7 g
di F500®
(Pyraclostrobin) e
26,7 g di Boscalid
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
CARATTERISTICHE
SIGNUM® è un fungicida ad ampio spettro d’azione autorizzato su Drupacee,
Fragola, Nocciolo, Ornamentali, Orticole e Pesco. L’associazione di Boscalid
e Pyraclostrobin consente di ampliare lo spettro d’azione del formulato ad una
vasta gamma di funghi patogeni importanti, tra cui Antracnosi, Botrite, Monilia,
Necrosi grigia, Oidio e Sclerotinia. Entrambe le sostanze attive sono caratterizzate
da attività translaminare. Ciò garantisce il pronto assorbimento del formulato nei
tessuti della pianta. SIGNUM® è provvisto di una intrinseca strategia antiresistenza
in quanto le due sostanze attive agiscono su due diversi siti della respirazione
mitocondriale. Se ne consiglia comunque l’uso in alternanza con prodotti a
diverso meccanismo d’azione (es. per la lotta alla Botrite è ideale l’alternanza con
ROVRAL® o SCALA®).
N, pericoloso per
l’ambiente
MODALITÀ D’USO
REG. MIN. SALUTE
SIGNUM® deve essere applicato preventivamente nei periodi a rischio per le
malattie delle colture autorizzate.
N° 12869
del 13-07-2006
CONFEZIONE
Flacone da 1 kg
IMBALLO
AVVERTENZE
Per favorire la miglior dispersione del prodotto in soluzione acquosa:
- Riempire il serbatoio con acqua fino a metà.
- Mettere in moto l’agitatore del serbatoio prima di versarvi la dose necessaria.
- Continuare ad agitare la soluzione ed aggiungere acqua sino al volume previsto
per l’applicazione.
Cartone
- da 10 flaconi
Prodotto con effetto:
144
FUNGICIDI SIGNUM® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
INTERVALLO DI
TRATTAMENTO (gg)
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
AGLIO*
CIPOLLA*
SCALOGNO*
(Foglie)
Botrite, Marciumi
bianco e verde,
Ruggine
150
1,5
7
2
14
ALTRA
PICCOLA
FRUTTA
E BACCHE*
Ribes
Uva spina
Botrite
150
1,5
7-10
2
3
ASPARAGO*
Ruggine,
Stemfiliosi
100-150
1-1,5
10-15
3
120
BIETOLA***
DA FOGLIA
E DA COSTA
Muffa grigia
150
1,5
7-10
2
14
BROCCOLI*
Alternariosi,
Muffa grigia
100
1
7-10
3
14
CAROTA*
Alternariosi, Oidio
100
1
7-10
2
14
CAVOLFIORE*
Alternariosi
100
1
7-10
3
14
DRUPACEE*
Moniliosi, Oidio
60-75
0,600,75
7-14
3
3
ERBE
AROMATICHE***
Botrite, Sclerotinia
150
1,5
7-10
2
14
FLOREALI
ORNAMENTALI
Botrite, Oidio
100-150
1-1,5
7
3
-
FRAGOLA***
Antracnosi, Botrite,
Oidio
150-180
1,5-1,8
7-10
2
3
FRUTTI
DI PIANTE
ARBUSTIVE*
Lamponi e More
Botrite
150
1,5
7-10
2
3
LATTUGHE***
E SIMILI
Botrite, Sclerotinia
150
1,5
7-10
2
14
SCAROLA*
Botrite, Sclerotinia
150
1,5
7-10
1
21
MELANZANA**
Botrite, Oidio
150
1,5
7-10
3
3
NOCCIOLO
Necrosi grigia
100
1
10-15
2
28
* PIENO CAMPO ** SERRA *** PIENO CAMPO E SERRA
145
FUNGICIDI SIGNUM® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(kg/ha)
INTERVALLO DI
TRATTAMENTO (gg)
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
PEPERONE**
Botrite, Oidio
100-150
1-1,5
7-10
3
3
POMODORO**
Botrite,
Cladosporiosi,
Oidio
100-150
1-1,5
7-10
3
3
SPINACIO**
Muffa grigia
150
1,5
7-10
2
14
SUSINO*
Cladosporiosi,
Moniliosi, Oidio
60-75
0,6-0,75
7-14
3
-
* PIENO CAMPO ** PIENO CAMPO E SERRA
146
FUNGICIDI SPORTAK® 45 EW
SPORTAK® 45 EW
FUNGICIDA ENDOTERAPICO CONTRO MAL DEL PIEDE
E FUSARIOSI DELLA SPIGA DEI CEREALI
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 39,8 g
di Procloraz puro
(pari a 450 g/l)
FORMULAZIONE
Emulsione
olio-acqua (EW)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
CARATTERISTICHE
SPORTAK® 45 EW è un fungicida endoterapico, ideale per il controllo delle
malattie fungine agenti del Mal del piede e della Fusariosi della spiga dei Cereali.
SPORTAK® 45 EW è dotato di attività preventiva e curativa, con azione di contatto
e translaminare.
SPORTAK® 45 EW grazie alla sua formulazione, rispetta sia l'ambiente
che l'utilizzatore.
MODALITÀ D’USO
Intervenire con SPORTAK® 45 EW nel periodo compreso tra la fine dell’accestimento
e la fase iniziale della levata. SPORTAK® 45 EW è miscibile con erbicidi ormonici e
fitoregolatori utilizzati su Cereali nella medesima epoca. Contro la Fusariosi della
spiga dei Cereali, intervenire allo stadio di fioritura della coltura.
REG. MIN. SALUTE
N° 9693
del 16-07-1998
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
148
AVVERTENZE
Nel caso di impieghi all’aperto, le quantità non possono superare i 450 g/ha per
ogni applicazione.
FUNGICIDI SPORTAK® 45 EW CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
(l/ha)
FRUMENTO
DURO E TENERO,
ORZO
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Elmintosporiosi, Fusariosi,
Rincosporiosi
1
Fasi di levata-botticella,
Fioritura
(anche in funzione dell’epoca
di comparsa della malattia)
40
Malattie del Piede
1
Fasi comprese tra fine
accestimento ed inizio
levata
40
149
FUNGICIDI STROBY® WG
STROBY® WG
FUNGICIDA AD AMPIO SPETTRO PER LA DIFESA DI MELO,
PERO, VITE, VIVAI DI QUERCIA E ROSA
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 50 g
di Kresoximmethyl
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CARATTERISTICHE
STROBY® WG è un fungicida di copertura dotato di spiccata attività preventiva.
Si lega molto tenacemente alle sostanze cerose che ricoprono foglie e frutti
e garantisce un’azione protettiva di lunga durata. Efficace sulle più importanti
malattie delle Pomacee (Maculatura bruna del Pero, Oidio secondario del Melo e
Ticchiolatura del Melo e del Pero), STROBY® WG non determina rugginosità sulle
Mele, né ustioni in fioritura. Indicato per il controllo dell’Oidio della Vite e dei Vivai
di Quercia e Rosa, STROBY® WG si dimostra selettivo nei confronti di api ed acari
predatori, non influenza la fermentazione dei mosti e non altera le caratteristiche
organolettiche dei diversi vini.
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 9180
del 27-03-1997
CONFEZIONE
Tanichetta da 0,6 kg
MODALITÀ D’USO
Utilizzare STROBY® WG nelle fasi e nelle condizioni più favorevoli agli attacchi fungini,
intervenendo ogni 8-14 giorni. Coerentemente con le linee guida fissate a livello
internazionale dal FRAC, il comitato che si occupa di prevenire il rischio d’insorgenza
di patogeni resistenti ai fungicidi, si consiglia di utilizzare STROBY® WG su Melo, in
miscela con altri prodotti, in blocchi di non più di 2 trattamenti consecutivi, per un
massimo di 3 a stagione (oppure 4 se l’andamento stagionale richiede più di dodici
interventi con fungicidi). DELAN®, per la sua modalità d’azione, è il prodotto ideale
per la miscela con STROBY® WG. Su Pero STROBY® WG può essere applicato da
solo in una strategia di alternanza con altri prodotti a diverso meccanismo d’azione,
in blocchi di massimo 2 trattamenti consecutivi.
IMBALLO
AVVERTENZE
Cartone
- da 10 tanichette
Impiegare volumi d’acqua adeguati, che assicurino una bagnatura completa ed
omogenea evitando lo sgocciolamento della vegetazione. Nel caso di trattamenti
con volumi d’acqua inferiori ai 1500 l/ha per Melo e Pero o 1000 l/ha per Vite in
piena vegetazione, fare riferimento alle dosi ad ettaro indicate in tabella.
150
FUNGICIDI STROBY® WG CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
EPOCA
D'IMPIEGO
DOSE
DOSE
(g/hl)
(g/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
MELO
Oidio, Ticchiolatura
10-14
150-210
Fase di sensibilità
al patogeno
35
PERO
Maculatura bruna,
Ticchiolatura
14
10-14
210
150-210
Fase di sensibilità
al patogeno
14
VITE
Oidio
20
200
Fase di sensibilità
al patogeno
35
VIVAI
DI QUERCIA
E ROSA
Oidio della Quercia,
Oidio della Rosa
30
300
Al più tardi alla comparsa
dei primi sintomi
-
151
FUNGICIDI TUCANA® 25 EC
TUCANA® 25 EC
ANTIOIDICO PER LA VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 25 g
di F500®
(Pyraclostrobin)
(pari a 250 g/l)
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 12529
del 02-02-2005
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
152
CARATTERISTICHE
TUCANA® 25 EC è un fungicida specifico per il controllo dell’Oidio della Vite.
TUCANA® 25 EC è lo strumento flessibile per eccellenza. Può essere utilizzato
da solo oppure in miscela con altri prodotti e consente una prolungata protezione
soprattutto del grappolo. Agisce in modo preventivo bloccando la germinazione
delle spore e quindi lo sviluppo del micelio e la sporulazione. Una volta assorbito
dalle foglie esplica attività locosistemica e translaminare.
MODALITÀ D’USO
Si consiglia di impiegare TUCANA® 25 EC nel periodo critico per l’Oidio, nell’ambito
di un programma di trattamenti che preveda la rotazione con sostanze attive a
diverso meccanismo d’azione. Con alte pressioni della malattia è necessario usare la
dose più alta ed accorciare l’intervallo tra i trattamenti.
AVVERTENZE
Si raccomanda l’impiego di volumi di soluzione sufficienti ad una completa ed
uniforme bagnatura della vegetazione, nel rispetto della dose minima ad ettaro
indicata in etichetta.
FUNGICIDI TUCANA® 25 EC CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
VITE
PATOGENI
Oidio
DOSE
DOSE
(ml/hl)
(ml/ha)
INTERVALLO DI
TRATTAMENTO (gg)
30-40
300-400
12-14
N° MAX
trattamenti
annui
3
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
35
153
FUNGICIDI VIVANDO®
VIVANDO®
FUNGICIDA ANTIOIDICO IDEALE PER LA PROTEZIONE
DELLE COLTURE ORNAMENTALI, ORTICOLE E DEL VIGNETO
CARATTERISTICHE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 42,37 g
di Metrafenone
(pari a 500 g/l)
VIVANDO®, formulato come sospensione concentrata, è lo specialista nella difesa
contro l’Oidio delle colture Orticole e della Vite. La sostanza attiva Metrafenone,
appartenente al gruppo chimico dei Benzofenoni, possiede un meccanismo
d’azione nuovo, diverso da quello dei fungicidi antioidici già in commercio.
VIVANDO® penetra attraverso la cuticola fogliare e si accumula nei tessuti
sottostanti la zona di applicazione. Una piccola quantità viene assorbita e traslocata
con la linfa in direzione acropeta verso i margini fogliari. È stata dimostrata anche
un’attività in fase di vapore che il basso tasso di volatilizzazione contribuisce a
mantenere duratura nel tempo. L’insieme di queste caratteristiche di ridistribuzione
contribuisce ad una più uniforme protezione fungicida della vegetazione trattata.
VIVANDO® possiede, inoltre, un’ottima resistenza al dilavamento.
FORMULAZIONE
Sospensione
concentrata (SC)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
MODALITÀ D’USO
REG. MIN. SALUTE
Su colture Orticole e su Vite: utilizzare VIVANDO® in maniera preventiva
nell’ambito di un programma di trattamenti che preveda la rotazione di sostanze
attive caratterizzate da un diverso meccanismo d’azione. Per sfruttare appieno le
potenzialità del prodotto, si consiglia l’uso ad inizio dei trattamenti e nella fase di
maggiore sensibilità all’Oidio. VIVANDO® si integra perfettamente in una strategia di
difesa che preveda l’uso di CANTUS® per sola Vite e COLLIS® per colture Orticole
e Vite. Con alte pressioni della malattia o con rapida crescita della vegetazione si
raccomandano le dosi più alte e gli intervalli più brevi.
N° 13698
del 30-01-2007
CONFEZIONE
Flaconcino da
0,25 litri
Flacone da 1 litro*
AVVERTENZE
IMBALLO
Il numero massimo di interventi per anno su colture Orticole è pari a 2 e su Vite è
pari a 3. I trattamenti vanno sospesi 28 giorni prima della raccolta su Vite e 3 giorni
prima della raccolta per le colture Orticole. VIVANDO®, applicato da solo, non ha
mai causato danni ai diversi vitigni e colture Orticole registrate sin qui saggiati.
Cartone
- da 24 flaconcini
- da 10 flaconi
154
*
FUNGICIDI VIVANDO® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
DOSE
(ml/hl)
(ml/ha)
EPOCA
D'IMPIEGO
INTERVALLO DI
TRATTAMENTO (gg)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
CETRIOLO**
ZUCCHINO**
Oidio
20
200
Periodi critici
all’infezione
7-10
3
COCOMERO**
MELONE**
Oidio
20
200
Periodi critici
all’infezione
7-10
3
FLOREALI*
ORNAMENTALI*
Oidio
25-75
250-750
Ad inizio dei
trattamenti
e nelle fasi
sensibili
7-12
-
MELANZANA*
PEPERONE*
Oidio
30
300
Periodi critici
all’infezione
7-10
3
POMODORO**
Oidio
30
300
Periodi critici
all’infezione
7-10
3
VITE
Oidio
20-25
200-250
Periodi
favorevoli
all'infezione
8-12
28
* SERRA ** PIENO CAMPO E SERRA
155
FUNGICIDI PRODOTTI PER LA CONCIA KINTO®
KINTO®
FUNGICIDA DI CONTATTO E SISTEMICO PER LA PROTEZIONE
DELLE SEMENTI DI FRUMENTO, MAIS E ORZO
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 5,65%
di Proclorazcomplesso Cu
(pari a 61,2 g/l) e
1,94% di
Triticonazolo puro
(pari a 21,1 g/l)
FORMULAZIONE
Sospensione
concentrata per
concia sementi (FS)
CARATTERISTICHE
KINTO® è un fungicida specificamente formulato per la concia delle sementi di
Frumento ed Orzo. Il prodotto è efficace contro numerosi funghi patogeni che
infettano i semi e che costituiscono il complesso del Mal del piede e della parte
aerea dei Cereali.
KINTO®, oltre ad agire localmente per contatto, mostra anche attività sistemica
e può quindi controllare anche patogeni situati sotto i tegumenti dei semi o
al loro interno.
KINTO® controlla funghi patogeni quali Cochliobolus sativus (Elmintosporiosi dei
Cereali), Fusarium spp. e Microdochium nivale (Mal del piede), Pyrenophora
graminea (Striatura bruna dell’Orzo), Pyrenophora teres (Maculatura reticolare
dell’Orzo), Septoria nodorum (Septoriosi del Frumento), Tilletia spp. (Carie del
Frumento) e Ustilago spp. (Carboni di Frumento ed Orzo).
CLASSIFICAZIONE
MODALITÀ D’USO
N, pericoloso per
l’ambiente
KINTO® si applica nella concia di Frumento, Mais e Orzo a dosi comprese fra 150
e 250 ml/100 kg di seme. Il trattamento va effettuato a macchina (concia slurry o
tecnologie similari) irrorando direttamente sul seme la dose di prodotto tale quale,
oppure diluita in acqua in funzione del tipo di impianto disponibile e del seme da
trattare.
REG. MIN. SALUTE
N° 12036
del 23-05-2007
AVVERTENZE
CONFEZIONE
Fusto da 50 litri
Shuttle da 1.000 litri
IMBALLO
Cartone:
- da 9 fusti
Shuttle singolo
156
I semi conciati, ed eventualmente residuati dalla semina, non devono essere
destinati all’alimentazione umana e del bestiame. Per la taglia da 1.000 litri il
contenitore va restituito al produttore per il riutilizzo.
FUNGICIDI PRODOTTI PER LA CONCIA KINTO® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
(ml/100 kg di seme)
FRUMENTO
DURO E TENERO
MODALITÀ
DI APPLICAZIONE
150
Diluire la dose necessaria in un
volume d’acqua che sia confacente
all’attrezzatura utilizzata per il
trattamento di concia dei semi
MAIS
150-250
Diluire la dose necessaria in un
volume d’acqua che sia confacente
all’attrezzatura utilizzata per il
trattamento di concia dei semi
ORZO
150-200
Diluire la dose necessaria in un
volume d’acqua che sia confacente
all’attrezzatura utilizzata per il
trattamento di concia dei semi
157
FUNGICIDI PRODOTTI PER LA CONCIA SYSTIVA®
SYSTIVA®
FUNGICIDA PER LA CONCIA DEL SEME DI AVENA, FRUMENTO,
ORZO, SEGALE E TRITICALE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 28,7 g
di Fluxapyroxad
(pari a 333 g/l) e
100 g di
Coformulanti q.b
FORMULAZIONE
Sospensione
concentrata per
concia sementi (FS)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
CARATTERISTICHE
SYSTIVA® è un fungicida per l’impiego nella concia delle sementi dei Cereali
a paglia, contenente la sostanza attiva Fluxapyroxad dotata di attività sistemica
con azione preventiva e curativa.
SYSTIVA® garantisce un controllo precoce delle malattie fogliari sotto elencate.
Tuttavia, in annate particolarmente favorevoli allo sviluppo delle malattie fogliari,
successivi trattamenti potrebbero essere necessari per mantenere la sanità della
coltura per tutto il ciclo vegetativo.
MODALITÀ D’USO
SYSTIVA® si applica nella concia di Avena, Frumento, Orzo, Segale e Triticale
a dosi comprese tra 100 e 150 ml/100 kg di seme. Il trattamento va effettuato
a macchina (concia slurry o tecnologie similari) irrorando direttamente sul seme
la dose di prodotto tal quale oppure diluita in acqua in funzione del tipo di
impianto disponibile e del seme da trattare.
REG. MIN. SALUTE
AVVERTENZE
N° 15269
del 11-03-2013
Utilizzare il prodotto in sistemi a ciclo chiuso, in sicurezza e automatizzati;
altrimenti indossare maschera con filtri FFP3 in tutte le fasi di concia
delle sementi.
CONFEZIONE
Fusto da 200 litri
Shuttle da 1.000 litri
IMBALLO
Fusto singolo
Shuttle singolo
Prodotto con effetto:
158
FUNGICIDI PRODOTTI PER LA CONCIA SYSTIVA® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PATOGENI
DOSE
(ml/100 kg di seme)
MODALITÀ
DI APPLICAZIONE
AVENA, SEGALE
E TRITICALE
Mal del piede
100-150
Diluire la dose necessaria in un
volume d’acqua che sia confacente
all’attrezzatura utilizzata per il
trattamento di concia dei semi
FRUMENTO
DURO E TENERO
Carie, Mal del piede, Oidio,
Ruggine bruna, Ruggine gialla,
Septoria
100-150
Diluire la dose necessaria in un
volume d’acqua che sia confacente
all’attrezzatura utilizzata per il
trattamento di concia dei semi
ORZO
Carbone volante, Maculatura,
Mal del piede, Oidio, Ramularia,
Rincosporiosi, Ruggine bruna,
Striatura bruna
150
Diluire la dose necessaria in un
volume d’acqua che sia confacente
all’attrezzatura utilizzata per il
trattamento di concia dei semi
159
INSETTICIDI
INSETTICIDI SOLUZIONI
INDICE
162
PRODOTTO
PAG
DESCRIZIONE
ALVERDE
Metaflumizone
168
Insetticida per il controllo di Coleotteri e
Lepidotteri su Cavoli, Lattughe e simili,
Melanzana, Patata, Peperone e Pomodoro
CONTEST
Alfacipermetrina
170
Insetticida piretroide in granuli idrodispersibili
ad effetto effervescente
FASTAC
Alfacipermetrina
174
Insetticida ad azione rapida
GLADIATOR
Metossifenozide
178
Insetticida ad azione ovolarvicida selettivo per
la difesa delle colture Frutticole, Orticole e della
Vite
MASAI 20 WP
Tebufenpirad
182
Acaricida ad azione rapida e persistente
NEXTER
Pyridaben
184
Acaricida ad elevata attività abbattente
PERFEKTHION
Dimetoato
186
Insetticida ad ampio spettro d’azione
RAK 2 MAX
Dodecadienilacetato + N
Dodecilacetato
188
Feromone per il controllo di Tignolette della Vite
INSETTICIDI SOLUZIONI
PRODOTTO
PAG
DESCRIZIONE
RAK 3
(E, E)-8,10
Dodecadienolo
190
Feromone per il controllo di Carpocapsa delle
Pomacee
RAK 5
(E,Z)-7,9
Dodecadienil
-acetato
192
Feromone per il controllo di Cydia funebrana e
Cydia molesta su Drupacee
RAK 5+6
Z/E 8-Dodecenil
-acetato +
E5-Decenil
-acetato +
E5-Decenolo
194
Feromone per il controllo di Anarsia e Cidia
su Drupacee
TERIAL 75 WG
Clorpirifos
196
Insetticida formulato in microgranuli
idrodispersibili fortemente attivo per contatto,
ingestione ed inalazione
TRACER 120 SC
Spinosad
200
Innovativo insetticida a base di Spinosad
registrato su Cucurbitacee, Erbe fresche,
Fragola, Frutti di bosco, Lattughe, Pomacee,
Solanacee e Vite
163
INSETTICIDI NOME SCIENTIFICO
PARASSITI
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
Afidi
- bruno degli
Agrumi
- dell’Asparago
Aphis spp.
Toxoptera aurantii
Bega Mediterranea
Cacoecimorpha
pronubana
Brachycorynella
asparagy
Rhopalosiphum spp.
Disaphis plantaginea
Aphis fabae
Aphis spiraecola
Bega Sud Africana
Epichoristodes acerbella
Capua
Adoxophyes reticulana
Carpocapsa
- delle Pomacee
Laspeyresia pomonella
Cydia pomonella
Aphis pomi
Myzus persicae
Aphis gossypii
Cassida
Cassida spp.
Cassida nobilis
Cassida vittata
Aleurodidi
- fioccoso (o Mosca
bianca fioccosa
degli Agrumi)
- Mosca bianca
di Floreali,
Ornamentali,
Ortive e
Solanacee
Trialeurodes spp.
Aleurothrixus floccosus
Cavolaia
Pieris brassicae
Ceroplaste
Ceroplastes rusci
Altica
Chaetocnema tibialis
- delle Graminacee
- grigio del Melo
- nero
- verde chiaro degli
Agrumi
- verde del Melo
- verde del Pesco
- verde scuro
Trialeurodes
vaporariorum
Bemisia tabaci
Anarsia
Anarsia lineatella
Atomaria
Atomaria linearis
164
Cicalina
- delle Pomacee
- della Rosa
- della Vite
Cidia
- del Susino
Cimici
Empoasca spp.
Typhlocyba rosae
Empoasca vitis
Empoasca flavescens
Laspeyresia funebrana
Cydia funebrana
Dolycoris baccaris
INSETTICIDI NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
Cleono
Conorrhynchus
mendicus
Formiche
Iridomyrmex spp.
Tapinoma spp.
Crematogaster spp.
Icerya purchasi
Frankliniella
Frankliniella occidentalis
Pseudaulacapsis
pentagona
Saissetia oleae
Grillotalpa
Gryllotalpa gryllotalpa
Ifantria
Hyphantria cunea
Aodiniella aurantii
Liriomiza
Lyriomiza trifolii
Lisso
Lixus junci
Mamestra
Mamestra brassicae
Cocciniglia
- cotonosa degli
Agrumi
- del Pesco
- mezzo grano
di Pepe
- rossa degli Agrumi
Cotonello
- degli Agrumi
Planococcus citri
Diabrotica
Virgifera virgifera spp.
Dialeurode
- degli Agrumi
Dialeurodes citri
Dorifora
Leptinotarsa
decemlineata
Elateridi
Agriotes spp.
Eriofide
- delle Pomacee
Eriophyes sheldoni
Aculus schlechtendali
Epitrimerus pyri
Eulia
Argyrotaenia pulchellana
Minatori fogliari
- Cemiostoma
- delle Drupacee
- Litocollete
- inferiore delle
Pomacee
- superiore delle
Pomacee
Miriapodi
Leucoptera scitella
Phyllonorycter
pomonella
Lithoccolletis spp.
Lithoccolletis
blancardella
Phyllonorycter
corylifoliella
Millepiedi
Centopiedi
Scutigerelle
165
INSETTICIDI NOME SCIENTIFICO
PARASSITI
NOME COMUNE
Mosca
- della Bietola
- del Ciliegio
- della Frutta
- dell’Olivo
- delle Ortive
NOME SCIENTIFICO
Pegomya betae
Rhagoletis cerasi
Ceratitis capitata
Bactrocera oleae
Delia platura
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
Nottua
Gortyna spp.
Agrotis spp.
Hydroecia xanthenes
Agrotis segetum
Pectinophora
gossypiella
Agrotis ipsilon
Agrotis segetum
Agrotis segetum
Noctua pronuba
Autographa gamma
Heliothis armigera
- del Carciofo
- della Carota
- del Cotone
- dei seminati
Mosca minatrice
- del Carciofo
- del Garofano
- serpentina degli
Agrumi
Nematodi
166
Agromyza andalusiaca
Pseudonapomyza
dianthicola
Phyllocnistis citrella
Belonolaimus spp.
Criconemoides spp.
Ditylenchus spp.
Heterodera spp.
Meloidogyne spp.
Pratylenchus spp.
Tylenchorhynchus spp.
- del Tabacco
- della Vite
- gamma
- gialla del
Pomodoro
- mediterranea
- piccola
Spodoptera littoralis
Spodoptera exigua
Orgia
Orgyia antiqua
Oziorrinco
Otiorhynchus lapathi
Piralide
Ostrinia nubilalis
Psilla del Pero
Psylla piri
INSETTICIDI NOME SCIENTIFICO
NOME COMUNE
Punteruolo
- dell’Olivo
- del Pioppo
Ragnetto
- giallo
- rosso comune
- rosso comune
della Vite
Ricamatori
(Tortricidi Ricamatori)
- della Carota
- della Frutta
- delle Pomacee
- della Soia
NOME SCIENTIFICO
Rhynchites cribripennis
Cryptorrhynchus lapathi
Eotetranychus carpini
Tetranychus urticae
Panonychus ulmi
Aethes williana
Archips spp.
Pandemis heparana
Choristoneura
lafauryana
Cacoecia podana et
rosana
Rodilegno giallo
Zeuzera pyrina
Saperda
Saperda charcarias
NOME COMUNE
NOME SCIENTIFICO
Scafoideo
Scaphoideus titanus
Sciardi
Lycoriella spp.
Sesamia
Sesamia cretica
Tignola
- degli Agrumi
- dell’Olivo
- del Pesco
- orientale del
Pesco
- della Vite
Prays citri
Prays oleae
Anarsia lineatella
Cydia molesta
Grapholita molesta
Clysia ambiguella
Tignoletta della Vite
Lobesia botrana
Tripidi
- della Cipolla
- dell’Olivo
- del Tabacco
- della Vite
Thrips spp.
Thrips tabaci
Liothrips oleae
Thrips tabaci
Depanotrips reuteri
uzel
Frankiniella
occidentalis
- occidentale
dei Fiori
167
INSETTICIDI ALVERDE®
ALVERDE®
INSETTICIDA PER IL CONTROLLO DI COLEOTTERI E
LEPIDOTTERI SU CAVOLI, LATTUGHE E SIMILI, MELANZANA,
PATATA, PEPERONE E POMODORO
CARATTERISTICHE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 22 g
di Metaflumizone
(pari a 240 g/l)
ALVERDE® è un insetticida ad ampio spettro d’azione, appartenente alla nuova
famiglia chimica dei Semicarbazoni. Ideale per il controllo di Coleotteri e
Lepidotteri di Cavoli, Lattughe e simili escluso gruppo Scarola (Radicchio,
Scarola, etc.) e Solanacee, ALVERDE® agisce prevalentemente per ingestione
sulle larve e sugli adulti provocando una paralisi dell’insetto. Il prodotto ha un buon
profilo tossicologico ed ambientale con basso impatto verso api, acari predatori
ed altri insetti utili.
FORMULAZIONE
Sospensione
concentrata (SC)
MODALITÀ D’USO
CLASSIFICAZIONE
Per sfruttare pienamente le caratteristiche di ALVERDE® se ne consiglia l’impiego
nell’ambito di una strategia, non superando i 2-3 trattamenti all’anno.
Xi, irritante
N, pericoloso per
l’ambiente
AVVERTENZE
REG. MIN. SALUTE
ALVERDE® offre risultati costanti quando è inserito in un corretto programma di
difesa. Se ne consiglia pertanto l’impiego nell’ambito di uno schema di trattamenti
che preveda la rotazione di sostanze attive con diverso meccanismo d’azione.
N° 13823
del 28-05-2008
CONFEZIONE
Flacone da 0,25 litri
Flacone da 1 litro*
IMBALLO
Cartone
- da 24 flaconi
- da 10 flaconi
168
*
INSETTICIDI ALVERDE® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
(ml/hl)
CAVOLO
DI BRUXELLES*
CAVOLO
CAPPUCCIO*
Cavolaia, Nottue
100
Trattare ad inizio
infestazione con larve
nei primi stadi di
sviluppo
3
LATTUGA*
Nottue
100
Trattare ad inizio
infestazione con larve
nei primi stadi di
sviluppo
7
MELANZANA**
Dorifora
25
Trattare ad inizio
infestazione con larve
nei primi stadi di
sviluppo
3
Nottue
100
Trattare ad inizio
infestazione con larve
nei primi stadi di
sviluppo
3
Piralide
100
Trattare in piena
ovideposizione,
prima della schiusura
delle uova
3
Tignola
100
Trattare ad inizio
infestazione con larve
nei primi stadi di
sviluppo
3
PATATA*
Dorifora
25
Trattare ad inizio
infestazione con larve
nei primi stadi di
sviluppo
14
PEPERONE**
Nottue, Piralide,
Tignola
100
Trattare ad inizio
infestazione con larve
nei primi stadi di
sviluppo
3
POMODORO**
Nottue
Tignola (Tuta absoluta)
100
Trattare ad inizio
infestazione con larve
nei primi stadi di
sviluppo
3
SIMILI ALLE
LATTUGHE**
(Esclusa Scarola)
Nottue
100
Trattare ad inizio
infestazione con larve
nei primi stadi di
sviluppo
3
* PIENO CAMPO ** PIENO CAMPO E SERRA
169
INSETTICIDI CONTEST®
CONTEST®
INSETTICIDA PIRETROIDE IN GRANULI IDRODISPERSIBILI
AD EFFETTO EFFERVESCENTE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 14,5 g
di Alfacipermetrina
pura (Alfacipermetrina
ed Alfametrina sono
sinonimi e, come tali,
indicano la medesima
sostanza attiva)
CARATTERISTICHE
CONTEST® è un insetticida piretroide efficace contro Coleotteri fitofagi, Emitteri
e Lepidotteri di colture Floreali, Frutticole, Industriali, Orticole in pieno campo
e Pioppo. Alla rapida azione per contatto ed ingestione, CONTEST® associa
un effetto prolungato. La formulazione in granuli idrodispersibili ad effetto
effervescente risulta particolarmente pratica per l’utilizzatore e garantisce massimi
livelli di sicurezza.
FORMULAZIONE
MODALITÀ D’USO
Granuli
idrodispersibili
ad effetto
effervescente (WG)
Per ottimizzare l’azione di CONTEST® si consiglia di bagnare bene le parti
vegetative della coltura infestata. Applicare l’insetticida all’inizio delle infestazioni
per sfruttarne anche l’azione repellente.
CLASSIFICAZIONE
AVVERTENZE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 10373
del 08-03-2000
CONFEZIONE
Flacone da 1 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
170
CONTEST® è compatibile con gli insetticidi ed i fungicidi maggiormente utilizzati
in agricoltura. Non va miscelato con prodotti fortemente alcalini. In generale,
CONTEST® non è fitotossico per le colture Floricole. Su varietà nuove è,
comunque, opportuno eseguire saggi preliminari, specialmente per Poinsettie e
Rose.
INSETTICIDI CONTEST® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(g/hl)
AGRUMI
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Afidi: brunastro, verde
chiaro, verde scuro
15
Eventualmente con
olio bianco
30
Ceroplaste,
Cocciniglia mezzo
grano di pepe,
Cocciniglia
rossa degli Agrumi
10
Eventualmente con
olio bianco
30
Tignola degli Agrumi
(Verme della Zanzara)
25-35
Eventualmente con
olio bianco
30
BARBABIETOLA
DA ZUCCHERO
Afidi, Altica, Cassida,
Cleono, Lisso, Nottue
230-330 g/ha
-
24
CARCIOFO
Mosca minatrice
Nottue
30-35
20-35
-
7
CAVOLFIORE
CAVOLO CAPPUCCIO
Cavolaia
15
-
7
CETRIOLO
Afidi,
Aleurodide
25-30
60
Oppure 15-35 g con
trattamenti ogni 7-10 gg
3
CIPOLLA
Tripidi
25-30
-
14
FAGIOLO
Afidi
20-35
-
3
FLOREALI*
Afidi,
Aleurodide,
Bega sud africana,
Tripidi
20-25
60
20-35
30-35
-
-
FRUMENTO, ORZO
Afidi
130-200 g/ha
-
42
LATTUGA
Afidi, Nottue
20-35
-
3
MAIS
Afidi
Diabrotica
Nottue
Piralide
0,3-0,5 kg/ha
0,3-0,4 kg/ha
0,25-0,3 kg/ha
0,5-0,65 kg/ha
-
3
MELO
Afide grigio,
Afide verde del Melo
30-35
Ad inizio attacco
7
Carpocapsa
15-35
-
7
Minatori fogliari
30-35
All’epoca del massimo
volo ed all’inizio della
schiusura delle uova
7
* PIENO CAMPO
171
INSETTICIDI CONTEST® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(g/hl)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
MELO
Ricamatori
15
-
7
PATATA
Afide verde
15
7
PERO
Dorifora
Nottue
15
25-30
Su foglie non ancora
accartocciate
-
Afidi
30-35
Ad inizio attacco
7
Psilla
30-35
Nel trattamento di fine
inverno
Ad inizio attacco
primaverile-estivo
7
Eventualmente con olio
bianco in trattamenti di
fine inverno allo stadio
di bottoni rosa
Trattamenti
primaverili-estivi*
7
50-60
PESCO
Afide verde
10
15
Cidia, Mosca della frutta,
Tignola
10-15
-
7
Ricamatori
10-20
-
7
Tripidi
20-25
15
Allo stadio di bottoni rosa
In post-fioritura
7
PIOPPO
Criptorrinco
Saperda
30-35
60
-
-
POMODORO
Afide nero, Afide verde
15-35
Su foglie non ancora
accartocciate
3
Oppure 15-35 g con
trattamenti ogni 7-10 gg
3
Aleurodide
60
Liriomiza
30-35
-
3
Nottue: gialla del
Pomodoro, mamestra,
mediterranea, piccola
20-35
Con trattamenti ogni
7-10 gg
3
RISO
Afidi
25-35
-
42
SOIA
Afidi
35
-
7
TABACCO
Afide verde
20-25
-
60
VITE
Cicalina
Tignole
10-15
10
Ad inizio attacco
7
172
* Non applicare con foglie accartocciate
INSETTICIDI FASTAC®
FASTAC®
INSETTICIDA AD AZIONE RAPIDA
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 4,75 g
di Alfacipermetrina
(pari a 42,75 g/l)
(Alfacipermetrina
ed Alfametrina sono
sinonimi e, come tali,
indicano la medesima
sostanza attiva)
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 6298
del 13-03-1985
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
174
CARATTERISTICHE
FASTAC® è un insetticida piretroide efficace contro Coleotteri, Emitteri
e Lepidotteri parassiti di colture Floreali, Frutticole, Orticole in pieno campo
e Pioppo. Oltre alla rapida azione per contatto ed ingestione, FASTAC® offre
un effetto prolungato e possiede anche un certo effetto repellente verso
gli insetti nocivi.
MODALITÀ D’USO
È molto importante bagnare bene la vegetazione della coltura da trattare. Come
regola generale, si consiglia di applicare FASTAC® all’inizio delle infestazioni per
sfruttarne anche l’azione repellente. Nei trattamenti primaverili-estivi contro l’Afide
verde del Pesco e nei trattamenti contro gli Afidi del Pomodoro, non utilizzare
il prodotto quando le foglie sono già accartocciate. Contro le Cocciniglie degli
Agrumi è possibile miscelare FASTAC® con olio bianco. Contro gli Aleurodidi del
Pomodoro intervenire ogni 7-10 giorni.
AVVERTENZE
FASTAC® non provoca fenomeni di fitotossicità sulle colture Floricole. Tuttavia,
nel caso di varietà nuove o notoriamente delicate, è opportuno eseguire saggi
preliminari, specialmente su Rose e Poinsettie. FASTAC® è compatibile con
gli insetticidi ed i fungicidi maggiormente utilizzati in agricoltura, ma non va
miscelato con prodotti fortemente alcalini.
INSETTICIDI FASTAC® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(ml/hl)
AGRUMI
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Afidi: brunastro, verde
chiaro, verde scuro
50
-
30
Ceroplaste,
Cocciniglia mezzo
grano di pepe,
Cocciniglia
rossa degli Agrumi
30
-
30
80-100
-
30
0,7-1 (l/ha)
-
24
100
70-100
-
7
7
50
-
7
Tignola degli Agrumi
BARBABIETOLA
DA ZUCCHERO
Afide nero, Afide verde,
Altica, Cassida, Cleono,
Lisso
CARCIOFO
Mosca minatrice
Nottue
CAVOLFIORE,
CAVOLO
CAPPUCCIO
Cavolaia
FAGIOLO, LATTUGA
Afide nero, Afide verde
70-100
-
3
FLOREALI
Afidi
Aleurodide
Bega sud africana
Tripidi
70
200
70-100
100
-
-
FRUMENTO, ORZO
Afidi
0,4-0,6 (l/ha)
-
42
MELO
Afidi, Afide grigio
Carpocapsa
Cemiostoma, Litocollete
Ricamatori
100
50-100
100
50
-
7
7
7
7
PERO
Afidi
100
-
7
Psilla
100
Nel trattamento di fine
inverno
In primavera-estate
7
150-200
PESCO
Afide verde
30
50
A bottoni rosa
In primavera-estate
7
Mosca della frutta
40
-
7
Tignola, Tignola orientale
30-40
-
7
Tortrici ricamatori
40-60
-
7
175
INSETTICIDI FASTAC® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(ml/hl)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
PESCO
Tripidi
70
50
A bottoni rosa
In post-fioritura
7
7
PIOPPO
Criptorrinco
Saperda
100
200
-
-
POMODORO
Afide nero, Afide verde
50-100
-
3
Aleurodide
200
50-100
Per trattamenti ogni
7-10 gg
3
100
-
3
70-100
-
3
70
-
60
30-50
30
-
7
7
Liriomiza
Nottue
TABACCO
Afidi
VITE
Cicalina
Tignole
176
INSETTICIDI GLADIATOR™
GLADIATOR™
INSETTICIDA AD AZIONE OVOLARVICIDA SELETTIVO PER
LA DIFESA DELLE COLTURE FRUTTICOLE, ORTICOLE
E DELLA VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 22,5 g
di Metossifenozide
puro (pari a 240 g/l)
FORMULAZIONE
Sospensione
Concentrata (SC)
CLASSIFICAZIONE
Nc, non classificato
REG. MIN. SALUTE
N° 15817
del 05-08-2013
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
178
CARATTERISTICHE
GLADIATOR™ è un insetticida specifico per la lotta ai più importanti Lepidotteri delle
colture Frutticole, Orticole e della Vite. Resistente al dilavamento e non è influenzato
dalle temperature, agisce per ingestione inducendo una muta prematura delle larve,
con conseguenze letali nei confronti dell’insetto (MAC). Inoltre, essendo altamente
selettivo verso insetti utili e acari predatori, dal favorevole profilo tossicologico e dal
breve intervallo di carenza, GLADIATOR™ rappresenta il prodotto ideale per una
moderna difesa delle colture.
MODALITÀ D’USO
Applicare il prodotto alla comparsa dei parassiti in base al loro stadio di sviluppo.
L’utilizzo di specifici sistemi di monitoraggio in campo, permette di identificare il
migliore momento di applicazione del prodotto in relazione alla maggiore sensibilità
dell’insetto.
AVVERTENZE
GLADIATOR™ è compatibile con tutti gli insetticidi e i fungicidi ad eccezione di
quelli a reazione fortemente alcalina (es. poltiglia bordolese).
INSETTICIDI GLADIATOR™ CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
DOSE
(ml/hl)
(ml/ha)
EPOCA
D’IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
ALBICOCCO
NETTARINE
PESCO
Anarsia, Cidia
50
750
Intervenire tra
l’inizio della
ovodeposizione
e l’inizio della
schiusura delle
uova
2
7
ARANCIO,
CLEMENTINO,
MANDARINO
Minatrice
serpentina
40
1200 max
Intervenire alla
comparsa delle
prime mine e
ripetere dopo 7/8
giorni. Trattamenti
da realizzare in
miscela con olio
bianco alla dose
di 500 ml/hl
2
14
50-60
400-500
Trattare alla
presenza delle
prime larve,
utilizzando volumi
d’acqua sufficienti
a garantire
un’adeguata
copertura della
vegetazione
1
3
ERBE FRESCHE* • Nottue: gialla,
mediterranea
E LATTUGHE*
Angelica, Barbarea
Basilico, Brassica
rapa nipponica,
Cerfoglio, Dolcetta,
Dragoncello, Erba
cipollina, Erba
di S.Giuliano,
Finocchiella ed
altre Apiacee,
Foglie di Alloro
Foglie di Aneto
Foglie di Carvi
Foglie di
Coriandolo, Foglie
di Finocchio,
Foglie di Melissa,
Foglie di Sedano,
Foglie e germogli
di Brassica spp,
Gallinella carenata,
Issopo, Lattuga,
Lattuga cappuccia,
Lattuga iceberg,
Lattuga romana,
Levistico, Lollo
rosso, Maggiorana
Menta, Menta
piperita, Origano
Prezzemolo,
Rosmarino,
Rucola, Rucola
selvatica, Salvia,
Santoreggia
montana,
Senape nera,
Timo
* PIENO CAMPO • Leggasi Erbe aromatiche ai sensi del Reg. (UE) n° 212/2013
179
INSETTICIDI GLADIATOR™ CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
DOSE
(ml/hl)
(ml/ha)
EPOCA
D’IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
MELANZANA**
PEPERONE**
POMODORO**
Melanzana,
Peperone
piccante,
Pepino,
Pomodoro
Nottue: gialla,
mediterranea
50-60
400-500
Ripetere il
trattamento ad
intervalli minimi di
7 giorni a seconda
delle necessità
(la dose ad
ettolitro si riferisce
a volumi d’acqua
pari a 800/1000
litri per ettaro)
2**
1*
3
MELO, PERO
Capua,
Carpocapsa,
Cidia, Eulia
Pandemis
40
600
Larve svernanti:
un trattamento
in pre-fioritura,
caduta petali.
Generazioni estive:
intervenire dalla
comparsa ovature
fino all’inizio
della schiusura
uovo. Intervenire
dall’inizio della
ovodeposizione
fino all’inizio della
schiusura uova
3
14
SPINACIO*
Bietola da foglia
e da costa,
Cime di Rapa
Claitonia, Foglie
di Bietole rosse,
Porcellana,
Portulaca,
Romice acetosa
Salicornia,
Spinaci,
Spinaci della
Nuova Zelanda
Nottue: gialla,
mediterranea
50-60
400-500
Trattare alla
presenza delle
prime larve e
ripere il trattamento
dopo 14 giorni,
utilizzando
volumi d’acqua
sufficienti a
garantire
un’adeguata
copertura della
vegetazione
2
3
VITE
Uva da tavola
Uva da vino
Tignoletta
30-40
400
Intervenire in
pre-fioritura
oppure a inizio
ovodeposizione
3
* PIENO CAMPO ** PIENO CAMPO E SERRA
180
14
Uva da vino
7
Uva da tavola
INSETTICIDI MASAI® 20 WP
MASAI® 20 WP
ACARICIDA AD AZIONE RAPIDA E PERSISTENTE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 20 g
di Tebufenpirad
FORMULAZIONE
CARATTERISTICHE
MASAI® 20 WP è un acaricida che agisce per ingestione e per contatto nei confronti
di tutte le forme mobili di Acari fitofagi. MASAI® 20 WP esplica un immediato
effetto abbattente ed è dotato di elevata persistenza d’azione, tanto che un solo
trattamento eseguito tempestivamente può risultare risolutivo per l’intera stagione.
Polvere
bagnabile (WP)
MODALITÀ D’USO
CLASSIFICAZIONE
Si consiglia di impiegare MASAI® 20 WP all’inizio dell’infestazione, cioè alla
comparsa delle prime forme mobili.
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
AVVERTENZE
REG. MIN. SALUTE
N° 8937
del 01-10-1996
CONFEZIONE
Sacchetto da 1 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 sacchetti
182
MASAI® 20 WP è compatibile con i più diffusi prodotti insetticidi e fungicidi
attualmente in commercio. In caso di miscela, si consiglia di diluirlo in acqua
prima di qualsiasi altro prodotto.
INSETTICIDI MASAI® 20 WP CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(g/hl)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
AGRUMI
Arancio, Bergamotto
Cedro, Clementino
Limone, Mandarino
Pompelmo, Tangelo
Ragnetto rosso comune,
Ragnetto rosso degli
Agrumi
50-60
Alla comparsa delle
prime forme mobili
14
ALBICOCCO
Ragnetto rosso comune
50-60
Alla comparsa delle
prime forme mobili
14
COCOMERO, MELONE
Ragnetto rosso comune
60-80
Alla comparsa delle
prime forme mobili
7
FLOREALI
ORNAMENTALI*, VIVAI**
Ragnetto rosso comune
60-80
Alla comparsa delle
prime forme mobili
-
FRAGOLA
Ragnetto rosso comune
60-80
Alla comparsa delle
prime forme mobili
14
MELANZANA
PEPERONE
POMODORO
Ragnetto rosso comune
60-80
Alla comparsa delle
prime forme mobili
14
MELO, PERO
Ragnetto rosso comune
50-60
Alla comparsa delle
prime forme mobili
28
NETTARINE
PERCOCA, PESCO
Ragnetto rosso comune
50
Alla comparsa delle
prime forme mobili
14
VITE
Uva da tavola
Uva da vino
Ragnetto giallo,
Ragnetto rosso comune
35-50
Alla comparsa delle
prime forme mobili
28
* PIENO CAMPO E SERRA ** Essenze forestali, Fruttiferi e Vite
183
INSETTICIDI NEXTER®
NEXTER®
ACARICIDA AD ELEVATA ATTIVITÀ ABBATTENTE
COMPOSIZIONE
CARATTERISTICHE
100 g di prodotto
contengono 19,4 g
di Pyridaben
(pari a 200 g/l)
NEXTER® è un acaricida che agisce per contatto. Caratterizzato da una buona
persistenza d’azione, NEXTER® risulta attivo nei confronti di larve ed adulti dei
principali Acari fitofagi.
FORMULAZIONE
MODALITÀ D’USO
Concentrato
emulsionabile (EC)
In presenza di forte pressione dei parassiti e/o in condizioni climatiche sfavorevoli,
si consiglia di adottare le dosi più elevate riportate in etichetta.
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
N° 8721
del 15-02-1995
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 12 flaconi
184
AVVERTENZE
Impiegare volumi d’acqua adeguati che assicurino una bagnatura abbondante ed
uniforme della vegetazione. In caso di applicazione a volume ridotto mantenere,
per unità di superficie, le stesse dosi impiegate con il volume normale.
INSETTICIDI NEXTER® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
(ml/hl)
EPOCA
D’IMPIEGO
N° MAX
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
AGRUMI
Arancio, Clementino
Limone, Mandarino
Tangerino
Ragnetto rosso comune,
Ragnetto rosso degli
Agrumi
50-60
Alla comparsa degli
stadi suscettibili
(larve ed adulti)
1
14
ALBICOCCO
PESCO, SUSINO
Ragnetto rosso comune
50-75
Alla comparsa degli
stadi suscettibili
(larve ed adulti)
1
14
CETRIOLO*
FAGIOLINO*
FRAGOLA*
MELANZANA*
POMODORO*
Ragnetto rosso comune
100
Alla comparsa degli
stadi suscettibili
(larve ed adulti)
1
7
CRISTANTEMO
GAROFANO, ROSA
Ragnetto giallo,
Ragnetto rosso comune
50-100
Alla comparsa degli
stadi suscettibili
(larve ed adulti)
1
-
MELO, PERO
Ragnetto rosso comune
50-75
Alla comparsa degli
stadi suscettibili
(larve ed adulti)
1
14
VITE
Ragnetto giallo,
Ragnetto rosso,
Ragnetto rosso
comune della Vite
50-75
Alla comparsa degli
stadi suscettibili
(larve ed adulti)
1
14
* SERRA
185
INSETTICIDI PERFEKTHION®
PERFEKTHION®
INSETTICIDA AD AMPIO SPETTRO D’AZIONE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 37,4 g
di Dimetoato
(pari a 400 g/l)
CARATTERISTICHE
PERFEKTHION® è un insetticida ad azione citotropica e di contatto dotato
di un ampio spettro d’azione che comprende molteplici insetti, dannosi per
diverse colture. PERFEKTHION® assicura anche il controllo degli insetti non
direttamente raggiunti dal trattamento.
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xn, nocivo
REG. MIN. SALUTE
N° 1979
del 16-10-1980
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
186
MODALITÀ D’USO
Intervenire all’inizio delle infestazioni assicurando un’abbondante, uniforme
e completa bagnatura della vegetazione.
AVVERTENZE
PERFEKTHION® è compatibile con i fungicidi di più comune impiego.
L’impiego di PERFEKTHION® è sconsigliato sulle varietà di Olivo canino,
coratina, bosana, frantoio, itrana, marsella, simona e vernina.
INSETTICIDI PERFEKTHION® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(ml/hl)
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
AGRUMI
Piante non in produzione
Cocciniglia cotonosa,
Cocciniglia rossa,
Cocciniglie
125
Fase di sensibilità
al parassita
-
ASPARAGO
Afidi, Aleurodidi,
Mosca, Tortrici
100
Fase di sensibilità
al parassita
14
BARBABIETOLA
DA ZUCCHERO
Mosca
70-140
Fase di sensibilità
al parassita
30
BIETOLA ROSSA
Afide nero, Afide verde,
Aleurodidi, Mosca della
Bietola, Tortrici
100
Fase di sensibilità
al parassita
30
FRUMENTO
Afidi
0,8-1 (l/ha)
Fase di sensibilità
al parassita
28
GAROFANO*
Afidi, Mosca minatrice,
Striscino
75-100
Fase di sensibilità
al parassita
-
MELANZANA*
POMODORO*
Nottue, Vasates
100-125
Fase di sensibilità
al parassita
21
OLIVO
Mosca delle Olive,
Oziorrinchi, Punteruolo
Tignola, Tripide
75-150
Fase di sensibilità
al parassita
28
TABACCO
Afide verde, Aleurodidi,
Tripide
70
Fase di sensibilità
al parassita
20
* PIENO CAMPO
187
INSETTICIDI RAK® 2 MAX
RAK® 2 MAX
FEROMONE PER IL CONTROLLO DI TIGNOLETTE DELLA VITE
COMPOSIZIONE
Diffusore contenente
(E,Z)-7,9-Dodecadienilacetato e
N-Dodecilacetato
puro (pari a 361
mg/ampolla)
FORMULAZIONE
Sostanza attiva
evaporabile (VP)
CARATTERISTICHE
I RAK® 2 MAX sono l’ultima innovazione nel campo della confusione sessuale
per la lotta alla Tignoletta della Vite (Lobesia botrana). Tale metodo consiste
nel diffondere nel Vigneto specifici feromoni sessuali per Tignoletta, in modo
da impedire ai maschi di individuare la scia feromonica emessa dalle femmine
della medesima specie, ostacolando quindi l’accoppiamento e la riproduzione
di questi insetti dannosi. RAK® 2 MAX riesce a controllare efficacemente tutte le
generazioni dell’insetto. RAK® 2 MAX è a base di (E,Z)-7,9-Dodecadienilacetato
e N-Dodecilacetato in rapporto 2:1. N-Dodecilacetato, grazie al suo effetto
ritardante della dispersione di (E,Z)-7,9-Dodecadienilacetato, aiuta a mantenere
una concentrazione costante di feromone nell’aria sopra la coltura, coprendo
così l’intero ciclo di vita dell’insetto.
CLASSIFICAZIONE
Xi, irritante
MODALITÀ D’USO
N° 15434
del 06-12-2012
Collocare i diffusori uniformemente sulla superficie interessata poco prima
dell’inizio del volo della prima generazione della Tignoletta. La superficie minima
da confusionare dovrebbe essere pari ad almeno 2 ettari per superfici isolate
ed a 4 ettari per appezzamenti situati all’interno di aree viticole.
CONFEZIONE
AVVERTENZE
REG. MIN. SALUTE
Sacchetto da
252 diffusori
IMBALLO
Cartone
- da 8 sacchetti
188
Conservare i diffusori nella confezione originale, ermeticamente chiusa, che dovrà
essere protetta da aria, luce e temperature elevate. Il mancato rispetto di queste
condizioni comporta riduzione o perdita di efficacia del prodotto.
INSETTICIDI RAK® 2 MAX CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Applicazione unica:
in primavera prima
dell’inizio del volo
della prima generazione
-
(diffusori/ha)
VITE
Uva da tavola
Uva da vino
Tignoletta
500
189
INSETTICIDI RAK® 3
RAK® 3
FEROMONE PER IL CONTROLLO DI CARPOCAPSA
DELLE POMACEE
COMPOSIZIONE
Diffusore contenente
(E,E)-8,10Dodecadienolo
(pari a 140 mg/
ampolla)
CARATTERISTICHE
RAK® 3 è un feromone specifico per la lotta alla Carpocapsa con il metodo della
confusione sessuale. Tale metodo consiste nel diffondere nel frutteto il feromone
sessuale specifico per Carpocapsa, in modo da impedire ai maschi di individuare la
scia feromonica emessa dalle femmine, ostacolando accoppiamento e riproduzione
di questo insetto dannoso.
FORMULAZIONE
Sostanza attiva
evaporabile (VP)
CLASSIFICAZIONE
MODALITÀ D’USO
Collocare i diffusori uniformemente sulla superficie interessata poco prima dell’inizio
del volo della Carpocapsa. La superficie minima da confusionare dovrebbe essere
pari ad almeno 1 ettaro e, possibilmente, di forma quadrata.
Xi, irritante
REG. MIN. SALUTE
N° 11557
del 20-01-2003
CONFEZIONE
Sacchetto da
252 diffusori
IMBALLO
Cartone
- da 8 sacchetti
190
AVVERTENZE
Conservare i diffusori nella confezione originale, ermeticamente chiusa, che dovrà
essere protetta da aria, luce e temperature elevate. Il mancato rispetto di queste
condizioni comporta riduzione o perdita di efficacia del prodotto.
INSETTICIDI RAK® 3 CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(diffusori/ha)
POMACEE
Carpocapsa
500*
700-900**
Applicazione unica:
poco prima dell’inizio
del volo dell’insetto
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
-
* Alberi alti fino a 2,5-3 m ** Alberi più alti di 2,5-3 m
191
INSETTICIDI RAK® 5
RAK® 5
FEROMONE PER IL CONTROLLO DI CYDIA FUNEBRANA
E CYDIA MOLESTA SU DRUPACEE
COMPOSIZIONE
Diffusore contenente
(E,Z)-7,9-Dodecadienilacetato
(pari a 450 mg/
ampolla)
FORMULAZIONE
Sostanza attiva
evaporabile (VP)
CLASSIFICAZIONE
Nc, non classificato
CARATTERISTICHE
I RAK® 5 sono feromoni specifici per la lotta contro la Cydia funebrana (Cidia del
Susino) e la Cydia molesta (Tignola orientale del Pesco), con il metodo della
confusione sessuale. Tale metodo consiste nel diffondere nel frutteto specifici
feromoni sessuali, in modo da impedire ai maschi di individuare la scia feromonica
emessa dalle femmine della loro specie, ostacolando l’accoppiamento e la
riproduzione di questi insetti dannosi.
MODALITÀ D’USO
Collocare i diffusori uniformemente sulla superficie interessata poco prima dell’inizio
del volo della prima generazione di Cydia funebrana e Cydia molesta.
La superficie minima da confusionare dovrebbe essere pari ad almeno 1 ettaro
e, possibilmente, di forma quadrata.
REG. MIN. SALUTE
N° 11555
del 20-01-2003
CONFEZIONE
Sacchetto da
252 diffusori
IMBALLO
Cartone
- da 8 sacchetti
192
AVVERTENZE
Conservare i diffusori nella confezione originale, ermeticamente chiusa, che dovrà
essere protetta da aria, luce e temperature elevate. Il mancato rispetto di queste
condizioni comporta riduzione o perdita di efficacia del prodotto.
INSETTICIDI RAK® 5 CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(diffusori/ha)
DRUPACEE
Cidia del Susino e
Tignola orientale
500*
700-900**
Applicazione unica:
poco prima dell’inizio
del volo dell’insetto
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
-
* Alberi alti fino a 2,5-3 m ** Alberi più alti di 2,5-3 m
193
INSETTICIDI RAK® 5+6
RAK® 5+6
FEROMONE PER IL CONTROLLO DI ANARSIA E CIDIA
SU DRUPACEE
COMPOSIZIONE
Diffusore con
doppia ampolla
- Z/E 8-Dodecenilacetato (pari a
430 mg)
- E 5-Decenilacetato
(pari a 210 mg) e
E 5-Decenolo
puro (pari a
25 mg)
FORMULAZIONE
Sostanza attiva
evaporabile (VP)
CLASSIFICAZIONE
Xi, irritante
REG. MIN. SALUTE
N° 11556
del 20-01-2003
CONFEZIONE
Sacchetto da
252 diffusori
IMBALLO
Cartone
- da 8 sacchetti
194
CARATTERISTICHE
I RAK® 5+6 sono feromoni specifici per la lotta ad Anarsia e Cidia, con il metodo
della confusione sessuale. Tale metodo consiste nel diffondere nel frutteto specifici
feromoni sessuali, in modo da impedire ai maschi di individuare la scia feromonica
emessa dalle femmine della loro specie, ostacolando l’accoppiamento e
la riproduzione di questi insetti dannosi.
MODALITÀ D’USO
Collocare i diffusori uniformemente sulla superficie interessata poco prima
dell’inizio del volo della prima generazione di Anarsia e Cidia.
La superficie minima da confusionare dovrebbe essere pari ad almeno
1 ettaro e, possibilmente, di forma quadrata.
AVVERTENZE
Conservare i diffusori nella confezione originale, ermeticamente chiusa, che dovrà
essere protetta da aria, luce e temperature elevate. Il mancato rispetto di queste
condizioni comporta riduzione o perdita di efficacia del prodotto.
INSETTICIDI RAK® 5+6 CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
(diffusori/ha)
DRUPACEE
Anarsia, Cidia
500*
700-900**
Applicazione unica:
poco prima dell’inizio
del volo dell’insetto
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
-
* Alberi alti fino a 2,5-3 m ** Alberi più alti di 2,5-3 m
195
INSETTICIDI TERIAL® 75 WG
TERIAL® 75 WG
INSETTICIDA FORMULATO IN MICROGRANULI
IDRODISPERSIBILI FORTEMENTE ATTIVO PER CONTATTO,
INGESTIONE ED INALAZIONE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 75 g
di Clorpirifos puro
(pari a 750 g/kg)
FORMULAZIONE
Microgranuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Xi, irritante
N, pericoloso per
l’ambiente
CARATTERISTICHE
TERIAL® 75 WG è un insetticida ad ampio spettro d’azione registrato su un ampio
numero di colture. La sua formulazione in microgranuli idrodispersibili ne conferisce
un’elevata selettività e praticità d’uso. TERIAL® 75 WG è dotato di un triplice
meccanismo d’azione (contatto, ingestione e asfissia) e si contraddistingue per la
sua iniziale attività abbattente seguita da una buona persistenza in campo.
Praticità d’uso, ampio spettro d’azione e persistenza, fanno di questo prodotto lo
strumento ideale per una valida protezione delle colture.
MODALITÀ D’USO
Applicare il prodotto alla comparsa dei parassiti in base al loro stadio di sviluppo.
L’utilizzo di specifici sistemi di monitoraggio in campo, permette di identificare il
migliore momento di applicazione del prodotto in relazione alla maggiore sensibilità
dell’insetto.
REG. MIN. SALUTE
N° 10540
del 22-06-2000
CONFEZIONE
Astuccio da 1kg
- 2 sacchetti 0,5 kg
IMBALLO
Cartone
- da 10 astucci
196
AVVERTENZE
Non effettuare trattamenti sugli Agrumi nei mesi compresi tra gennaio e aprile.
INSETTICIDI TERIAL® 75 WG CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
DOSE
DOSE
(g/hl)
(g/ha)
Aleurodidi, Cocciniglie
Dialeurodidi
70
-
-
60
Formica argentina
140
-
Irrorazioni al terreno
60
ASPARAGO
MELANZANA
Dorifora, Piralide
ed altri Lepidotteri
-
550-700
-
15
BARBABIETOLA
DA ZUCCHERO
Altica, Atomaria,
Nottue
-
550-700
-
60
CARCIOFO
Lepidotteri,
Agrotis spp.,
Depressaria rinaceella,
Gortyna xanthenes,
Spodoptera spp.
-
700
Max 1 trattamento
15
Oziorrinco
Othiorrhynchus spp.
Othiorrhynchus sulcatus
-
700
Max 1 trattamento
15
CAROTA
Nottue, Tortricidi ed altri
Lepidotteri
-
550-700
-
21
CAVOLO
CAPPUCCIO
CAVOLO CINESE
Cavolaia ed altri
Lepidotteri, Nottue
-
550-700
-
30
CIPOLLA
Tripidi
-
550-700
-
21
FAGIOLO, PISELLO
Lepidotteri fogliari,
Nottue, Piralide
-
550-700
-
15
FLOREALI*
ORNAMENTALI*
Aleurodidi, Cocciniglie,
Nottue, Oziorrinchi,
Tripidi, Tortricidi
65
-
GIRASOLE
Nottue
-
550-700
-
120
MAIS
Diabrotica, Nottue,
Sesamia
-
550-700
-
30
Piralide
-
650-1100
Impiegare su
prima generazione
alla dose di
650-750 g/ha
e sulla seconda
generazione
750-1100 g/ha
30
AGRUMI
PARASSITI
EPOCA
D’IMPIEGO
In pieno campo
ed in serra
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
-
* PIENO CAMPO E SERRA
197
INSETTICIDI TERIAL® 75 WG CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
DOSE
(g/hl)
(g/ha)
EPOCA
D’IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
55-70
-
-
30
MELO, PERO
Cacopsilla melanoneura,
Cacopsilla picta,
Carpocapsa, Cocciniglie,
Sesia, Tortricidi ricamatori
PATATA
Dorifora
-
750-1000
-
30
PEPERONE
POMODORO
Dorifora, Piralide
ed altri Lepidotteri
-
550-700
-
21
PESCO
Anarsia, Cidia,
Cocciniglie, Mosca
della frutta
55-70
-
-
30
PIOPPO
Criptorrinco
140
-
-
-
SOIA
Cimici, Lepidotteri
fogliari, Nottue
-
750
-
120
TABACCO
Nottue
-
550-700
-
60
VITE
Cicaline
70
-
Alla comparsa
del parassita
30
Cocciniglie
70
-
Alla fase di massima
migrazione delle
neanidi
30
55-70
-
Alla comparsa delle
prime larve
30
Tignole
198
INSETTICIDI TRACER™ 120 SC
TRACER™ 120 SC
INNOVATIVO INSETTICIDA A BASE DI SPINOSAD REGISTRATO
SU CUCURBITACEE, ERBE FRESCHE, FRAGOLA, FRUTTI DI
BOSCO, LATTUGHE, POMACEE, SOLANACEE E VITE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 11,6%
di Spinosad
(pari a 120 g/l)
FORMULAZIONE
Sospensione
concentrata (SC)
CLASSIFICAZIONE
N, pericoloso per
l’ambiente
REG. MIN. SALUTE
CARATTERISTICHE
TRACER™ 120 SC è un insetticida a base di Spinosad, sostanza attiva di
derivazione naturale ottenuta dalla fermentazione del batterio Saccharopolyspora
spinosa. Altamente selettivo su insetti utili e acari predatori, agisce per ingestione
e contatto permettendo il controllo dei principali parassiti di Floro-vivaistiche,
Frutticole, Ornamentali, Orticole e Vite. Caratterizzato inoltre da un favorevole
profilo tossicologico e da un breve intervallo di carenza, TRACER™ 120 SC è
inserito nei disciplinari di produzione integrata e biologica.
MODALITÀ D’USO
Applicare il prodotto alla comparsa dei parassiti in base al loro stadio di sviluppo.
L’utilizzo di specifici sistemi di monitoraggio in campo, permette di identificare il
migliore momento di applicazione del prodotto in relazione alla maggiore sensibilità
dell’insetto.
N° 15834
del 03-06-2013
AVVERTENZE
CONFEZIONE
Si consiglia di non eseguire più di due interventi consecutivi. Non applicare sulle
Fruttifere durante la fase di fioritura e trattare le altre colture durante le ore serali.
Flacone da 1 litro
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
200
INSETTICIDI TRACER™ 120 SC CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
DOSE
N° MAX
(ml/hl)
(l/ha)
trattamenti
annui
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
AGLIO*, CIPOLLA*
SCALOGNO*
Acrolepiopsis assectella,
Agrotis spp., Dispessa ulula,
Frankliniella occidentalis,
Thrips tabaci
80-100
0,8
3
7
ALBICOCCO, AMARENA
CILIEGIO, MIRABOLANO
NETTARINA, PESCO
SUSINO
Anarsia lineatella,
Canopsis tenebrionis,
Cydia funebrana, Cydia molesta,
Frankliniella occidentalis,
Thrips major/meridionalis
80-120
1,2-1,8
3
7
ASPARAGO*, CARCIOFO*
CARDO*, FINOCCHIO*
PORRO*, RABARBARO*
SEDANO*
Agrotis spp., Crioceris asparagi,
Depressaria erinaceella, Thrips
tabaci, Frankliniella occidentalis,
Gortyna xanthenes, Napomyza
gymnostoma, Spodoptera spp.
Thrips angusticeps
80-100
0,8
3
7
AZZERUOLO, LAMPONE
MIRTILLO, MORA
RIBES, ROSA CANINA
SAMBUCO, SORBO
UVA SPINA
Cecidomia del lampone
e della mora Ostrinia/Pyrausta
nubilalis, Resselliella theobaldi
Sesia del ribes, Tentredine
Tentredine fasciata, Tortrice
dei germogli
40-80
0,4-0,8
3
3
BIETA DA FOGLIE
E DA COSTE, SPINACIO
Heliothis armigera, Spodoptera
littoralis
80-100
0,8
3
3
100
0,8
3
3
-
0,8
3
7
Frankliniella occidentalis,
Thrips palmi, Thrips tabaci
CAPPERO
Acalles barbarus, Asphondylia
spp., Bagrada hilaris, Calocoris
spp., Capparimya savastanoi,
Cydia capparidana, Eurydema
spp., Nezara viridula, Pieris
brassicae, Tripidi
CASTAGNO
MANDORLO
NOCCIOLO, NOCE
Carpocapsa,
Cydia pomonella
80-120
1,2-1,8
3
7
CAVOLI
A INFIORESCENZA
E A TESTA
Cavolfiore, Cavolo broccolo
Cavolo cappuccio bianco e
rosso, Cavolo di Bruxelles
Cavolo verza
Agrotis spp., Frankliniella
occidentalis, Mamestra spp.
Plutella xylostella, Pieris spp.
Spodoptera spp., Thrips tabaci
80-100
0,8
3
3
* PIENO CAMPO E SERRA
201
INSETTICIDI TRACER™ 120 SC CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
PARASSITI
DOSE
DOSE
N° MAX
(ml/hl)
(l/ha)
trattamenti
annui
-
0,8
3
3
80
0,8
3
3
Heliothis armigera,
Spodoptera littoralis
80-100
0,48-1
3
3
Liriomyza trifolii
200-300
1,2-3
3
3
Ostrinia/Pyrausta nubilalis
60-80
0,36-0,8
3
3
FAGIOLINO,
TACCOLA
Pisello mangiatutto
Piralide Pyrausta/Ostrinia
Nubilalis, Mamestra
Mamestrabrassicae
-
0,8
3
7
FLOREALI*
Crisantemo, Garofano
Gerbera, Rosa
Cacoecia pronubana,
Spodoptera spp.
80-100
1,5 max
3
-
Frankliniella occidentalis,
Thrips palmi, Thrips tabaci
60-100
0,4-0,8
Liriomyza huidobrensis,
Liriomyza trifolii
200-300
-
3
-
FRAGOLA
Frankliniella occidentalis,
Spodoptera littoralis
80-100
0,8
3
3
LATTUGHE,
ERBE FRESCHE •
Acetosa, Basilico, Cerfoglio
Cicoria, Crescione
Dragoncello, Erba Cipollina
Indivia o Scarola, Issopo
Lattuga, Maggiorana
Melissa, Menta, Nasturzio
Origano, Ortica, Pimpinella
Prezzemolo, Radicchio
Rosmarino, Rucola, Ruta
Salvia, Santoreggia, Timo
Valerianella
Frankliniella occidentalis
100
0,8
3
3
Heliothis armigera,
Spodoptera littoralis
80-100
0,8
3
3
Liriomyza trifoli
200-300
1,8 max
3
3
MELANZANA*
PEPERONE*
POMODORO*
Frankliniella occidentalis
80
0,96
3
3
Heliothis armigera, Spodoptera
littoralis, Tuta absoluta
80-100
0,64-1,2
3
3
Liriomyza trifolii
200-300
3,6 max
3
3
60-80
0,48-0,96
3
3
CECE, CICERCHIA
FAGIOLO, LENTICCHIA
PISELLO
Piralide Pyrausta/Ostrinia,
Nubilalis, Mamestra
Mamestrabrassicae
CETRIOLO, COCOMERO
MELONE, ZUCCA
ZUCCHINO
Frankliniella occidentalis
Ostrinia/Pyrausta nubilalis
202
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
-
INSETTICIDI TRACER™ 120 SC CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
MELO
MELO COTOGNO
MELO SELVATICO
PERO, NASHI, NESPOLO
NESPOLO DEL
GIAPPONE
ORNAMENTALI
ARBOREE
ORNAMENTALI
VIVAI
Forestali, Frutticole
Ornamentali e Vite**
PARASSITI
DOSE
DOSE
N° MAX
(ml/hl)
(l/ha)
trattamenti
annui
Adoxophyes spp., Archips spp.
Argyrotaenia pulchel,
Carpocapsa, Cydia pomonella
Cydia molesta, Eulia,
Pandemis spp.
80-120
1,2-1,8
3
7
Leucoptera/Cemiostoma scitella,
Lithocolletis/Phyllonoricter spp.
80
1,2
3
7
Cameraria ohridella,
Leucoptera/Cemiostoma
scitella, Lithocolletis/
Phyllonoricter spp.
80
1,2
3
-
Galerucella luteola
80-100
-
3
3
Hyphantria cunea,
Lymantria dispar,
Thaumetopoea pityocampa,
Thaumetopoea processionea
60-100
0,9-1,5
3
3
Metcalfa pruinosa
60-80
0,9-1,2
3
3
Frankliniella occidentalis,
Hyphantria cunea,
Thaumetopoea pityocampa,
Lymantria dispar,
Thaumetopoea processionea,
Thrips palmi, Thrips tabaci
60-100
0,36-0,6
3
-
Liriomyza huidobrensis,
Liriomyza trifolii
200-300
1,2-1,8
3
-
60-80
0,36-0,48
3
-
100
-
3
-
-
0,2
-
7
80-120
1,2-1,8
2
7
100
0,6
3
-
Metcalfa pruinosa
Zeuzera pyrina
PATATA
Dorifora
Leptinotarsa decemlineata
Tignola
Phthorimaea operculella
PISTACCHIO
Tignola delle foglie
Teleiodes decorella
TAPPETO ERBOSO
AD USO
ORNAMENTALE
E SPORTIVO
Agrotis ipsilon,
Spodoptera spp.
* PIENO CAMPO E SERRA ** Nuovi impianti di specie Fruttifere e Vite non ancora in produzione
• Leggasi Erbe aromatiche ai sensi del Reg. (UE) n° 212/2013
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
203
INSETTICIDI TRACER™ 120 SC CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
VITE
Uva da tavola
Uva da vino
PARASSITI
DOSE
DOSE
N° MAX
(ml/hl)
(l/ha)
trattamenti
annui
Clysia ambiguella,
Lobesia botrana
40-80
0,4-0,8
3
15
Frankliniella occidentalis
e altri Tripidi
80-100
0,8-1
3
15
Metcalfa pruinosa
60-80
0,6-0,8
3
15
80
-
3
15
Oziorrinco
204
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
SPECIALI
SPECIALI SOLUZIONI
INDICE
208
PRODOTTO
PAG
DESCRIZIONE
ANTISCHIUMA
SCHAUMSTOP
Polisilossano
210
Antischiuma per l’applicazione dei prodotti
fitosanitari
DASH HC
Metil oleato +
Metil palmitato
212
Coadiuvante specifico
REGALIS
CalcioProesadione
214
Regolatore dello sviluppo vegetativo delle
Pomacee
SPECIALI ANTISCHIUMA SCHAUMSTOP®
ANTISCHIUMA SCHAUMSTOP®
ANTISCHIUMA PER L’APPLICAZIONE DI
PRODOTTI FITOSANITARI
COMPOSIZIONE
CARATTERISTICHE
100 g di prodotto
contengono 17,4 g
di Polisilossano
(pari a 174 g/l)
ANTISCHIUMA SCHAUMSTOP® è un prodotto antischiuma miscibile con tutti
gli erbicidi, fungicidi e insetticidi in commercio.
FORMULAZIONE
Concentrato
solubile (SL)
CLASSIFICAZIONE
MODALITÀ D’USO
Aggiungere ANTISCHIUMA SCHAUMSTOP® nella fase di riempimento del
serbatoio, subito dopo aver versato i prodotti fitosanitari. L’azione è immediata e si
protrae per alcuni minuti dopo la miscelazione, per il tempo sufficiente a completare
il riempimento del serbatoio. Il flaconcino da 150 ml è sufficiente per circa
10.000-11.000 litri di soluzione.
Nc, non classificato
AVVERTENZE
REG. MIN. SALUTE
N° 6376
del 06-05-1985
CONFEZIONE
Flaconcino
da 0,25 litri
IMBALLO
Cartone
- da 24 flaconcini
210
Rispettare il periodo di carenza del prodotto aggiunto ad ANTISCHIUMA
SCHAUMSTOP®.
SPECIALI DASH® HC
DASH® HC
COADIUVANTE SPECIFICO
COMPOSIZIONE
CARATTERISTICHE
100 g di prodotto
contengono 37,5 g
di una miscela di
Metil Oleato e di
Metil Palmitato
(pari a 345 g/l)
DASH® HC è un coadiuvante da impiegare in miscela con gli erbicidi ALGEDI®,
AURA®, CORUM® e TOOLER®. DASH® HC rende più uniforme la copertura delle
infestanti trattate e facilita la penetrazione dell’erbicida all’interno dei tessuti
vegetali. DASH® HC è inoltre in grado di ridurre la dose di impiego di AURA®.
FORMULAZIONE
Concentrato
emulsionabile (EC)
CLASSIFICAZIONE
Xi, irritante
REG. MIN. SALUTE
N° 11011
del 25-09-2001
CONFEZIONE
Flacone da 1 litro
Tanica da 5 litri
Tanica da 10 litri
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
- da 4 taniche
- da 2 taniche
212
MODALITÀ D’USO
Impiegare DASH® HC rispettando epoche e modalità d’uso indicate sulle etichette
degli erbicidi ad esso abbinati. Riempire il serbatoio con metà dell'acqua che si
intende impiegare. Mettere in moto l'agitatore del serbatoio, quindi versarvi prima
la dose di uno dei prodotti sopraelencati e di eventuali altri erbicidi che possono
essere miscelati, infine quella di DASH® HC, necessarie per il trattamento.
SPECIALI DASH® HC CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
VOLUME
ACQUA (ml/hl)
DOSE
EPOCA D’IMPIEGO
EPOCA D’IMPIEGO
(ml/ha)
/ stadio coltura
/ stadio infestanti
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
FAGIOLINO
FAGIOLO
(in associazione
con CORUM)
200-300
250-300
Prima trifogliata
Primi stadi di sviluppo
-
FRUMENTO E
ORZO
(in associazione
con ALGEDI e
TOOLER)
200-600
500
Da inizio
accestimento
ad inizio botticella
-
-
MAIS
(in associazione
con ALGEDI e
TOOLER)
200-400
1000
Da 2 a 8 foglie
-
-
PISELLO, SOIA
(in associazione
con CORUM)
200-300
250-500
Prima trifogliata
Primi stadi di sviluppo
-
RISO
(in associazione
con AURA)
200
500-600
Da 5 foglie
inizio accestimento
Inizio accestimento
3 foglie
-
250
600-750
Pieno accestimento
Fino pieno accestimento
-
300
750-900
Fine accestimento
inizio levata
Fine accestimento
inizio levata
-
213
SPECIALI REGALIS®
REGALIS®
REGOLATORE DELLO SVILUPPO VEGETATIVO
DELLE POMACEE
COMPOSIZIONE
100 g di prodotto
contengono 10 g
di Calcio-proesadione puro
FORMULAZIONE
Granuli
idrodispersibili (WG)
CLASSIFICAZIONE
Nc, non classificato
REG. MIN. SALUTE
N° 11560
del 20-01-2003
CONFEZIONE
Flacone da 1 kg
CARATTERISTICHE
REGALIS® è un regolatore dello sviluppo vegetativo, in grado di ridurre la crescita
longitudinale dei getti della pianta di Melo e Pero, evitando così la rottura delle
reti antigrandine. La vegetazione trattata con REGALIS® , in special modo su Pero,
fa spesso rilevare una riduzione della Cascola di giugno, con una conseguente
Allegagione superiore alla norma. Alla sensibile riduzione della crescita vegetativa
dei getti si accompagnano una serie di vantaggi. In particolare, si evidenziano:
aumento di reddito dovuto ad un miglioramento quali/quantitativo del raccolto,
maggiore qualità della frutta, minore fenomeno della Cascola, diminuzione dei
costi dovuta alla riduzione dei tempi di potatura, semplificazione e riduzione delle
operazioni e dei tempi di raccolta.
MODALITÀ D’USO
La fase ottimale per effettuare il primo trattamento con REGALIS® con lo scopo di
contenere la vegetazione, è raggiunta quando le prime 4-5 foglie sono completamente
sviluppate, ovvero con germogli di lunghezza compresa tra 5 ed al massimo 10 cm.
Il secondo ed eventualmente il terzo trattamento si raccomandano quando si
prevede una crescita vegetativa superiore a quella attesa. In ogni caso, l’intervallo
tra i trattamenti non dovrebbe mai essere inferiore alle 3-4 settimane. Non superare
la dose di 2,5 kg/ha per stagione su Melo e di 3,75 kg/ha per stagione su Pero.
Si consiglia inoltre, di non miscelare REGALIS® con prodotti contenenti Gibberelline
e di lasciar trascorrere almeno tre giorni tra questi due tipi di trattamenti.
IMBALLO
Cartone
- da 10 flaconi
AVVERTENZE
In generale, l’utilizzo di REGALIS® è consigliato su varietà di Melo che presentino
un intenso sviluppo vegetativo quali ad esempio, Braebum, Delicious, Elstar,
Fuji, Golden e Jonagold. La selettività non rappresenta un problema dato che,
attenendosi alle modalità di applicazione riportate in etichetta, non sono finora
mai stati osservati danni alle piante o effetti negativi sulla qualità dei frutti (es.
Rugginosità) nei confronti delle più comuni varietà di Melo. La dose da utilizzare
è da mettere in relazione alla capacità di crescita prevista per la pianta oggetto
del trattamento. Pertanto, le dosi di applicazione vanno adeguate alle diverse
condizioni. I livelli di efficacia più elevati si ottengono trattando in condizioni
di crescita favorevoli, accompagnando il trattamento con abbondanti quantità
d’acqua ed effettuando l’applicazione nelle prime ore del mattino o in quelle
serali, quando l’umidità relativa è più elevata.
214
SPECIALI REGALIS® CAMPI E DOSI D’IMPIEGO
COLTURA
MELO
PERO
BENEFICIO
Contenimento
crescita vegetativa
Contenimento
crescita vegetativa
VIGORE
VEGETATIVO
DOSE
Basso
Medio
Elevato
Molto elevato
0,75-1
1-1,50
1,50-2
2-2,50
Basso
Medio
Elevato
Molto elevato
EPOCA D’IMPIEGO
INTERVALLO DI
SICUREZZA (gg)
Primo trattamento:
a germogli di lunghezza
compresa tra 5 e 10 cm
55
Secondo trattamento:
se e quando necessario,
3-4 settimane più tardi
55
Primo trattamento:
a germogli di lunghezza
compresa tra 5 e 10 cm
55
Secondo trattamento:
se necessario, 2-3
settimane dal primo
55
Terzo trattamento:
se necessario, 2-3
settimane dal secondo
55
(kg/ha)
0,75-1,50
1,50-2,25
2,25-3
3-3,75
215
SEZIONE TECNICA INDICE
INDICE SEZIONE TECNICA
SEZIONE
PAG
CONTENUTO
INTERVALLI DI SICUREZZA
218
220
224
228
ERBICIDI
FUNGICIDI
INSETTICIDI
SPECIALI
CENTRI ANTIVELENI
230
ELENCO
CONTATTI
CLASSIFICAZIONE PREPARATI
PERICOLOSI
232
233
NORMATIVA DPD
NORMATIVA CLP
REGOLAMENTO CLP
234
238
INDICAZIONI DI PERICOLO (FRASI H)
CONSIGLI DI PRUDENZA (FRASI P)
CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
242
NORMATIVA CLP
NORMATIVA DPD
TRASPORTO E STOCCAGGIO
250
LOGISTICA
217
ERBICIDI INTERVALLI DI SICUREZZA
INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
GG
Aglio
BUTISAN S
STOMP AQUA
-75
Drupacee
STRATOS ULTRA
30
Arachide
STOMP AQUA
--
Asparago
NAAK 480
STOMP AQUA
STRATOS ULTRA
20
60
20
Avena
NAAK 480
20
Barbabietola
da zucchero
(da Foraggio
e da Orto)
ARAMO 50
STRATOS
STRATOS ULTRA
56
100
100
Campi da golf
NAAK 480
--
Campi sportivi
NAAK 480
--
Carciofo
BUTISAN S
STOMP AQUA
STRATOS ULTRA
-60
20
Carota
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
60
80
80
Cavoli
BUTISAN S
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
-100
60
60
Cece
STOMP AQUA
--
Cipolla
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
75
60
60
BUTISAN S
STRATOS
STRATOS ULTRA
-100
100
STRATOS
STRATOS ULTRA
---
Colza
Cotone
218
(Albicocco, Pesco)
STOMP AQUA
--
Erba medica
ALTOREX
40
Fagiolino
ALTOREX
BASAGRAN SG
CORUM
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
35
30
35
60
30
30
Fagiolo
ALTOREX
BASAGRAN SG
CORUM
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
35
30
35
60
60
60
Fava, Favino
ALTOREX
BASAGRAN SG
OKLAHOMA
STOMP AQUA
35
30
---
Finocchio
STOMP AQUA
STRATOS ULTRA
75
30
Floreali
STRATOS
STRATOS ULTRA
---
Frumento
duro e tenero
ALGEDI
BASAGRAN SG
STOMP AQUA
NAAK 480
TOOLER
-60
90
20
--
Girasole
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
-100
100
Lattughe
e simili
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
-30
30
ERBICIDI INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
GG
Mais
ALGEDI
AKRIS
BASAGRAN SG
KELVIN DUO
NAAK 480
SPECTRUM
STOMP AQUA
TOOLER
----20
-90
--
Pomodoro
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
75
60
60
Porro
STRATOS
STRATOS ULTRA
60
60
NAAK 480
--
Melanzana
STOMP AQUA
STRATOS ULTRA
75
20
Prati
ornamentali
Prati pascoli
NAAK 480
--
Ornamentali
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
----
Riso
Orzo
ALGEDI
NAAK 480
STOMP AQUA
TOOLER
-20
90
--
AURA
GULLIVER
STOMP AQUA*
STRATOS ULTRA
--90
--
Rucola
STRATOS
STRATOS ULTRA
30
30
Patata
BUTISAN S
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
--100
100
Segale
STOMP AQUA
NAAK 480
90
20
Soia
Peperone
STOMP AQUA
STRATOS ULTRA
75
20
Pioppo
STOMP AQUA
--
ARAMO 50
BASAGRAN SG
CORUM
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
49
60
60
-100
100
Pisello
ALTOREX
ARAMO 50
BASAGRAN SG
CORUM
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
35
35
30
35
-60
60
Sorgo da
granella
BASAGRAN SG
NAAK 480
-130
Spinacio
STRATOS ULTRA
20
Tabacco
STOMP AQUA
STRATOS ULTRA
-30
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
Tappeti erbosi
STOMP AQUA
--
--
Vite
STOMP AQUA
STRATOS
STRATOS ULTRA
-60
60
Pomacee
* IN ASCIUTTA
60
60
219
FUNGICIDI INTERVALLI DI SICUREZZA
INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
GG
Actinidia
(Kiwi)
CANTUS (post raccolta)
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
60
15
15
Cavolo
cappuccio
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
14
14
Aglio
CABRIO DUO*
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
SIGNUM*
14
21
-14
Cetriolino
CABRIO DUO***
ROVRAL PLUS***
03
03
Cetriolo
Arbustive,
More, Lamponi
(Piccola frutta
a bacche)
SIGNUM*
03
Asparago
03
03
03
03
03
03
03
03
SIGNUM*
120
CABRIO DUO***
COLLIS***
ENERVIN DUO***
ENERVIN TOP***
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG***
SCALA** (Colture Protette)
VIVANDO***
Barbabietola
da zucchero
35
--
Ciclamino
SCALA
--
OPERA
ROVRAL PLUS
Ciliegio
Bietola
SIGNUM***
14
Broccoli
03
03
03
03
SIGNUM*
14
BELLIS DRUPACEE
CANTUS
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
Bulbi
(Aglio, Patata
Tulipano)
ROVRAL PLUS
--
Cipolla
(Aglio, Patata)
SCALA (Tuilpano)
--
Bulbose
da fiore
14
21
21
14
14
ROVRAL PLUS
--
CABRIO DUO*
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
SCALA
SIGNUM*
Cipolline
ROVRAL PLUS
07
Carciofo
CABRIO DUO*
03
Cocomero
Carota
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
SCALA
SIGNUM*
27
27
07
14
COLLIS***
ENERVIN TOP*
ROVRAL PLUS***
ROVRAL WG***
VIVANDO***
03
03
07
07
03
Cavolfiore
21
21
14
Colza
CARAMBA
56
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
SIGNUM*
Drupacee
BELLIS DRUPACEE
03
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
21
21
Cavolo
broccolo
220
(Albicocco, Nettarine, Pesco)
CANTUS
(Albicocco, Nettarine
Pesco, Susino)
03
FUNGICIDI INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
GG
Drupacee
ROVRAL PLUS
03
Frumento
CARAMBA
COMET 250 SC
OPERA
SPORTAK 45 EW
35
35
35
40
Fruttiferi
KUMULUS TECNO
05
Lattughe
e simili
CABRIO DUO***
03
ENERVIN DUO***
ENERVIN TOP*
ROVRAL PLUS*
ROVRAL PLUS**
ROVRAL WG*
ROVRAL WG**
SCALA*
SIGNUM***
07
07
21
14
21
14
14
14
(Albicocco, Nettarine, Pesco)
ROVRAL PLUS
14
(Susino)
ROVRAL WG
03
(Albicocco, Nettarine, Pesco)
ROVRAL WG
14
(Susino)
SIGNUM*
03
Erbe
aromatiche
SIGNUM***
14
Erbe fresche •
ROVRAL PLUS*
ROVRAL PLUS**
21
14
Fagiolino
ROVRAL PLUS*
ROVRAL PLUS**
ROVRAL WG*
ROVRAL WG**
SCALA** (Colture Protette)
14
03
14
03
14
Lattughe
e simili
(pre-raccolta)
ROVRAL PLUS
--
Fagiolo
ROVRAL WG*
ROVRAL WG**
14
03
Limoni
(post-raccolta)
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
30
30
Finocchio
ROVRAL PLUS
--
Mais
RETENGO NEW
--
Floreali e
Ornamentali
DELAN 70 WG*
FORUM 50 WP
KUMULUS TECNO
POLYRAM DF* (Garofano)
ROVRAL PLUS***
ROVRAL WG***
SIGNUM
VIVANDO**
--05
------
Mandorlo
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
150
150
Melanzana
ROVRAL PLUS***
ROVRAL WG***
SCALA
SIGNUM***
02
02
03
03
CABRIO DUO***
ROVRAL PLUS***
ROVRAL WG*
ROVRAL WG**
SIGNUM**
VIVANDO**
03
03
15
03
03
03
Melo
STROBY WG
35
Fragola
* PIENO CAMPO ** SERRA *** PIENO CAMPO E SERRA
• Leggasi Erbe aromatiche ai sensi del Reg. (UE) n° 212/2013
(Lattuga)
221
FUNGICIDI INTERVALLI DI SICUREZZA
INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
GG
Melone
CABRIO DUO*
COLLIS***
ENERVIN DUO*
ENERVIN TOP*
FORUM R***
FORUM R 3B***
FORUM R 3B FLOW*
FORUM STAR***
ROVRAL PLUS***
ROVRAL WG***
VIVANDO***
03
03
03
03
20
07
07
21
07
07
03
Pesco
DELAN 70 WG
21
Piantina
(Cavoli)
ROVRAL PLUS***
--
Piccoli frutti
(More,
Lamponi,
Uva spina,
Ribes)
SIGNUM*
03
Nocciolo
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
SIGNUM
07
07
28
Pioppo
POLYRAM DF
--
Pisello
Olivo
CABRIO OLIVO
120
DELAN 70 WG
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
21
45
35
Orticole
KUMULUS TECNO
05
Pomacee
Orzo
CARAMBA
COMET 250 SC
SPORTAK 45 EW
35
35
40
Patata
CABRIO DUO*
DELAN 70 WG
ENERVIN DUO*
ENERVIN TOP*
FORUM R***
FORUM R 3B*
FORUM R 3B FLOW*
FORUM TOP
ROVRAL PLUS
03
21
07
07
20
07
07
14
--
BELLIS
CABRIO EC
CANTUS
DELAN 70 WG
MACCANI
POLYRAM DF
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
SCALA
07
21
07
21
35
28
21
21
14
Pomacee
(post-raccolta)
BELLIS
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
07
10
10
Pomodoro
DELAN 70 WG
ROVRAL PLUS***
ROVRAL WG**
SCALA** (Colture Protette)
SIGNUM***
VIVANDO**
21
15
03
03
03
03
CABRIO DUO***
CABRIO TOP
DELAN 70 WG
ENERVIN DUO***
ENERVIN TOP***
FORUM MZ WG
03
07
21
03
03
--
STROBY WG
14
Peperone
Pero
222
(solo fino alla 1° fioritura)
FORUM R***
FORUM R 3B***
FORUM R 3B FLOW***
FORUM STAR***
20
07
07
07
FUNGICIDI INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
GG
Pomodoro
FORUM TOP*
POLYRAM DF***
ROVRAL PLUS***
ROVRAL WG*
ROVRAL WG**
SCALA
SIGNUM***
VIVANDO***
07
07
03
15
03
03
03
03
Vite
Ravanello
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG**
14
14
Riso
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
28
28
Scalogno
CABRIO DUO*
SIGNUM*
14
14
Scarola
SIGNUM*
21
Sedano
ROVRAL PLUS
--
Semi
(concia)
KINTO
--
DELAN 70 WG
ENERVIN PRO
ENERVIN TOP
FORUM 50 WP
FORUM GOLD
FORUM MZ WG
FORUM R
FORUM R 3B
FORUM R 3B FLOW
FORUM STAR
FORUM TEAM
FORUM TOP
FORUM TOP PACK
KUMULUS TECNO
LBG 01F34
POLYRAM DF
ROVRAL PLUS
ROVRAL WG
SCALA
STROBY WG
TUCANA 20 EC
VIVANDO
40
21
35
10
40
28
20
10
10
-35
35
28
05
14
28
21
21
21
35
35
28
Vivai
Quercia / Rosa
STROBY WG
Zucca
COLLIS***
03
Zucchino
CABRIO DUO***
COLLIS***
ENERVIN DUO***
ENERVIN TOP***
ROVRAL PLUS***
ROVRAL WG***
VIVANDO***
03
03
03
03
03
03
03
(Frumento, Mais, Orzo)
ROVRAL PLUS***
--
(Barbabietola da zucchero,
Finocchio, Riso, Sedano)
SYSTIVA
(Avena, Frumento, Orzo,
Segale, Triticale)
--
Spinacio
DELAN 70 WG
SIGNUM***
21
14
Susino
BELLIS DRUPACEE
SIGNUM*
03
--
Tabacco
POLYRAM DF
28
Vite
CABRIO TOP
CANTUS
COLLIS
35
28
35
* PIENO CAMPO ** SERRA *** PIENO CAMPO E SERRA
--
223
INSETTICIDI INTERVALLI DI SICUREZZA
INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
GG
Aglio
TRACER 120 SC***
07
Carciofo
Agrumi
CONTEST
FASTAC
GLADIATOR
30
30
14
CONTEST
FASTAC
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC***
07
07
15
07
Cardo
TRACER 120 SC***
07
Carota
TERIAL 75 WG
21
Castagno
TRACER 120 SC
07
Cavolfiore
CONTEST
FASTAC
TRACER 120 SC
07
07
03
Cavolo
broccolo
TRACER 120 SC
03
Cavolo
cappuccio
ALVERDE*
CONTEST
FASTAC
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC
03
07
07
30
03
Cavolo cinese
TERIAL 75 WG
30
Cavolo
di Bruxelles
ALVERDE*
TRACER 120 SC
03
03
Cavolo verza
TRACER 120 SC
03
Cece
TRACER 120 SC
03
Cetriolo
CONTEST
NEXTER**
TRACER 120 SC
03
07
03
(Arancio, Clementino,
Mandarino)
MASAI 20 WP
(Arancio, Bergamotto,
Clementino, Limone,
Mandarino, Pompelmo,
Tangelo)
NEXTER
(Arancio, Clementino,
Limone, Mandarino,
Tangerino)
PERFEKTHION (Vivaio)
14
14
TERIAL 75 WG
-60
Amarena
TRACER 120 SC
07
Asparago
PERFEKTHION
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC***
14
15
07
Azzeruolo
TRACER 120 SC
03
Barbabietola
da zucchero
CONTEST
FASTAC
PERFEKTHION
TERIAL 75 WG
24
24
30
60
Bieta
TRACER 120 SC
03
Bietola rossa
PERFEKTHION
30
Cappero
TRACER 120 SC
07
224
INSETTICIDI INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
GG
Cicerchia
TRACER 120 SC
03
Finocchio
TRACER 120 SC***
07
Ciliegio
TRACER 120 SC
07
Cipolla
CONTEST
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC***
14
21
07
Floreali
e Ornamentali
Cocomero
MASAI 20 WP
TRACER 120 SC
07
03
CONTEST* (Floreali)
FASTAC (Floreali)
MASAI 20 WP***
NEXTER
PERFEKTHION* (Garofano)
TERIAL 75 WG***
TRACER 120 SC***
--------
GLADIATOR
07
Fragola
Drupacee
MASAI 20 WP
NEXTER**
TRACER 120 SC
14
07
03
Frumento
CONTEST
FASTAC
PERFEKTHION
42
42
28
Girasole
TERIAL 75 WG
120
Lampone
TRACER 120 SC
03
Lattuga
ALVERDE*
07
Lattughe
e simili
CONTEST
FASTAC
GLADIATOR*
TRACER 120 SC
03
03
03
03
Lenticchia
TRACER 120 SC
03
Mais
CONTEST
TERIAL 75 WG
03
30
Mandorlo
TRACER 120 SC
07
(Albicocco, Nettarine, Pesco)
MASAI 20 WP
14
(Albicocco)
MASAI 20 WP
14
(Nettarine, Percoca, Pesco)
NEXTER
(Albicocco, Pesco, Susino)
RAK 5
RAK 5+6
TRACER 120 SC
14
---07
(Albicocco, Nettarine, Pesco,
Susino)
Erbe fresche •
GLADIATOR*
TRACER 120 SC
03
03
Fagiolino
NEXTER**
TRACER 120 SC
07
07
Fagiolo
CONTEST
FASTAC
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC
03
03
15
03
* PIENO CAMPO ** SERRA *** PIENO CAMPO E SERRA
• Leggasi Erbe aromatiche ai sensi del Reg. (UE) n° 212/2013
225
INSETTICIDI INTERVALLI DI SICUREZZA
INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
GG
Melanzana
ALVERDE***
GLADIATOR***
MASAI 20 WP
NEXTER**
PERFEKTHION*
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC***
03
03
14
07
21
15
03
Pesco
CONTEST
FASTAC
TERIAL 75 WG
07
07
30
Pioppo
CONTEST
FASTAC
TERIAL 75 WG
----
Melone
MASAI 20 WP
TRACER 120 SC
07
03
Pisello
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC
15
03
Mirabolano
TRACER 120 SC
07
Pistacchio
TRACER 120 SC
07
Mirtillo
TRACER 120 SC
03
Pomacee
Mora
TRACER 120 SC
03
Nocciolo
TRACER 120 SC
07
Noce
TRACER 120 SC
07
28
07
07
14
28
14
-30
07
Olivo
PERFEKTHION
CONTEST
FASTAC
GLADIATOR
MASAI 20 WP
NEXTER
RAK 3
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC
Orzo
CONTEST
FASTAC
42
42
Patata
ALVERDE*
CONTEST
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC
14
07
30
07
Peperone
ALVERDE***
GLADIATOR***
MASAI 20 WP
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC***
03
03
14
21
03
226
(Melo, Melo cotogno, Melo
selvatico, Nashi, Nespolo,
Nespolo del Giappone, Pero)
Pomodoro
ALVERDE***
CONTEST
FASTAC
GLADIATOR***
MASAI 20 WP
NEXTER**
PERFEKTHION*
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC***
03
03
03
03
14
07
21
21
03
INSETTICIDI INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
Porro
TRACER 120 SC***
07
TRACER 120 SC
--
Rabarbaro
TRACER 120 SC***
07
Tappeto
erboso
Ribes
TRACER 120 SC***
03
Uva spina
TRACER 120 SC
03
Riso
CONTEST
42
Vite
Rosa canina
TRACER 120 SC
03
CONTEST
FASTAC
GLADIATOR
07
07
07
Sambuco
TRACER 120 SC
03
Scalogno
TRACER 120 SC***
07
Sedano
TRACER 120 SC***
07
Simili alle
Lattughe
ALVERDE***
03
Soia
CONTEST
TERIAL 75 WG
07
120
Sorbo
TRACER 120 SC
03
Spinacio
GLADIATOR*
TRACER 120 SC
03
03
Tabacco
CONTEST
FASTAC
PERFEKTHION
TERIAL 75 WG
60
60
20
60
Taccola
TRACER 120 SC
07
(No Scarola)
* PIENO CAMPO ** SERRA *** PIENO CAMPO E SERRA
GG
(Uva da tavola)
GLADIATOR
14
(Uva da vino)
MASAI 20 WP
NEXTER
RAK 2 MAX
TERIAL 75 WG
TRACER 120 SC
28
14
-30
15
Vivai
(Vite,
Fruttiferi
ed Essenze
Floreali
e Forestali)
MASAI 20 WP
TRACER 120 SC
---
Zucca
TRACER 120 SC
03
Zucchino
TRACER 120 SC
03
227
SPECIALI INTERVALLI DI SICUREZZA
INTERVALLI DI SICUREZZA
COLTURA
PRODOTTO
GG
COLTURA
PRODOTTO
GG
Fagiolino
DASH HC
--
Pisello
DASH HC
--
Fagiolo
DASH HC
--
REGALIS
55
Frumento
DASH HC
--
Pomacee
(Melo, Pero)
Mais
--
Riso
DASH HC
DASH HC
--
Orzo
--
Soia
DASH HC
DASH HC
--
228
INFORMAZIONI TECNICHE ELENCO CONTATTI
CENTRI ANTIVELENI
CITTÀ
CENTRO
CATANIA
OSPEDALE GARIBALDI, centro rianimazione
Piazza S. Maria Gesù | n. verde 800 410.989
CHIETI
OSPEDALE S.S ANNUNZIATA,
centro antiveleni c/o centro rianimazione
Via Tiro a segno - 76100 Chieti | tel. 0871 55.12.19 (24/24 h)
FIRENZE
UNITÀ OPERATIVA DI TOSSICOLOGIA, centro antiveleni
Via Morgagni 85 - 50134 Firenze | tel. 055 79.47.819 (24/24 h)
GENOVA
OSPEDALE SAN MARTINO, centro antiveleni
Largo R. Benzi 10 - 16132 Genova | tel. 010 35.28.08 (24/24 h)
LECCE
PRESIDIO OSPEDALIERO VITO FAZZI, centro antiveleni
Via Rossini 2 - 73100 Lecce | tel. 0832 35.11.05 (24/24 h)
MILANO
OSPEDALE MAGGIORE CA’ GRANDA NIGUARDA,
centro antiveleni
Piazza Ospedale Maggiore 3 - 20162 Milano
tel. 02 66.10.10.29 (24/24 h)
NAPOLI
AZIENDA OSPEDALIERA CARDARELLI,
centro di emergenza regionale (cer)
Via Cardarelli 9 - 80131 Napoli | tel. 081 74.72.870 (24/24 h)
PORDENONE
OSPEDALE CIVILE S. MARIA DEGLI ANGELI,centro antiveleni
Via Montereale 24 - 33170 Pordenone
tel. 0434 39.96.98 (24/24 h)
ROMA
POLICLINICO AGOSTINO GEMELLI,
università cattolica del sacro cuore, centro antiveleni
Largo A. Gemelli 8 - 00168 Roma | tel. 06 30.54.343 (24/24 h)
POLICLINICO UMBERTO I, centro di prevenzione, profilassi,
informazione e terapia delle intossicazioni
Viale del Policlinoco 155 - 00168 Roma | tel. 06 49.97.80.00
(24/24 h)
TRIESTE
ISTITUTO PER L’INFANZIA, centro antiveleni
Via dell’Istria 65/1 - 34137 Trieste | tel. 040 37.85.373
NUMERO EMERGENZA BASF
0362 512.1
230
INFORMAZIONI TECNICHE CLASSIFICAZIONE PREPARATI PERICOLOSI
CLASSIFICAZIONE SECONDO
NORMATIVA DPD
SIMBOLO
232
SIGLA
DESCRIZIONE
T+
MOLTO TOSSICO
T
TOSSICO
Xn
NOCIVO
Xi
IRRITANTE
N
PERICOLOSO PER L’AMBIENTE
Nc
NON CLASSIFICATO
QUANDO SULL’ETICHETTA DEL PRODOTTO NON COMPARE ALCUN SIMBOLO TRA QUELLI QUI
RIPORTATI, IL PRODOTTO È DA INTENDERSI NON CLASSIFICATO. IL PATENTINO PER L’ACQUISTO
E IL REGISTRO DI CARICO E SCARICO PER VENDITA E DETENZIONE IN LOCALE SEPARATO
E SOTTO CHIAVE SONO RICHIESTI PER I PRODOTTI MOLTO TOSSICI, TOSSICI E NOCIVI.
INFORMAZIONI TECNICHE CLASSIFICAZIONE PREPARATI PERICOLOSI
CLASSIFICAZIONE SECONDO
NORMATIVA CLP
PITTOGRAMMA
SIGLA
DESCRIZIONE
GHS02
INFIAMMABILE
GHS05
CORROSIVO
GHS06
TOSSICITÀ ACUTA
GHS07
PERICOLO PER LA SALUTE
GHS08
GRAVE PERICOLO PER LA SALUTE
GHS09
PERICOLOSO PER L'AMBIENTE
Nc
NON CLASSIFICATO
LA CLASSIFICAZIONE CLP È ACCOMPAGNATA ANCHE DA AVVERTENZE: PERICOLO O ATTENZIONE.
233
INFORMAZIONI TECNICHE REGOLAMENTO CLP
INDICAZIONI DI PERICOLO (FRASI H)
H260
A contatto con l’acqua libera gas
infiammabili che possono infiammarsi
spontaneamente.
Esplosivo; pericolo di esplosione
di massa.
H261
A contatto con l’acqua libera
gas infiammabili.
H202
Esplosivo; grave pericolo di proiezione.
H270
H203
Esplosivo; pericolo di incendio, di
spostamento d’aria o di
proiezione.
Può provocare o aggravare un incendio;
comburente.
H271
Può provocare un incendio o un’esplosione;
molto comburente.
H204
Pericolo di incendio o di proiezione.
H272
Può aggravare un incendio; comburente.
H205
Pericolo di esplosione di massa in caso
d’incendio.
H280
Contiene gas sotto pressione;
può esplodere se riscaldato.
H220
Gas altamente infiammabile.
H281
H221
Gas infiammabile.
Contiene gas refrigerato; può provocare
ustioni o lesioni criogeniche.
H222
Aerosol altamente infiammabile.
H290
Può essere corrosivo per i metalli.
H223
Aerosol infiammabile.
CODICE
PERICOLI PER LA SALUTE
H224
Liquido e vapori altamente infiammabili.
H300
Letale se ingerito.
H225
Liquido e vapori facilmente infiammabili.
H301
Tossico se ingerito.
H226
Liquido e vapori infiammabili.
H302
Nocivo se ingerito.
H228
Solido infiammabile.
H304
H229
Contenitore pressurizzato:
può esplodere se riscaldato.
Può essere letale in caso di ingestione
e di penetrazione nelle vie respiratorie.
H310
Letale a contatto con la pelle.
H230
Può esplodere anche in assenza di aria.
H311
Tossico per contatto con la pelle.
H231
Può esplodere anche in assenza di aria
a pressione e/o temperatura elevata.
H312
Nocivo per contatto con la pelle.
H240
Rischio di esplosione per riscaldamento.
H314
Provoca gravi ustioni cutanee
e gravi lesioni oculari.
H241
Rischio d’incendio o di esplosione
per riscaldamento.
H315
Provoca irritazione cutanea.
H242
Rischio d’incendio per riscaldamento.
H317
Può provocare una reazione allergica
della pelle.
H250
Spontaneamente infiammabile all’aria.
H318
Provoca gravi lesioni oculari.
H251
Autoriscaldante; può infiammarsi.
H319
Provoca grave irritazione oculare.
H252
Autoriscaldante in grandi quantità;
può infiammarsi.
H330
Letale se inalato.
CODICE
PERICOLI FISICI
H200
Esplosivo instabile.
H201
234
INFORMAZIONI TECNICHE REGOLAMENTO CLP
H360Fd
Può nuocere alla fertilità.
Sospettato di nuocere al feto.
H361
Sospettato di nuocere alla fertilità o al feto
<indicare l’effetto specifico, se noto>
<indicare la via di esposizione se è
accertato che nessun’altra via di
esposizione comporta il medesimo
pericolo>.
Può provocare sonnolenza o vertigini.
H361d
Sospettato di nuocere al feto.
Può provocare alterazioni genetiche
<indicare la via di esposizione se
è accertato che nessun’altra via di
esposizione comporta il medesimo
pericolo>.
H361f
Sospettato di nuocere alla fertilità.
H361fd
Sospettato di nuocere alla fertilità.
Sospettato di nuocere al feto.
H362
Può essere nocivo per i lattanti
allattati al seno.
H370
Provoca danni agli organi <o indicare
tutti gli organi interessati, se noti>
<indicare la via di esposizione se è
accertato che nessun’altra via di
esposizione comporta il medesimo
pericolo>.
H371
Può provocare danni agli organi
<o indicare tutti gli organi interessati,
se noti> <indicare la via di esposizione
se è accertato che nessun’altra via di
esposizione comporta il medesimo
pericolo>.
H372
Provoca danni agli organi <o indicare
tutti gli organi interessati, se noti> in
caso di esposizione prolungata o
ripetuta <indicare la via di esposizione
se è accertato che nessun’altra via di
esposizione comporta il medesimo
pericolo>.
H373
Può provocare danni agli organi
<o indicare tutti gli organi interessati,
se noti> in caso di esposizione
prolungata o ripetuta <indicare la via
di esposizione se è accertato che
nessun’altra via di esposizione
comporta il medesimo pericolo>.
H300 +
H310
Mortale in caso di ingestione
o a contatto con la pelle.
H331
Tossico se inalato.
H332
Nocivo se inalato.
H334
Può provocare sintomi allergici
o asmatici o difficoltà respiratorie
se inalato.
H335
Può irritare le vie respiratorie.
H336
H340
H341
H350
Sospettato di provocare alterazioni
genetiche <indicare la via di esposizione
se è accertato che nessun’altra via di
esposizione comporta il medesimo
pericolo>.
Può provocare il cancro <indicare la via di
esposizione se è accertato che nessun’altra
via di esposizione comporta il medesimo
rischio>.
H350i
Può provocare il cancro se inalato.
H351
Sospettato di provocare il cancro
<indicare la via di esposizione se
è accertato che nessun’altra via di
esposizione comporta il medesimo
pericolo>.
H360
Può nuocere alla fertilità o al feto
<indicare l’effetto specifico, se noto>
<indicare la via di esposizione se
è accertato che nessun’altra via di
esposizione comporta il medesimo
pericolo>.
H360D
Può nuocere al feto.
H360Df
Può nuocere al feto.
Sospettato di nuocere alla fertilità.
H360F
Può nuocere alla fertilità.
H360FD
Può nuocere alla fertilità.
Può nuocere al feto.
Le lettere aggiunte dopo l’indicazione di pericolo segnalano problemi a carico della fertilità (f) e/o del feto (d).
Le due lettere sono in maiuscolo per rischio accertato e in minuscolo per rischio sospetto.
La “i” minuscola indica il pericolo a seguito di inalazione.
235
INFORMAZIONI TECNICHE REGOLAMENTO CLP
INDICAZIONI DI PERICOLO (FRASI H)
H300 +
H330
Mortale se ingerito o inalato.
CODICE
CODICE PROPRIETÁ
PERICOLOSE PER LA SALUTE
H310 +
H330
Mortale a contatto con la pelle
o in caso di inalazione.
EUH001
Esplosivo allo stato secco.
H300 +
H310 +
H330
Mortale se ingerito, a contatto
con la pelle o se inalato.
EUH006
Esplosivo a contatto o senza
contatto con l’aria.
EUH014
Reagisce violentemente con l’acqua.
H301 +
H311
Tossico se ingerito o a contatto
con la pelle.
EUH018
H301 +
H331
Tossico se ingerito o inalato.
Durante l’uso può formarsi una
miscela vapore-aria esplosiva /
infiammabile.
EUH019
Può formare perossidi esplosivi.
H311 +
H331
Tossico a contatto con la pelle
o se inalato.
EUH029
A contatto con l’acqua libera
un gas tossico.
H301 +
H311 +
H331
Tossico se ingerito, a contatto
con la pelle o se inalato.
EUH031
A contatto con acidi libera gas tossici.
EUH032
H302 +
H312
Nocivo se ingerito o a contatto
con la pelle.
A contatto con acidi libera gas molto
tossici.
EUH044
H302 +
H332
Nocivo se ingerito o inalato.
Rischio di esplosione per
riscaldamento in ambiente confinato.
EUH066
H312 +
H332
Nocivo a contatto con la pelle
o se inalato.
L’esposizione ripetuta può provocare
secchezza o screpolature della pelle.
EUH070
Tossico per contatto oculare.
H302 +
H312 +
H332
Nocivo se ingerito, a contatto
con la pelle o se inalato.
EUH071
Corrosivo per le vie respiratorie.
CODICE
DISPOSIZIONI PARTICOLARI
PER ALCUNE MISCELE
EUH201
Contiene piombo. Non utilizzare
su oggetti che possono essere
masticati o succhiati dai bambini.
EUH201A
Attenzione! Contiene piombo.
EUH202
Cianoacrilato. Pericolo.
Incolla la pelle e gli occhi in pochi
secondi. Tenere fuori dalla portata
dei bambini.
EUH203
Contiene cromo (VI). Può provocare
una reazione allergica.
EUH204
Contiene isocianati.
Può provocare una reazione
allergica.
CODICE
PERICOLI PER L’AMBIENTE
H400
Molto tossico per gli organismi acquatici.
H410
Molto tossico per gli organismi
acquatici con effetti di lunga durata.
H411
Tossico per gli organismi acquatici
con effetti di lunga durata.
H412
Nocivo per gli organismi acquatici
con effetti di lunga durata.
H413
Può essere nocivo per gli organismi
acquatici con effetti di lunga durata.
H420
Nuoce alla salute pubblica e all’ambiente
distruggendol’ozono dello strato
superiore dell’atmosfera.
236
INFORMAZIONI TECNICHE REGOLAMENTO CLP
EUH205
Contiene componenti epossidici.
Può provocare una reazione
allergica.
EUH206
Attenzione! Non utilizzare in
combinazione con altri prodotti.
Possono liberarsi gas pericolosi
(cloro).
EUH207
Attenzione! Contiene cadmio.
Durante l’uso si sviluppano
fumi pericolosi. Leggere le
informazioni fornite dal fabbricante.
Rispettare le disposizioni di
sicurezza.
EUH208
Contiene <denominazione della
sostanza sensibilizzante>.
Può provocare una reazione
allergica.
EUH209
Può diventare facilmente
infiammabile durante l’uso.
EUH209A
Può diventare infiammabile
durante l’uso.
EUH210
Scheda dati di sicurezza disponibile
su richiesta.
EUH401
Per evitare rischi per la salute
umana e per l’ambiente,
seguire le istruzioni per l’uso.
Le lettere aggiunte dopo l’indicazione di pericolo segnalano problemi a carico della fertilità (f) e/o del feto (d).
Le due lettere sono in maiuscolo per rischio accertato e in minuscolo per rischio sospetto.
La “i” minuscola indica il pericolo a seguito di inalazione.
237
INFORMAZIONI TECNICHE REGOLAMENTO CLP
CONSIGLI DI PRUDENZA (FRASI P)
CODICE
PREVENZIONE
P241
P101
In caso di consultazione di un medico,
tenere a disposizione il contenitore
o l’etichetta del prodotto.
Utilizzare impianti elettrici / di ventilazione
/ d’illuminazione a prova di esplosione.
P242
Utilizzare solo utensili antiscintillamento.
P102
Tenere fuori dalla portata dei bambini.
P243
Prendere precauzioni contro le scariche
elettrostatiche.
P103
Leggere l’etichetta prima dell’uso.
P244
P201
Procurarsi informazioni specifiche
prima dell’uso.
Mantenere le valvole e i raccordi liberi
da grasso e olio.
P250
Evitare le abrasioni / gli urti /.... / gli attriti.
P202
Non manipolare prima di avere letto
e compreso tutte le avvertenze.
P251
Non perforare né bruciare, neppure
dopo l’uso.
P210
Tenere lontano da fonti di calore /
superfici calde / scintille / fiamme libere
o altre forme di accensione.
Non fumare.
P260
Non respirare la polvere / i fumi / i gas /
la nebbia / i vapori / gli aerosol.
P261
Evitare di respirare la polvere / i fumi /
i gas / la nebbia / i vapori / gli aerosol.
P211
Non vaporizzare su una fiamma libera
o altra fonte di accensione.
P262
P220
Tenere / conservare lontano da
indumenti /....... / materiali combustibili.
Evitare il contatto con gli occhi, la pelle
o gli indumenti.
P263
P221
Prendere ogni precauzione per
evitare di miscelare con sostanze
combustibili....
Evitare il contatto durante la gravidanza /
l’allattamento.
P264
Lavare accuratamente ... dopo l’uso.
P222
Evitare il contatto con l’aria.
P270
Non mangiare, né bere, né fumare
durante l’uso.
P223
Evitare qualsiasi contatto con l’acqua.
P271
P230
Mantenere umido con....
Utilizzare soltanto all’aperto o in luogo
ben ventilato.
P231 +
P232
Manipolare in atmosfera di gas inerte.
Tenere al riparo dall’umidità.
P272
Gli indumenti da lavoro contaminati non
devono essere portati fuori dal luogo di
lavoro.
P231
Manipolare in atmosfera di gas inerte.
P273
Non disperdere nell’ambiente.
P232
Proteggere dall’umidità.
P280
P233
Tenere il recipiente ben chiuso.
Indossare guanti / indumenti protettivi /
Proteggere gli occhi / Proteggere il viso.
P234
Conservare soltanto nel contenitore
originale.
P282
Utilizzare guanti termici / schermo
facciale / Proteggere gli occhi.
P235 +
P410
Tenere in luogo fresco.
Proteggere dai raggi solari.
P283
Indossare indumenti completamente
ignifughi o in tessuti ritardanti di fiamma.
P235
Conservare in luogo fresco.
P284
P240
Mettere a terra / a massa il contenitore
e il dispositivo ricevente.
[Quando la ventilazione del locale è
insufficiente] Indossare un apparecchio
di protezione respiratoria.
238
INFORMAZIONI TECNICHE REGOLAMENTO CLP
P308 +
P311
In caso di esposizione, contattare un
CENTRO ANTIVELENI o un medico.
P308 +
P313
In caso di esposizione o di possibile
esposizione, consultare un medico.
P308
In caso di esposizione o di possibile
esposizione.
P310
Contattare immediatamente un
CENTRO ANTIVELENI o un medico.
P311
Contattare un CENTRO ANTIVELENI
o un medico.
P312
In caso di malessere, contattare un
CENTRO ANTIVELENI o un medico.
P313
Consultare un medico.
In caso di contatto con la pelle:
lavare abbondantemente con acqua /…
P314
In caso di malessere, consultare
un medico.
P302
In caso di contatto con la pelle.
P315
Consultare immediatamente un medico.
P303 +
P361 +
P353
In caso di contatto con la pelle (o con
i capelli): togliere immediatamente tutti
gli indumenti contaminati. Sciacquare la
pelle / fare una doccia.
P320
Trattamento specifico urgente
(vedere ....... su questa etichetta).
P321
P303
In caso di contatto con la pelle
(o con i capelli).
Trattamento specifico
(vedere ....... su questa etichetta).
P322
P304 +
P340
In caso di inalazione:
trasportare l’infortunato all’aria aperta
e mantenerlo a riposo in posizione che
favorisca la respirazione.
Interventi specifiche
(vedere ..... su questa etichetta).
P330
Sciacquare la bocca.
P332 +
P313
In caso di irritazione della pelle,
consultare un medico.
P332
In caso di irritazione della pelle.
P333 +
P313
In caso di irritazione o eruzione della
pelle, consultare un medico.
P333
In caso di irritazione o eruzione della
pelle.
P334
Immergere in acqua fredda / avvolgere
con un bendaggio umido.
P335 +
P334
Rimuovere dalla pelle le particelle.
Immergere in acqua fredda/avvolgere
con un bendaggio umido.
CODICE
REAZIONE
P301 +
P310
In caso di ingestione: contattare
immediatamente un CENTRO
ANTIVELENI / medico /…
P301 +
P312
In caso di ingestione: contattare un
CENTRO ANTIVELENI / medico /
… in caso di malessere.
P301 +
P330 +
P331
In caso di ingestione: sciacquare la
bocca. NON provocare il vomito.
P301
In caso di ingestione.
P302 +
P334
In caso di contatto con la pelle:
immergere in acqua fredda /
avvolgere con un bendaggio umido.
P302 +
P352
P304
In caso di inalazione.
P305 +
P351 +
P338
In caso di contatto con gli occhi:
Sciacquare accuratamente per parecchi
minuti. Togliere le eventuali lenti a
contatto se è agevole farlo.
Continuare a sciacquare.
P305
In caso di contatto con gli occhi.
P306 +
P360
In caso di contatto con gli indumenti:
sciacquare immediatamente e
abbondantemente gli indumenti
contaminati e la pelle prima di togliersi
gli indumenti.
P306
In caso di contatto con gli indumenti.
239
INFORMAZIONI TECNICHE REGOLAMENTO CLP
CONSIGLI DI PRUDENZA (FRASI P)
P335
Rimuovere dalla pelle le particelle.
P336
Sgelare le parti congelate usando
acqua tiepida. Non sfregare la parte
interessata.
P337 +
P313
Se l’irritazione degli occhi persiste,
consultare un medico.
P337
Se l’irritazione degli occhi persiste.
P338
Togliere le eventuali lenti a contatto se è
agevole farlo. Continuare a sciacquare.
P340
Trasportare l’infortunato all’aria aperta
e mantenerlo a riposo in posizione che
favorisca la respirazione.
P370 +
P380
Evacuare la zona in caso di incendio.
P370
In caso di incendio.
P371 +
P380 +
P375
In caso di incendio grave e di grandi
quantità, evacuare la zona. Rischio
di esplosione. Utilizzare i mezzi
estinguenti a grande distanza.
P371
In caso di incendio grave e di grandi
quantità.
P372
Rischio di esplosione in caso di
incendio.
P373
NON utilizzare mezzi estinguenti se
l’incendio raggiunge materiali esplosivi.
P374
Utilizzare i mezzi estinguenti con
le precauzioni abituali a distanza
ragionevole.
P342 +
P311
In caso di sintomi respiratori, contattare
un CENTRO ANTIVELENI o un medico.
P342
In caso di sintomi respiratori.
P351
Sciacquare accuratamente per parecchi
minuti.
P375
Rischio di esplosione. Utilizzare i mezzi
estinguenti a grande distanza.
P352
Lavare abbondantemente con acqua.
P376
Bloccare la perdita se non c’è pericolo.
P353
Sciacquare la pelle / fare una doccia.
P377
P360
Sciacquare immediatamente e
abbondantemente gli indumenti
contaminati e la pelle prima di togliersi
gli indumenti.
In caso d’incendio dovuto a perdita di
gas, non estinguere a meno che non
sia possibile bloccare la perdita senza
pericolo.
P378
Utilizzare … per estinguere.
P380
Evacuare la zona.
P381
Eliminare ogni fonte d’accensione se
non c’è pericolo.
P361
Togliere immediatamente tutti gli
indumenti contaminati.
P362
Togliere gli indumenti contaminati.
P363
Lavare gli indumenti contaminati prima
di indossarli nuovamente.
P390
Assorbire la fuoriuscita per evitare danni
materiali.
P370 +
P376
In caso di incendio bloccare la perdita,
se non c’è pericolo.
P391
Raccogliere il materiale fuoriuscito.
P370 +
P378
In caso di incendio, utilizzare … per
estinguere.
P370 +
P380 +
P375
In caso di incendio, evacuare la zona.
Rischio di esplosione. Utilizzare i mezzi
estinguenti a grande distanza.
240
INFORMAZIONI TECNICHE REGOLAMENTO CLP
CODICE
CONSERVAZIONE
CODICE
SMALTIMENTO
P401
Conservare ...
P501
Smaltire il contenuto / recipiente in ...
P402 +
P404
Conservare in luogo asciutto e in
recipiente chiuso.
P502
Chiedere informazioni al produttore o
fornitore per il recupero / riciclaggio.
P402
Conservare in luogo asciutto.
P403 +
P233
Tenere il recipiente ben chiuso e in
luogo ben ventilato.
P403 +
P235
Conservare in luogo fresco e ben
ventilato.
P403
Conservare in luogo ben ventilato.
P404
Conservare in un recipiente chiuso.
P405
Conservare sotto chiave.
P406
Conservare in recipiente resistente alla
corrosione / provvisto di rivestimento
interno resistente.
P407
Mantenere uno spazio libero tra gli
scaffali / i pallet.
P410 +
P403
Proteggere dai raggi solari. Conservare
in luogo ben ventilato.
P410 +
P412
Proteggere dai raggi solari. Non esporre
a temperature superiori a 50°C/122°F.
P410
Proteggere dai raggi solari.
P411 +
P235
Conservare a temperature non superiori
a ...°C /...°F.
P411
Conservare a temperature non superiori
a ...°C /...°F.
P412
Non esporre a temperature superiori
a 50°C/122°F.
P413
Conservare le rinfuse di peso superiore
a .......kg /.....lb a temperature non
superiori a ...°C /..°F.
P420
Conservare lontano da altri materiali.
P422
Conservare sotto ...
INDICAZIONI DI PERICOLO: H
200-299
Pericolo fisico.
300-399
Pericolo per la salute.
400-499
Pericolo per l’ambiente.
CONSIGLI DI PRUDENZA: P
1 00
Generale.
2 00
Prevenzione.
3 00
Reazione.
4 00
Conservazione.
5 00
Smaltimento.
241
INFORMAZIONI TECNICHE CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
SECONDO CLP* E DPD
PRODOTTO
NUMERO
REGISTRAZIONE
DATA
REGISTRAZIONE
CLASSIFICAZIONE
CLP
CLASSIFICAZIONE
DPD
AKRIS
9872
07-01-1999
ATTENZIONE
Xn, N
ALGEDI
12361
03-09-2010
ATTENZIONE
N
ALTOREX
10926
15-05-2001
ATTENZIONE
N
ALVERDE
13823
28-05-2008
ATTENZIONE
Xi, N
ANTISCHIUMA
SCHAUMSTOP
6376
06-05-1985
Nc
Nc
ARAMO 50
12953
11-10-2005
PERICOLO
Xn, N
AURA
11012
25-09-2001
PERICOLO
Xn
BASAGRAN SG
9843
03-12-1998
PERICOLO
Xn
BELLIS
12868
13-07-2006
ATTENZIONE
Xn, N
* Classificazione CLP proposta da BASF
242
LEGENDA
SIMBOLI
CLP
GHS02
INFIAMMABILE
GHS06
TOSSICITÀ ACUTA
GHS05
CORROSIVO
GHS07
PERICOLO PER LA SALUTE
INFORMAZIONI TECNICHE CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
PRODOTTO
NUMERO
REGISTRAZIONE
DATA
REGISTRAZIONE
CLASSIFICAZIONE
CLP
CLASSIFICAZIONE
DPD
BELLIS DRUPACEE
14872
07-05-2010
ATTENZIONE
N
BUTISAN S
6766
30-07-1986
ATTENZIONE
Xn, N
CABRIO DUO
13126
21-05-2009
PERICOLO
Xn, N
CABRIO EC
13314
03-04-2012
PERICOLO
Xn, N
CABRIO OLIVO
16110
23-06-2014
ATTENZIONE
Xn, N
CABRIO TOP
12528
02-02-2005
ATTENZIONE
Xn, N
CANTUS
12862
12-07-2006
CARAMBA
14101
21-12-2011
ATTENZIONE
Xn, N
COLLIS
12866
28-09-2006
ATTENZIONE
Xn, N
N
GHS08
GRAVE PERICOLO PER LA SALUTE
Nc
GHS09
PERICOLOSO PER L'AMBIENTE
AVVERTENZE:
PERICOLO O ATTENZIONE
NON CLASSIFICATO
243
INFORMAZIONI TECNICHE CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
SECONDO CLP* E DPD
PRODOTTO
NUMERO
REGISTRAZIONE
DATA
REGISTRAZIONE
CLASSIFICAZIONE
CLP
CLASSIFICAZIONE
DPD
COMET 250 EC
14769
09-09-2011
PERICOLO
Xn, N
CONTEST
10373
08-03-2000
ATTENZIONE
Xn, N
CORUM
14884
14-12-2011
ATTENZIONE
Xn
DASH HC
11011
25-09-2001
PERICOLO
Xi
DELAN 70 WG
12437
27-01-2005
PERICOLO
Xn, N
ENERVIN DUO
14697
23-01-2012
ATTENZIONE
Xn
ENERVIN SC 15264
26-08-2013
Nc
Nc
LBG 01F34 15008
26-08-2013
Nc
Nc
ENERVIN TOP
14812
23-01-2012
ATTENZIONE
N
FASTAC
6298
13-03-1985
PERICOLO
Xn, N
ENERVIN PRO
* Classificazione CLP proposta da BASF
244
LEGENDA
SIMBOLI
CLP
GHS02
INFIAMMABILE
GHS06
TOSSICITÀ ACUTA
GHS05
CORROSIVO
GHS07
PERICOLO PER LA SALUTE
INFORMAZIONI TECNICHE CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
PRODOTTO
NUMERO
REGISTRAZIONE
DATA
REGISTRAZIONE
CLASSIFICAZIONE
CLP
FORUM 50 WP
8542
30-11-1994
Nc
N
FORUM GOLD
12285
27-10-2006
PERICOLO
Xn, N
FORUM MZ WG
10329
11-02-2000
ATTENZIONE
Xn, N
FORUM R
8729
23-03-1995
ATTENZIONE
Xi, N
FORUM R 3B
14577
02-04-2009
ATTENZIONE
N
FORUM R 3B
FLOW
15256
18-10-2011
ATTENZIONE
N
FORUM STAR
11762
08-06-2006
ATTENZIONE
Xn, N
FORUM TEAM
15423
10-09-2012
ATTENZIONE
Xn, N
FORUM TOP
13160
14-12-2011
ATTENZIONE
Xn, N
GHS08
GRAVE PERICOLO PER LA SALUTE
Nc
GHS09
PERICOLOSO PER L'AMBIENTE
AVVERTENZE:
PERICOLO O ATTENZIONE
CLASSIFICAZIONE
DPD
NON CLASSIFICATO
245
INFORMAZIONI TECNICHE CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
SECONDO CLP* E DPD
PRODOTTO
NUMERO
REGISTRAZIONE
DATA
REGISTRAZIONE
CLASSIFICAZIONE
CLP
GLADIATOR
15817
05-08-2013
Nc
Nc
GULLIVER
9181
27-03-1997
ATTENZIONE
N
KELVIN DUO
15422
31-07-2012
ATTENZIONE
N
KINTO
12036
23-05-2007
ATTENZIONE
N
KUMULUS TECNO
10048
26-05-1999
Nc
Xi
LBG 01F34
15008
26-08-2013
Nc
Nc
MACCANI
15114
19-12-2012
ATTENZIONE
Xn, N
MASAI 20 WP
8937
01-10-1996
ATTENZIONE
Xn, N
NAAK 480
10936
17-05-2001
Nc
Xi
CLASSIFICAZIONE
DPD
* Classificazione CLP proposta da BASF
246
LEGENDA
SIMBOLI
CLP
GHS02
INFIAMMABILE
GHS06
TOSSICITÀ ACUTA
GHS05
CORROSIVO
GHS07
PERICOLO PER LA SALUTE
INFORMAZIONI TECNICHE CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
PRODOTTO
NUMERO
REGISTRAZIONE
DATA
REGISTRAZIONE
CLASSIFICAZIONE
CLP
NEXTER
8721
15-02-1995
PERICOLO
Xn, N
OKLAHOMA
11299
24-04-2002
ATTENZIONE
Xi, N
OPERA
12832
24-02-2009
PERICOLO
Xn, N
PERFEKTHION
1979
16-10-1980
PERICOLO
Xn
POLYRAM DF
7916
30-04-1990
ATTENZIONE
Xi, N
RAK 2 MAX
15434
06-12-2012
ATTENZIONE
Xi
RAK 3
11557
20-01-2003
ATTENZIONE
Xi
RAK 5
11555
20-01-2003
Nc
Nc
RAK 5 + 6
11556
20-01-2003
Nc
Xi
GHS08
GRAVE PERICOLO PER LA SALUTE
Nc
GHS09
PERICOLOSO PER L'AMBIENTE
AVVERTENZE:
PERICOLO O ATTENZIONE
CLASSIFICAZIONE
DPD
NON CLASSIFICATO
247
INFORMAZIONI TECNICHE CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
SECONDO CLP* E DPD
PRODOTTO
NUMERO
REGISTRAZIONE
DATA
REGISTRAZIONE
CLASSIFICAZIONE
CLP
CLASSIFICAZIONE
DPD
REGALIS
11560
20-01-2003
Nc
Nc
RETENGO NEW
15961
19-12-2013
PERICOLO
Xn, N
ROVRAL PLUS
7957
11-02-1991
ATTENZIONE
Xn, N
ROVRAL WG
3771
16-06-1980
ATTENZIONE
Xn, N
SCALA
8934
01-10-1996
Nc
N
SIGNUM
12869
13-07-2006
ATTENZIONE
N
SPECTRUM
12954
11-10-2005
PERICOLO
Xn, N
SPORTAK 45 EW
9693
16-07-1998
ATTENZIONE
N
STOMP AQUA
13093
10-03-2009
ATTENZIONE
N
* Classificazione CLP proposta da BASF
248
LEGENDA
SIMBOLI
CLP
GHS02
INFIAMMABILE
GHS06
TOSSICITÀ ACUTA
GHS05
CORROSIVO
GHS07
PERICOLO PER LA SALUTE
INFORMAZIONI TECNICHE CLASSIFICAZIONE PRODOTTI BASF
PRODOTTO
NUMERO
REGISTRAZIONE
DATA
REGISTRAZIONE
CLASSIFICAZIONE
CLP
CLASSIFICAZIONE
DPD
STRATOS
7984
25-07-1991
PERICOLO
N
STRATOS ULTRA
10117
30-07-1999
PERICOLO
Xn
STROBY WG
9180
27-03-1997
ATTENZIONE
Xn, N
SYSTIVA
15269
11-03-2013
ATTENZIONE
Xn, N
TERIAL
10540
22-06-2000
PERICOLO
Xi, N
TOOLER
12203
03-09-2010
TRACER
15834
03-06-2013
ATTENZIONE
N
TUCANA 25 EC
12529
02-02-2005
PERICOLO
Xn, N
VIVANDO
13698
30-01-2007
N
GHS08
GRAVE PERICOLO PER LA SALUTE
Nc
GHS09
PERICOLOSO PER L'AMBIENTE
AVVERTENZE:
PERICOLO O ATTENZIONE
N
NON CLASSIFICATO
249
INFORMAZIONI TECNICHE LOGISTICA
TRASPORTO E STOCCAGGIO
PRODOTTO
CLAS- CONFEZIONE
SIFIC.
U
PEZZATURA
PALLET
ISTRUZIONI
SICUREZZA
NUM
REGISTR.
kg-lt-ea
AKRIS
Xn, N
CNS Lt 5
Lt
CART 4 PZ
800
ADR 9 UN3082 III
9872
ALGEDI +
DASH HC
N
Xi
4 FLC Kg 0,2 +
4 FLC Lt 1
EA
CART 4 PZ
114
ADR 9 UN3077 III
12361
11011
ALTOREX
N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 9 UN3082 III
10926
ALVERDE
Xi, N
Xi, N
FLC Lt 0,25
FLC Lt 1
Lt
Lt
CART 24 PZ
CART 10 PZ
600
720
ADR 9 UN3082 III
ADR 9 UN3082 III
13823
13823
ANTISCHIUMA
SCHAUMSTOP
Nc
FLC Lt 0,25
Lt
CART 24 PZ
600
Non pericoloso
6376
ARAMO 50
Xn, N
Xn, N
FLC Lt 1
CNS Lt 5
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
480
800
Non pericoloso
Non pericoloso
12953
12953
AURA
Xn
Xn
FLC Lt 1
CNS Lt 5
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
720
800
Non pericoloso
Non pericoloso
11012
11012
BASAGRAN SG
Xn
CNS Lt 5
Lt
CART 4 PZ
480
Non pericoloso
9843
BELLIS
Xn, N
FLC Kg 1
Kg
CART 10 PZ
480
ADR 9 UN3077 III
12868
BELLIS DRUPACEE
N
CNS Kg 2,5
Kg
CART 4 PZ
400
ADR 9 UN3077 III
14872
BUTISAN S
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 9 UN3082 III
6766
CABRIO DUO
Xn, N
Xn, N
FLC Lt 1
CNS Lt 5
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
720
800
ADR 9 UN3082 III
ADR 9 UN3082 III
13126
13126
CABRIO EC
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 6.1 UN2902 III
13314
CABRIO OLIVO
Xn, N
FLC Kg 1
Kg
CART 10 PZ
480
ADR 9 UN3077 III
16110
CABRIO TOP
Xn, N
Xn, N
FLC Kg 1
SAC Kg 5
Kg
Kg
CART 10 PZ
CART 2 PZ
480
390
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3077 III
12528
12528
CANTUS
N
FLC Kg 1
Kg
CART 10 PZ
360
ADR 9 UN3077 III
12862
CARAMBA
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 9 UN3082 III
14101
COLLIS
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 9 UN3082 III
12866
COMET 250 EC
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 6.1 UN2902 III
14769
LEGENDA
CONFEZIONI
250
AST astuccio
CART cartone
CNS tanica/tanichetta
FLC flacone/flaconcino
FST fusto
SAC sacco/sacchetto
SHU shuttle
INFORMAZIONI TECNICHE LOGISTICA
PRODOTTO
CLAS- CONFEZIONE
SIFIC.
U
PEZZATURA
PALLET
ISTRUZIONI
SICUREZZA
NUM
REGISTR.
kg-lt-ea
CONTEST
Xn, N
FLC Kg 1
Kg
CART 10 PZ
480
ADR 9 UN3077 III
10373
CORUM
Xn
Xn
FLC Lt 1
CNS Lt 5
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
720
800
ADR 9 UN3082 III
ADR 9 UN3082 III
14884
14884
DASH HC
Xi
Xi
Xi
FLC Lt 1
CNS Lt 5
CNS Lt 10
Lt
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
CART 2 PZ
720
800
780
Non pericoloso
Non pericoloso
Non pericoloso
11011
11011
11011
DELAN 70 WG
Xn, N
Xn, N
SAC Kg 1
SAC Kg 5
Kg
Kg
CART 10 PZ
CART 4 PZ
480
600
ADR 6.1 UN2588 III
ADR 6.1 UN2588 III
12437
12437
ENERVIN DUO
Xn
Xn
FLC Lt 1
CNS Lt 5
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
720
800
Non pericoloso
Non pericoloso
14697
14697
ENERVIN PRO
Nc
Nc
FLC Lt 3 +
FLC Lt 4
Lt
Lt
CART 2 PZ
CART 2 PZ
88
88
Non pericoloso
Non pericoloso
15264
15008
ENERVIN TOP
N
N
FLC Kg 1
CNS Kg 5
Kg
Kg
CART 10 PZ
CART 2 PZ
480
520
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3077 III
14812
14812
FASTAC
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 6.1 UN3351 III
6298
FORUM 50 WP
N
SAC Kg 1
Kg
CART 12 PZ
360
Non pericoloso
8542
FORUM GOLD
Xn, N
Xn, N
SAC Kg 1
SAC Kg 10
Kg
Kg
CART 10 PZ
CART 1 PZ
480
480
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3077 III
12285
12285
FORUM MZ WG
Xn, N
Xn, N
SAC Kg 1
SAC Kg 10
Kg
Kg
CART 10 PZ
SAC 1 PZ
480
480
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3077 III
10329
10329
FORUM R
Xi, N
Xi, N
SAC Kg 1
SAC Kg 10
Kg
Kg
CART 10 PZ
SAC 1 PZ
560
800
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3077 III
8729
8729
FORUM R 3B
N
N
SAC Kg 1
SAC Kg 10
Kg
Kg
CART 10 PZ
SAC 1 PZ
560
800
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3077 III
14577
14577
FORUM R 3B FLOW
N
N
FLC Lt 1
CNS Lt 10
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 2 PZ
780
600
ADR 9 UN3082 III
ADR 9 UN3082 III
15256
15256
FORUM STAR
Xn, N
SAC Kg 5
Kg
CART 4 PZ
600
ADR 9 UN3077 III
11762
FORUM TEAM
Xn, N
Xn, N
FLC Kg 1
FLC Kg 5
Kg
Kg
CART 10 PZ
CART 2 PZ
480
520
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3077 III
15423
15423
LEGENDA
CLASSI ADR
3 prodotti liquidi
infiammabili. Punto di
infiammabilità 23° - 61° C
6 / 6.1 materie tossiche
9 materie che presentano
caratteristiche pericolose
non definibili nelle altre
classi
UN-ADR gruppo imballaggi
251
INFORMAZIONI TECNICHE LOGISTICA
TRASPORTO E STOCCAGGIO
PRODOTTO
CLAS- CONFEZIONE
SIFIC.
U
PEZZATURA
PALLET
ISTRUZIONI
SICUREZZA
NUM
REGISTR.
kg-lt-ea
FORUM TOP
Xn, N
Xn, N
SAC Kg 1
SAC Kg 10
Kg
Kg
CART 10 PZ
SAC 1 PZ
490
700
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3077 III
13160
13160
FORUM TOP PACK
Xi, N
Xi, N
SAC Kg 1,2 +
SAC Kg 2
NR
CART 1 PZ +
3 PZ
60
ADR 9 UN3077 III
8542 7916
GLADIATOR
Nc
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
Non pericoloso
15817
GULLIVER
N
FLC Kg 0,1
Kg
CART 10 PZ
120
ADR 9 UN3077 III
9181
KELVIN DUO
N
FLC Kg 0,18
Kg
CART 10 PZ
252
ADR 9 UN3077 III
15422
KINTO
N
N
FST Lt 50 SHU
Lt 1000
Lt
Lt
FST 9 PZ
SHU 1 PZ
450
1000
ADR 9 UN3082 III
ADR 9 UN3082 III
12036
12036
KUMULUS TECNO
Xi
SAC Kg 25
Kg
SAC 1 PZ
1000
Non pericoloso
10048
LBG 01F34
Nc
CNS Lt 5
Lt
CART 4 PZ
800
Non pericoloso
15008
MACCANI
Xn, N
Xn, N
FLC Kg 1
CNS Kg 5
Kg
Kg
CART 10 PZ
CART 2 PZ
480
390
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3077 III
15114
15114
MASAI 20 WP
Xn, N
SAC Kg 1
Kg
CART 10 PZ
210
ADR 9 UN3077 III
8937
NAAK 480
Xi
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
Non pericoloso
10936
NEXTER
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 12 PZ
720
ADR 6.1 UN2996 III
8721
OKLAHOMA
Xi, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 9 UN3082 III
11299
OPERA
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 6.1 UN2902 III
12832
PERFEKTHION
Xn
Xn
FLC Lt 1
CNS Lt 5
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
720
800
ADR 6.1 UN3017 III
ADR 6.1 UN3017 III
1979
1979
POLYRAM DF
Xi, N
Xi, N
SAC Kg 10
SAC Kg 25
Kg
Kg
SAC 1 PZ
SAC 1 PZ
700
600
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3077 III
7916
7916
RAK 2 MAX
Xi
SAC 252 AMP
NR
CART 8 PZ
30
Non pericoloso
15434
RAK 3
Xi
SAC 252 AMP
NR
CART 8 PZ
30
Non pericoloso
11557
RAK 5
Nc
SAC 252 AMP
NR
CART 8 PZ
30
Non pericoloso
11555
RAK 5+6
Xi
SAC 252 AMP
NR
CART 8 PZ
30
Non pericoloso
11556
LEGENDA
CONFEZIONI
252
AST astuccio
CART cartone
CNS tanica/tanichetta
FLC flacone/flaconcino
FST fusto
SAC sacco/sacchetto
SHU shuttle
INFORMAZIONI TECNICHE LOGISTICA
PRODOTTO
CLAS- CONFEZIONE
SIFIC.
U
PEZZATURA
PALLET
ISTRUZIONI
SICUREZZA
NUM
REGISTR.
kg-lt-ea
REGALIS
Nc
FLC Kg 1
Kg
CART 10 PZ
560
Non pericoloso
11560
RETENGO NEW
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 9 UN3082 III
15961
ROVRAL PLUS
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 9 UN3082 III
7957
ROVRAL WG
Xn, N
FLC Kg 1
Kg
CART 10 PZ
480
ADR 9 UN3077 III
3771
SCALA
N
N
FLC Lt 1
CNS Lt 5
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
720
800
Non pericoloso
Non pericoloso
8934
8934
SIGNUM
N
FLC Kg 1
Kg
CART 10 PZ
480
ADR 9 UN3077 III
12869
SPECTRUM
Xn, N
CNS Lt 5
Lt
CART 4 PZ
800
ADR 9 UN3082 III
12954
SPORTAK 45 EW
N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 9 UN3082 III
9693
STOMP AQUA
N
N
N
FLC Lt 1
CNS Lt 5
CNS Lt 10
Lt
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
CART 2 PZ
720
800
720
ADR 9 UN3082 III
ADR 9 UN3082 III
ADR 9 UN3082 III
13093
13093
13093
STRATOS
N
N
FLC Lt 1
CNS Lt 5
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
720
800
ADR 9 UN3082 III
ADR 9 UN3082 III
7984
7984
STRATOS ULTRA
Xn
Xn
FLC Lt 1
CNS Lt 5
Lt
Lt
CART 10 PZ
CART 4 PZ
720
800
Non pericoloso
Non pericoloso
10117
10117
STROBY WG
Xn, N
CNS Kg 0,6
NR
CART 10 PZ
432
ADR 9 UN3077 III
9180
SYSTIVA
Xn, N
Xn, N
FST Lt 200
SHU Lt 1000
Lt
Lt
FST 1 PZ
SHU 1 PZ
800
1000
ADR 9 UN3082 III
ADR 9 UN3082 III
15269
15269
TERIAL 75 WG
Xi, N
SAC 2x0,5 Kg
Kg
CART 10 PZ
420
ADR 9 UN3077 III
10540
TOOLER +
DASH HC
N
Xi
2 FLC 0,14 Kg +
3 FLC Lt 1
EA
CART 2 PZ
75
ADR 9 UN3077 III
ADR 9 UN3082 III
12203
11011
TRACER 120 SC
N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
720
ADR 9 UN3082 III
15834
TUCANA 25 EC
Xn, N
FLC Lt 1
Lt
CART 10 PZ
600
ADR 6.1 UN2902 III
12529
VIVANDO
N
N
FLC Lt 0,25
FLC Lt 1
Lt
Lt
CART 24 PZ
CART 10 PZ
600
720
ADR 9 UN3082 III
ADR 9 UN3082 III
13698
13698
LEGENDA
CLASSI ADR
3 prodotti liquidi
infiammabili. Punto di
infiammabilità 23° - 61° C
6 / 6.1 materie tossiche
9 materie che presentano
caratteristiche pericolose
non definibili nelle altre
classi
UN-ADR gruppo imballaggi
253
QUANTO RIPORTATO NEL PRESENTE CATALOGO HA VALORE INDICATIVO ED
È VALIDO ALLA LUCE DELLE NORMATIVE IN VIGORE AL 1° GENNAIO 2015.
USARE I PRODOTTI FITOSANITARI CON PRECAUZIONE.
PRIMA DELL’USO LEGGERE SEMPRE L’ETICHETTA E LE INFORMAZIONI SUL
PRODOTTO.
SI PREGA DI OSSERVARE LE AVVERTENZE ED I SIMBOLI DI PERICOLO NELLE
ISTRUZIONI PER L’USO.
NELL’APPLICAZIONE DEI PRODOTTI SEGUIRE ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI
RIPORTATE IN ETICHETTA.
LA CASA PRODUTTRICE DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER LE
CONSEGUENZE DERIVANTI DA UN USO IMPROPRIO.
PRODOTTI FITOSANITARI AUTORIZZATI
DAL MINISTERO DELLA SALUTE
BASF Italia S.p.A. | Divisione Agro
Via Marconato, 8 - 20811 Cesano Maderno (MB)
Tel. 0362 512 1 - Fax 0362 512 065
Per maggiori informazioni
www.agro.basf.it | info.agroitalia@basf.com
Документ
Categoría
Espiritual
Visitas hoy
1 599
Tamaño de archivo
10 065 Кб
Etiquetas
1/--Páginas
Alertar